Professione Chef: Alfonso Manzi a Città del gusto Napoli

30 Nov 2016, 12:15 | a cura di Gambero Rosso

Ecco cosa ci ha raccontato Alfonso Manzi, docente dei futuri chef formati da Città del gusto Napoli

 

Innamorato della sua terra e delle tradizioni, che ripropone in cucina con una particolare attenzione alla materia prima, Alfonso Manzi, lavora gomito a gomito con lo Chef Nunzio Spagnuolo del ristorante di Portici “Cieddì” . Docente degli allievi di Professione Chef della Città del gusto Napoli Gambero Rosso, risponde alle nostre domande:

 

Qual è il primo ricordo legato alla cucina?

Quando mi sono avvicinato a questo ambiente avevo circa 13-14 anni e non ero tanto alto e … ricordo la difficoltà che avevo nel lavorare perché i banchi da lavoro erano molto alti, più di ora.

 

Il piatto più buono mai mangiato?

Non saprei, mi piace tutto e mi piace fare tutto.

 

Amante della cucina senza preferenze. Ma è la tua unica passione?

In realtà oltre ad avere questa grande passione per la  cucina sono un grande amante di moto ma non è tutto: sono innamorato del mare, io vengo da Castellammare di Stabia, non riesco a stare lontano dal mio mare, infatti, nonostante le diverse e valide esperienze all’estero ho sempre sentito il bisogno di tornare.
 

tagliolino con zucca, salsiccia e fonduta di parmigiano

 

Quanto conta la formazione per approcciarsi a questo mestiere?

La formazione è importantissima, soprattutto nei primi tempi e accanto alla formazione metterei anche l’esperienza … è fondamentale perché questo è un lavoro a 360 gradi, ci sono tante materie prime, tanti fattori che cambiano e la cucina diventa sempre più internazionale. Se inizi da piccolo sei facilitato perché ti prepari e ti abitui al sacrificio e capisci se è un lavoro che vuoi e che puoi fare ma c’è anche chi inizia più tardi proprio spinto da una passione sfegatata.

 

Come gestire un ristorante di successo?

Bisogna avere un’idea chiara di quello che si vuole offrire e a chi, senza vie di mezzo. A volte mancano gli spazi giusti e occorre dare importanza ad ogni dettaglio.

 

Che cosa consigliare a chi vuole intraprendere questo mestiere?

Non fermarsi mai in un unico ambiente o avere uno sguardo unico verso una sola strada perché la cucina è fatta di viaggio, conoscenza, materie prime e occorre studiare ed essere umile per poter aprirsi a imparare sempre.

 

Diventa chef con il nostro corso Professione Chef

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X