Alessio Turazza

Viaggio tra i vitigni autoctoni: il grechetto di Todi

Ne parlava già Plinio il Vecchio. E ora ne parliamo anche noi: ecco il grechetto di Todi, scoprite le sue caratteristiche e le differenze rispetto a tutte le altre uve greche presenti in Italia.

La Giornata Champagne 2015 a Milano. Bollicine da grandi maison e vigneron

Dalle sue origini a oggi, lo Champagne non perde di fascino. È stato celebrato giovedì 8 ottobre a Milano, dal Comité Champagne. Gli assaggi più interessanti? Leggeteli qui

Viaggio tra i vitigni autoctoni: la passerina

Tra Marche e Abruzzo (ma esiste anche nella provincia di Frosinone) c'è un autoctono che sta conquistando sempre più appassionati. Ha grappoli di dimensioni medie e acini giallo-oro, una buona concentrazione zuccherina e acidità elevata. È la passerina, scopritela con...

Appunti di degustazione. Verticale di Franciacorta Extra Brut Boschedòr Millesimato DOCG di Bosio

In differita dal Festival Franciacorta 2015 la verticale dell'Extra Brut di Boschedòr. Chardonnay e pinot nero per raccontare 4 diverse annate.

Viaggio tra i vitigni autoctoni: la petite arvine

Ha acini piccoli e di colore verde-giallognolo, ama le temperature rigide e si è adattata perfettamente alle altitudini elevate della Valle d'Aosta che regalano alla petite arvine il suo bel corredo aromatico.

Alla scoperta della Franciacorta tra bollicine e prodotti tipici. Vol. 2

Bollicine e pesce d'acqua dolce. Nella seconda puntata del nostro viaggio in Franciacorta andiamo alla ricerca dei migliori abbinamenti con le bollicine a tutto pasto. Ma non tutti i Franciacorta sono uguali...

Alla scoperta della Franciacorta tra bollicine e prodotti tipici. Vol. 1

Bollicine e salumi. Un'abbinata che interpreta un territorio: quello della Franciacorta, che vi raccontiamo in un percorso in due tappe alla scoperta dei sapori tipici. Questa volta i salumi, la prossima il pesce di lago, sempre in abbinata con un...

Viaggio tra i vitigni autoctoni: il semidano

Piccolo è piccolo. Anche di più. Coltivato in un'area limitatissima della Sardegna è una scoperta. Si presta a diverse versioni e ha persino un buon potenziale d'invecchiamento.

Viaggio tra i vitigni autoctoni: il raboso del Piave

Ne parlava persino Plinio il Vecchio, ma per non andare tanto indietro nel tempo ci si può fermare al '600 quando la Serenissima aveva nel raboso del Piave il suo vino da viaggio. Quasi scomparso, oggi il vitigno trova nuovamente...

Viaggio tra i vitigni autoctoni: il cagnulari

Sardo della provincia di Sassari, in particolare nella zona di Usini, Uri, Ittiri, Ossi, Tissi, il cagnulari è un vitigno a bacca rossa da secoli presente in Sardegna.
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X