Nasce uno store online di poster dedicati al mondo del food che coinvolge un network di artisti e graphic designer. Si chiama Slurp ed è tutto italiano.

 

Nome onomatopeico, tema che tira, modalità di vendita sartoriale. È il progetto di design di Salvatore Solko, dj appassionato di arte e food, che ha ideato una piattaforma online dove poter acquistare stampe, poster e (in futuro) oggetti dal sapore unico. La novità? Aver creato un network di giovani creativi pronti a sfornare divertenti disegni e disposti a personalizzare i progetti coordinandosi con il cliente a seconda delle varie esigenze o richieste.

Salvatore Solko

Slurp

Che si tratti di arredare la propria casa o il proprio locale”, ci spiega Salvatore, “attraverso la nostra piattaforma troverete la soluzione più adatta: la scelta è ampia e i diversi illustratori e graphic designer che collaborano con Slurp hanno ognuno una propria identità ben marcata”. Ci sono Andrea Masotti con i suoi progetti dallo stile grafico deciso, minimal quanto basta, Silvia Casanova Fuga con i suoi disegni precisi e simmetrici, Laura Savina che per Slurp ha ideato la “Pera Blu” o Michele Mancaniello che presenta i suoi pattern dedicati ai primi romani, a comunicare il fatto che anche un piatto di pasta può diventare, nell’era dell’immagine digitalizzata, una matrice costituita da pochi e colorati elementi che si ripetono sul foglio in maniera seriale: semplicità e sintesi, dunque, in grafica come in cucina.

Rigatoni alla carbonara di Michele Mancaniello

Sono undici gli artisti coinvolti finora, ognuno con un background ben definito. Antonio Pronostico, per esempio, quando aveva solo 19 anni ha fondato insieme a due amici il Collettivomensa, una rivista autoprodotta di letteratura, illustrazione e fumetto, ma ha anche collaborato con alcune riviste e fanzine italiane, come Frigidaire, Il Nuovo Male, Il Male di Vauro e Vincino. Giuseppe D'Emilio, invece, è un architetto “rinsavito” che per dare un calcio al passato ora si fa chiamare KICK. “Slurp favorisce infatti l’incontro tra artigiani, designer e artisti, supportando realtà indipendenti e creative. L'obiettivo è quello di presentare ogni mese il poster di un nuovo artista”. A oggi completano la squadra: Cecilia Campironi, Cinzia Franceschini, Marialaura Fedi, Marta Crucinio Matteo Franco.

Come funziona

I poster d'autore costano 19 € e sono a tiratura limitata, ma ci sono anche quelli della Slurp Collection a 11 euro creati in collaborazione con l'agenzia Slevin. Sul sito ora si può scegliere tra 33 progetti, e una volta selezionato il proprio preferito si procede come una normale piattaforma e-commerce. Se invece si vuole personalizzarli, basta inviare una mail: “Slurp consente di customizzare i poster con misure e formati ad hoc, e permette anche di creare opere su richiesta. In cantiere c'è poi l’idea di ravvivare non solo le pareti ma anche utensili d’uso quotidiano come piatti, tovagliette, tazze”. Quando sartorialità non è solo uno slogan.

 

www.slurpdesign.it

 

a cura di Annalisa Zordan