Aggiungi un posto a tavola. Al Centro Nemo di Milano nove chef contro la disfagia, per nutrirsi con gusto

26 Nov 2016, 14:26 | a cura di Livia Montagnoli

Una cena aperta al pubblico per aiutare la ricerca sulle malattie neuromuscolari. E non solo, perché l'obiettivo è restituire la dignità e il gusto di alimentarsi anche ai pazienti affetti da disfagia. Nove grandi chef ci provano domenica 27 novembre, al Niguarda di Milano. 

Pubblicità

Il Centro Clinico Nemo

Se l'obiettivo è aiutare la ricerca medica, perché non puntare i riflettori proprio su chi ogni giorno si impegna per favorire chi lotta con la malattia? La cucina, gli chef, hanno dimostrato a più riprese di saper essere solidali e compatti quando si tratta di far bene alle persone in difficoltà. Anche solo regalandogli un momento di normalità a tavola. E di gusto. E l'occasione che si concretizzerà domenica prossima, 27 novembre, conferma ancora una volta il desiderio di ritrovarsi per dimostrare che la rivalità (seppur sana) può restare chiusa tra le mura della propria cucina, perché quando è il momento di sostenere una causa comune gli sforzi si concentrano sul risultato nel piatto. Il più possibile mirato all'obiettivo. Che nel caso dell'appuntamento con Aggiungi un posto a tavola, ospiti del Centro clinico Nemo del Niguarda di Milano, porterà all'elaborazione di un menu a prova di disfagia, sintomo molto comune (e serio) tra le persone con malattie neuromuscolari di tutte le età. Patologia gravosa, dicevamo, in quanto inibisce la normale deglutizione di cibi e liquidi, limitando così la possibilità di nutrirsi con piacere e godere della tavola, oltre a influire negativamente – nei casi più gravi – sull'assorbimento di tanti nutrienti indispensabili per l'organismo.

Nutrirsi con gusto. Nonostante la disfagia

Al Niguarda, il Centro garantisce assistenza continua ai pazienti, offrendo loro molti servizi all'avanguardia, e del resto è la prima struttura in Italia a occuparsi (da nove anni) in modo multispecialistico di persone con malattie neuromuscolari. Con l'idea di rispettare la dignità dei malati, e agevolarli in ogni aspetto della giornata. Alimentazione compresa. Sull'argomento, da qualche mese a questa parte, esiste un testo di riferimento che ha coinvolto direttamente Mauro Uliassi, nella stesura di un ricettario a quattro mani con Paolo Piaggesi, e un'equipe di medici e nutrizionisti. Nutrirsi con gusto, è il titolo, e contiene 38 ricette ideate per chi soffre di disfagia, quindi preparazioni frullate o addensate che non rinunciano ai sapori autentici.

 

Pubblicità

La cena degli chef

E domenica, da Nemo, si tornerà a dimostrare che l'alimentazione buona e sana è un diritto di tutti, in compagnia dei nove chef che hanno risposto alla chiamata del Niguarda e di Identità Golose, partner dell'iniziativa. In cucina Eugenio Roncoroni, Matteo Monti, Misha Sukyas, Roberto di Pinto, Diego Rossi – responsabili di aperitivo e antipasti – e a seguire Eugenio Boer, Christian Milone, Davide Oldani. Al dolce penserà il maestro Andrea Besuschio, con una proposta di Panettone e crema che apre le festività. Un momento di spensieratezza per tutti, pazienti e familiari, ma pure risvolti più duraturi di cui le famiglie beneficeranno nella vita quotidiana. Le ricette del menu speciale, infatti, saranno pubblicate online attraverso video e articoli sul sito del Centro; e i proventi della serata, aperta al pubblico su offerta libera (dai 100 euro in su), serviranno per costruire un nuovo centro di sperimentazione sulle terapie contro le malattie neuromuscolari, il Nemo Clinical Research Center. L'importante è guardare avanti.

 

Aggiungi un posto a tavola | Milano | Centro Clinico Nemo, Ospedale Niguarda, blocco Sud, piazza Ospedale Maggiore, 3 | per informazioni 800 825144 | www.centrocliniconemo.it

 

Pubblicità

a cura di Livia Montagnoli

Foto dal sito www.trigliadibosco.it 

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X