Quattro vini per quattro piatti: l'abbinamento perfetto

22 Dic 2016, 09:34 | a cura di Gambero Rosso

Al ristorante "La Scarpetta Hostaria", splendida location nel centro di Lecce, una degustazione con gli chef della Città del gusto del Gambero Rosso. Sfoglia la photogallery...

Fin dall’antichità il vino, nettare degli dei, rappresenta uno dei grandi piaceri del palato, del corpo e dello spirito.

Bevanda preziosa, ricca di storia e tecnica, di cultura e rituali avvolti da un’atmosfera quasi magica.

Altrettanto antico, inscindibile, il suo connubio con il cibo.

Imparare a conoscere le tecniche di degustazione e l’abbinamento vino-cibo consente di elevare al meglio l’esperienza enogastronomica. Un grande piatto può essere mortificato dall’abbinamento sbagliato, e viceversa. Al contrario, accostare la giusta etichetta al giusto ingrediente significa esaltare l’una e l’altro.

Questo è quanto si è voluto offrire nella degustazione organizzata dalla Citta del gusto di Lecce presso il ristorante “La Scarpetta Hostaria”: quattro magnifici vini accostati a quattro magnifici piatti in grado di valorizzarsi a vicenda, per una straordinaria esperienza sensoriale.

Perfetto anfitrione, il degustatore ufficiale AIS Marco Albanese, che ha condotto la serata con grande maestria e leggerezza.

In cucina – a vista, splendida nella sua grandezza e centralità tra sala e cortile interno – due chef dal talento eccezionale: Cosimo Russo e Alfredo De Luca. Accanto a loro, il padrone di casa, lo chef Giuseppe Altamura.

Gli chef hanno sapientemente costruito ciascun piatto a partire dal vino, e non viceversa.

Questo il menu della serata:

Antipasto: Carpaccio di cobia con ortaggi, alghe e melograno; Vino: Five Roses Metodo Classico (Salice Salentino Doc Brut Rosé Negroamaro) - Leone De Castris 

Primo: Risotto mantecato alla borragine, gamberi viola e seppie nere; Vino: Cerasa Salento Rosato IgP (Magnum) - Michele Calò

Secondo: Guancia di vitello brasata al negroamaro, fagioli all'aglio nero, bietoline, castagne; Vino: Immensum - Candido

Dolce: Terrina di mele renette, salsa inglese, meringa alle mandorle, sorbetto granny smith; Vino: Moscatello Selvatico Passito - Castello Monaci

Quattro piatti e quattro vini che hanno colpito nel segno, sorprendendo e appagando gli ospiti. Un vero trionfo. Aspettando la prossima degustazione…

Si ringrazia:

 

 

 
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X