[caption id="attachment_137744" align="alignnone" width=""]street food[/caption]

Una competizione che dura da mesi e che vedrà sul podio il miglior street food europeo. Sono gli European Street Food Awards (ESFA), la prima gara fra trucker in Europa, con finale prevista per settembre a Berlino. 

Pubblicità

Il primo contest sul cibo di strada europeo

Cambiano le tendenze, cambia il modo di mangiare e quello di scegliere sapori e pietanze. Così lo street food si fa strada e conquista i consensi anche dei palati più tradizionalisti, proponendo spesso ricette antiche riportate a nuova luce e scardinando la gerarchia dei pasti. E come ogni settore che si rispetti, anche in questo caso arriva un contest a certificare le migliori creazioni: sono gli European Street Food Awards (ESFA), il primo contest che mette in mostra il meglio del cibo di strada europeo. Una gara che si svolgerà nei Paesi d’origine per le prime fasi e si concluderà con la finale di Berlino, in programma dal 30 settembre al 1 ottobre: a partecipare saranno cuochi e cuoche da Danimarca, Germania, Paesi Bassi, Spagna, Italia, Svezia, Francia e Regno Unito. Per eleggere il migliore di tutti: il cibo di strada più goloso d’Europa.

Lo street food è diventato così popolare perché è un modo di cenare intrigante e a basso impegno” ha raccontato Richard Johnson, fondatore degli European Street Food Awards. “Questa nuova frontiera del pasto gira tutta intorno al trovarsi insieme e condividere del cibo. In un mondo come è ora il nostro, non può che passare un messaggio positivo”.

Pubblicità

 

Gli European Street Food Awards e il candidato italiano

Durante i mesi estivi ogni Paese in gara lancerà i propri eventi per la conquista dei titoli nazionali: in alcuni casi, come l’Italia, la competizione ha già dato i suoi risultati. Per la Penisola, infatti, è stato selezionato Porcobrado, dopo una sfida tenutasi a giugno a Milano, a cura di Streeat – European food truck festival: a incantare il pubblico la saporita carne di cinta senese allevata dalla famiglia Polezzi a Cortona, e affumicata con legno di ciliegio sul truck, per finire all’interno di un panino a lievitazione naturale. In aggiunta salse homemade, per un prodotto che ha sbaragliato i concorrenti del Carroponte alla fine di maggio, e ora dovrà conquistare la platea internazionale.

Una volta superate le rispettive selezioni nazionali, i cuochi in gara si sottoporranno al giudizio di critica e pubblico nella finale berlinese: il pubblico può votare già dalla conclusione delle gare nazionali, tramite l’app rilasciata a maggio e disponibile gratuitamente, che contiene – oltre alle descrizioni di piatti e prodotti usati – anche le ultime notizie pubblicate da team di giornalisti esperti di street food e, naturalmente, dettagli su come votare.

Oltre ai finalisti, al Bite Club di Berlino – dove sono previsti anche un party finale con dj e bar galleggianti – ci sarà anche qualche “jolly”: un piatto speciale, una pietanza che ha in qualche modo colpito l’immaginario e il palato della giuria.

Pubblicità

 

www.europeanstreetfood.com

a cura di Francesca Fiore