Le anticipazioni dei premiati dalla Guida Vini d'Italia 2019 del Gambero Rosso. Oggi è il turno del Trentino.

 

È sempre il TrentoDoc a guidare la pattuglia dei migliori vini trentini. Una denominazione che è ambasciatrice del territorio in Italia e nel mondo. Un drappello consolidato, che quest’anno – per la prima volta – annovera tra i protagonisti della volata (vincente) ai Tre Bicchieri anche lo spumante Trento Nature del mitico ciclista Francesco Moser, un campione del pedale che ha coinvolto tutta la sua famiglia nella cura dei poderi e produzione di vino. Sul traguardo sono giunti in sette, veri fuoriclasse, che hanno ‘bruciato’ per un soffio altrettante briose bollicine, tutt’altro che vini-gregari. Solo il foto finish ha visto Balter, Letrari, Rotari, Cesarini Sforza, Ferrari, Maso Martis tagliare il traguardo all’unisono con Moser. Ma tanti altri Trento con tanto di Doc meritavano la corale vittoria. Cavit, Pisoni, Bellaveder, Revì, Casata Monfort e il Rosé Inkino di Mas dei Chini, una delle più belle novità dei nostri assaggi.

Poi, tra i premiati, altre gustose novità: il Müller Thurgau Viàch ’17 della giovane Corvée, splendida azienda della Val di Cembra, affiancata da un portentoso Pinot Nero ’15 di Maso Cantanghel. Davvero un grande vino. Come lo è - e da sempre sale sul podio - il San Leonardo dei Marchesi Guerrieri Gonzaga. Un rosso di levatura internazionale, vinificato con cura, elegantissimo e longevo. Pattuglia vincente, si diceva. Ecco allora la Riserva Teroldego Rotaliano ’13 dei Dorigati, dedicata a Luigi, il fondatore dell’azienda. Che mette in fila, per un nonnulla, quello di Giulio De Vescovi, e quello degli emergenti Martinelli. In Guida, non troverete premiate alcune storiche griffe, come Zeni: hanno deciso di lasciar riposare ulteriormente in cantina le loro etichette di punta. La crescita di un territorio passa anche da queste scelte.

 

San Leonardo ’14 - San Leonardo

Teroldego Rotaliano Luigi Ris. ’13 - Dorigati

Trentino Müller Thurgau Viàch ’17 - Corvée

Trentino Pinot Nero V. Cantanghel ’15 - Maso Cantanghel

Trento Brut Rotari Flavio Ris. ’10 - Mezzacorona

Trento Brut Madame Martis Ris. ’08 - Maso Martis

Trento Brut Nature ’12 - Moser

Trento Dosaggio Zero Ris. ’11 - Letrari

Trento Extra Brut 1673 Ris. ’11 - Cesarini Sforza

Trento Pas Dosé Balter Ris. ’12 - Nicola Balter

Trento Perlé Zero Cuvée Zero ’11 - Ferrari

 

Partecipa alla Grande Degustazione Tre Bicchieri 2019