Alta cucina messicana a Milano. Expo 2015 sarà anche giunto al termine, ma il suo enorme successo continua. Uno dei punti gastronomici più indovinati dell'Esposizione riapre nel capoluogo meneghino con 30 grandi chef a rotazione.

Della bontà e dello stile del Bésame Mucho ve ne avevamo già parlato a caldo, subito dopo l'apertura di Expo. Un progetto nato in occasione di Expo 2015, che vede protagonisti i migliori 30 chef della cucina messicana, insieme ai fornelli per valorizzare il meglio della gastronomia del paese. Un'iniziativa che ha avuto un successo tale da proseguire anche dopo Expo.

Bésame Mucho

È piazza Alvar Aalto, piano rialzato con vista sui grattacieli di piazza Gae Aulenti e a pochi passi dal triforchettato Ristorante Berton, l'elegante location di 350 metri quadri selezionata da Sandro Landucci. Messicano con origini italiane, il giovane imprenditore Landucci ha deciso di credere nel progetto del team di Bésame Mucho, che durante l'Esposizione ha portato 700 coperti al giorno al ristorante e 3mila al bar dei tacos. Troppo successo per non provare ad andare avanti sulla piazza milanese evidentemente.

Al design ci hanno pensato Angelica Barbeytto e Ricardo Casas, designer e architetto che hanno pensato di inserire la grande cucina a vista al centro del locale. Piatti fatti a mano azzurro blu, posate brunite e piastrelle di ceramica color castoro vanno a impreziosire l'estetica del ristorante.

La cucina

A capo della cucina, i 30 grandi chef che hanno deliziato i palati dei visitatori da tutto il mondo durante i 6 mesi della manifestazione. Il format si conferma dunque: un hub per far scoprire all'Europa il meglio della cucina del Messico, facendo ruotare ai fornelli i migliori talenti del paese. Ad aprire le danze, Mario Espinosa, 32enne di Città del Messico con un pallino per la cucina creativa. Dimentichiamo, quindi, il canonico street food messicano a cui siamo abituati; lo slogan del ristorante è “no nachos, no burritos”, per sottolineare l'intenzione di proporre una cucina nuova e contemporanea.

Saremo l'ambasciata gastronomica e culturale del Messico”, ha dichiarato il titolare, “il luogo dove provare l'alta cucina messicana, che a Milano ancora non esiste”. Immancabile il ceviche, originario del Perù ma presente in tutte le cucine latine, realizzato con aragosta verde, pomodori e finocchio, e i fagioli neri, che andranno ad accompagnare un maialino confit.

Per i più affezionati al cibo da strada, non mancherà comunque una taqueria, con 60 posti a sedere, ideata per una pausa pranzo o una formula aperitivo. Imperdibili i cocktail a base di tequila, da gustare al bancone bar o sulla terrazza all'esterno del locale.

Per chi volesse imparare i segreti della cucina messicana, il team di Bésame Mucho organizzerà delle lezioni pensate appositamente per gli italiani, per avvicinarli ad una gastronomia così diversa e nuova. Intanto Milano, sempre di più, si conferma come città capace di offrire una cucina etnica finalmente di alto livello.

 

Bésame Mucho | Milano | viale della Liberazione, 15 | tel. 02 29060313| www.facebook.com/RistoranteBesameMucho/?fref=ts

 

a cura di Michela Becchi


Altre Foto