Fellini prima, poi Sorrentino e Sollima. E ora Garrone. Da tempo Campari affida la sua comunicazione a riuscite campagne pubblicitaria che raccontano storie cucite sull'identità del brand. Nel 2019 toccherà al regista di Dogman, con il cortometraggio che celebra l'invenzione del Negroni. 

 

Campari e il cinema. Da Fellini a Sorrentino

La storia d'amore tra Campari e il cinema è un affare di vecchia data (non a caso il gruppo è anche sponsor ufficiale della Mostra del Cinema di Venezia). Nel mezzo cinematografico, infatti, il marchio storicamente legato al rito dell'aperitivo all'italiana ha sempre trovato un potente alleato per raccontarsi e accrescere un mito fatto anche di celebri spot d'autore. Come la Ragazza in treno diretta da Federico Fellini nel 1984, all'epoca alle prese col suo primo spot per un marchio privato. Con le musiche di Nino Rota e un approccio nuovo alla promozione di un brand, che ha fatto del corto una tappa importante della storia della pubblicità in Italia. Nel 2017 la macchina da presa della nuova campagna Creation è affidata a Paolo Sorrentino: passano i tempi, non cambia la capacità di concentrare in pochi secondi l'appeal di un brand iconico, affidando allo stile unico del regista campano il compito di interpretare il concetto di Red Passion (la storia di uno sguardo, un incontro, un mistero, come in casa Campari hanno sempre voluto rappresentare la propria identità). Intanto, da qualche anno a questa parte, Campari investe anche nel talento dei giovani emergenti, finanziando un concorso cinematografico in collaborazione con la Scuola Civica Luchino Visconti di Venezia. E nel 2018, dopo la Creazione di Sorrentino, l'iniziativa Red Diaries – come si chiama oggi il ciclo di cortometraggi dedicati a Campari – ha coinvolto anche Stefano Sollima, regista di The Legend of Red Hand, con riferimento al talento dei bartender – i Red Hand – nel realizzare i migliori cocktail del mondo. In scena Zoe Saldana e Adriano Giannini, protagonisti di un giallo che parte da Milano per un viaggio intorno al mondo.

 

Il nuovo spot di Matteo Garrone

Cosa succederà nel 2019 – quale regista sarà coinvolto nel prossimo corto – Campari l'ha rivelato pochi giorni fa diffondendo in anteprima le foto del dietro le quinte dello spot Entering Red, disponibile per la visione online dal prossimo 5 febbraio, in contemporanea nel mondo (il red carpet, però, sarà srotolato solo a Milano, che ospiterà la premiere). Alla regia un altro peso massimo tra i cineasti italiani, quel Matteo Garrone (Reality, Gomorra), che recentemente ha confermato il suo talento con Dogman, film designato a rappresentare l'Italia nella corsa agli Oscar. Per Campari, Garrone ha diretto Ana de Armas e Lorenzo Richelmy, tra le pieghe di una storia che stavolta si snoda interamente a Milano, in omaggio alla storia dell'aperitivo rosso per eccellenza, il Negroni, che proprio nel 2019 festeggia il suo centenario. Un modo per tornare nel luogo dove tutto ha avuto inizio, celebrando anche il passato mitico del Camparino, fondato da Davide Campari in Galleria nel 1915. Tommaso Cecca, attuale bar manager del locale, sarà presente nel “film” per rappresentare l'arte della miscelazione insieme ai 5 colleghi bartender che formano la squadra internazionale dei Red Hands.