Aperta la nuova call di StartUp Iniative, piattaforma di accelerazione internazionale voluta da Intesa Sanpaolo e pensata per tutte le startup che operano nel food tech. Ecco come funziona.


La crescita del food tech

Continuano a raccogliere l'interesse di imprese ed esperti di settore le startup più innovative nel campo del food tech, ovvero l'ambito dei progressi tecnologici del settore agroalimentare, dalle app all'e-commerce, dalle piattaforme di food delivery alle soluzioni a impatto zero per evitare sprechi e inquinamento. L’universo della gastronomia ha visto una crescita smodata di servizi per consumatori e imprenditori, retailer e ristoratori, basati sulle ultime tendenze tecnologiche. E lo dimostrano i tanti acceleratori di startup nati negli ultimi anni, a cominciare ovviamente da Startupbootcamp FoodTech, che ha cominciato il primo ciclo di incubazione a novembre 2016, accompagnando 10 promettenti food start up in un percorso di perfezionamento del concept, così da risultare più attraenti agli occhi degli investitori. E che sta continuando ad accelerare imprese di grande interesse con risultati crescenti.

Intesa Sanpaolo

Fra le grandi realtà impegnate nella promozione e nel sostegno delle nuovi imprese, Intesa Sanpaolo, tra i primi istituti bancari in Europa, è da sempre molto vicino al settore dell'alimentazione, come ci aveva raccontato due anni fa il Responsabile Servizio Business Development e Coordinamento Direzione Marketing Divisione Banca dei Territori Matteo Casagrande, che affermava: “il gruppo Intesa San Paolo considera una priorità massima, come supporto al territorio italiano, l’identificazione delle principali filiere produttive rappresentative del “fare impresa” italiano. In particolare, una delle filiere di maggior importanza è quella dell’agri-food”. Per supportare la filiera, la realtà bancaria segue i canali più tradizionali, ma si affida anche a “nuovi strumenti legati strettamente alla valorizzazione del territorio”. E si mette anche a servizio dei grandi artigiani che rappresentano il meglio del made in Italy nel mondo, come nel caso recente dell'ultima (attesissima) nuova apertura di Milano, la pasticceria “in banca” del maestro Iginio Massari che ha inaugurato lo scorso 14 marzo in piazza Diaz, angolo via Marconi, proprio all’interno di una filiale IntesaSanpaolo

Startup Initiative

Si apre ora la call di StartUp Initiative, progetto di accelerazione internazionale promosso da Intesa Sanpaolo e rivolto a tutte le realtà che operano nel mondo del food tech. Le startup selezionate riceveranno la formazione da parte di coach qualificati, e potranno accedere a forum italiani e internazionali dove avranno la possibilità di presentarsi a oltre 100 potenziali investitori e partner di progetto. La banca, dunque, non investirà direttamente nelle startup, ma si impegnerà a offrire a ogni squadra l'opportunità di farsi conoscere e catturare l'attenzione degli imprenditori di livello internazionale.

A chi si rivolge

L'iniziativa è rivolta a tutti i progetti di food tech, in particolare a quelli dedicati all'agricoltura e l'allevamento (agricoltura rigenerativa, urban farming, idroponica e simili), ai macchinari e le apparecchiature (macchine connesse, automazione e robotica, smart cooking, stampanti 3D), e alla qualità e sicurezza alimentare (controllo e diagnostica, conservanti e additivi naturali, tracciabilità, packaging compostabile, confezioni riciclabili). Ma dà spazio anche alle ricerche incentrate sul ruolo del cibo per la nostra salute, dalle fonti innovative di proteine agli alimenti funzionali, dai superfood alle diete speciali, senza dimenticare dolcificanti e sostituti naturali del sale, sementi e mangimi. Alta attenzione anche per le realtà impegnate nella lotta allo spreco e nel riciclo, con soluzioni zero-scarto e nuove tecniche per riutilizzare le eccedenze e gli avanzi di cibo. Infine, un occhio di riguardo sarà riservato anche a tutte le cosiddette “user experience”, ovvero i servizi mobili di distribuzione e consegna, il marketing e il mondo dei social.

Per candidarsi c'è tempo fino al prossimo 30 marzo 2018, tramite il sito www.startupinitiative.com/mysui/registration/new_startup.html. Le startup vincitrici saranno premiate ufficialmente durante l'evento finale del 10 maggio 2018.

a cura di Michela Becchi