Best of the year. Il meglio del 2020, annus horribilis. Vino, cibo, città, territori, eventi, chef, progetti, personaggi. A nostro personalissimo parere.

Sommario del mensile Gambero Rosso dicembre 2020

In omaggio l’allegato The Best in Lombardy

Gli editoriali

  • Il meglio che verrà di Paolo Cuccia
  • Ristori solo a chi li merita di Massimiliano Tonelli

Il notiziario

  • Torino: la spesa di Natale si fa al ristorante
  • Brisa Coffee Roasters. Dopo pane e pizza, il forno di Bologna punta sul caffè
  • Consegne Etiche. A Bologna il food delivery che dà valore ai rider
  • The Hotel Gazette. A pochi minuti dal centro di Bressanone BZ), in località Kranebitt, la famiglia Haller, produttrice di vino, ha trasformato l’antico maso dei nonni in un albergo raffinato che porta il suo nome a cura di Clara Barra
  • Il cocktail di stagione. Old But God è il cocktail di Francesco Galdi, Corporate Beverage Manager, Gruppo Buddha Bar. Ecco la ricetta a cura di Paola Mencarelli
  • Cocktail bar: nei migliori 50 del mondo l’Italia è fortissima
  • La tavola del Sud in festa: si amplia il paniere di Dop e Igp
  • #cucinacongamberorosso. Il riso l’ingrediente con cui cimentarsi in cucina per il nostro contest Instagram. Ecco quale ricetta abbiamo scelto tra quelle inviate a cura di Antonella Dilorenzo
  • Nuove aperture. Da Nord a Sud della Penisola tutte le principali novità a cura di Livia Montagnoli

E ancora Design, libri e tanto altro ancora….

STORIE

Tutto il meglio del 2020

Vino, cibo, città, territori, eventi, chef, progetti, personaggi. Per il secondo anno di seguito abbiamo voluto seguire l’esempio delle grandi riviste anglosassoni che solitamente una volta l’anno, naturalmente a dicembre, si cimentano nel fare il punto sui dodici mesi precedenti. Prendendoci carico di compiere delle scelte e di indicare cosa ha rappresentato il meglio a nostro personalissimo parere.
parole di Giuseppe Carrus, Stefano Polacchi, Pina Sozio, Luciana Squadrilli, Massimiliano Tonelli, Annalisa Zordan – disegni di Studio Lord Z

 

Grasso! Nuove opportunitò culinarie di un alimento sempre meno tabu

Cucine coraggiose, che non sprecano niente, cucine etiche, contemporanee, che – chi l’avrebbe mai detto? – parlano la lingua del grasso animale. Vettore di sapore, stabilizzante, ingrediente. Non più solo condimento! Un tuffo nelle radici dell’umanità con l’occhio che guarda al futuro.
parole di Pina Sozio – scatti di Alberto Blasetti

 

Milano. L’altro Naviglio; 4 km di laboratorio gastronomico

Un mondo di acqua e di verde a due passi dal centro, fatto di piccole imprese giovani e di 1.400 aziende agricole: qui, lungo il Naviglio Pavese, si sta sviluppando un’altra Milano. Assai meno caciarona e meno presenzialista rispetto a quella dell’altro naviglio, quello della movida. Anche la cucina e le enoteche si evolvono e cercano nuove possibilità. Ecco il nostro viaggio, in attesa che tutto riapra e riparta. Intanto c’è già il nuovo nome per questa zona: NAPA.
parole di Francesca Ciancio – scatti di Matteo Zanardi

Chiami Gamay, risponde Grenache. Il vino-icona del Trasimeno che ancora mancava

Da sempre lo chiamano Gamay, in realtà è Grenache… Ma di fatto è il vino alfiere del Lago Trasimeno. Un vino antico e allo stesso tempo giovane, su cui il Consorzio di Tutela punta molto proprio come vino identitario di un territorio magico in un’Umbria un po’ fuori dai percorsi più noti. Aziende agricole agguerrite e decise hanno ripreso in mano la storia di questo vino dalle diverse espressioni e potenzialità.
parole di Emiliano Gucci – infografiche di Alessandro Naldi

 

RICETTE

Andrea Leali (CasaLeali, Puegnago del Garda – BS)

ci presenta i piatti: Insalata di capulì, stracchino e cipollotto; Risotto di rombo alla brace e fi nocchietto; Pasta e cipolla; Animelle alla milanese
a cura di Paolo Cuccia – scatti di Nicolò Brunelli

Ritratto di chef in tre piatti.
Fabrizia Meroi del Ristorante Laite a Sappada (Udine), Tre Forchette 2021

«La mia cucina si basa sulla piena valorizzazione della materia prima che il territorio mi regala pur anelando a spunti di vista lontani dal
contesto in cui vivo…». Scoprite i piatti che più la rappresentano.
a cura di Stefano Polacchi – ritratto di Andrea Moretti – scatti di Ennio Calice

Le ricette delle trattorie. Trattoria Bonini a Castiglione delle Stiviere (MN)

ci propone Farro della Garfagnana mantecato al pecorino con porcini e tartufo
a cura di Paolo Cuccia – scatti di Dfn Studio Creativo Barga


CLASSIFICHE

Panforte di Siena: i 14 migliori

Il panforte è il tipico dolce natalizio di Siena, dal 2013 tutelato da un’Igp. Una specialità tra la confetteria e il prodotto di forno, in due versioni: quella “bianca” o Margherita, più recente, e quella “nera” o panpepato, il panforte antico di origine medievale.
a cura di Mara Nocilla – scatti di Patrizia Casimirra

Spera delle Feste: 14 indirizzi golosi

Le classiche specialità da portare in tavola e da regalare per le feste di fine anno. Panettoni in tanti gusti, dal classico alle proposte più originali e innovative, come quello alla rosa e fi chi d’India. Torroni morbidi e friabili, mandorlati e nocciolati, praline e creazioni di cioccolato, torte di design, ma anche prodotti per tutti i giorni… Da acquistare on line o per corrispondenza.

Berebene. Le 30 migliori etichette sotto ai 20 euro

La trentesima edizione del Berebene arriva in un momento davvero particolare. Durante il lockdown i vini che hanno dimostrato più appetibilità per il consumatore sono stati proprio quelli che si posizionano su una fascia di prezzo media, al di sotto dei 20 euro a bottiglia, facilmente reperibili anche in Gdo e online.
a cura di Stefania Annese e William Pregentelli

MINIGUIDA

Arezzo. Nella città di Piero

Città d’arte, resa indimenticabile dagli affreschi di Piero della Francesca, ma anche provincia storicamente molto ricca, polo orafo e antiquario. Città di tradizioni culinarie sobrie ma cariche di sapori, dalle castagne alla carne Chianina di cui è un importante centro di allevamento. E poi, legumi, maiali, paste povere e saporite… Un luogo da gustare, in tutte le possibili declinazioni, dall’occhio al palato.
a cura di Clara Barra

LA GRAPHIC NOVEL

The Blue Fever
parole e disegni di Cinzia Leone

Il mensile è anche in versione digitale (App Store o Play Store) a soli 3,49 euro o in abbonamento annuale. L’abbonamento al mensile cartaceo (39 Euro), include anche la versione digitale. Con Gambero Rosso Premium per 1 anno le Guide online di Gambero Rosso, il mensile versionie digitale e cartacea.

Scopri di più