Con una presenza sempre più capillare sul territorio di Nord e Centro Italia, il gruppo City Hotels Company si conferma una realtà alberghiera in forte ascesa; e per offrire agli affezionati del brand un modello di ospitalità a 360 gradi si lancia nella ristorazione con Hashi, cucina fusion/orientale a pochi passi da Corso Como in un ambiente di design.
Pubblicità

Che la ristorazione rappresenti una pedina sempre più importante nel settore dell’ospitalità – soprattutto per un Paese come l’Italia, dove sembra non esserci crisi che tenga all’apertura di nuovi ristoranti e locali per la somministrazione di alimenti – non è un segreto. Così anche il gruppo alberghiero italiano CHC, City Hotels Company, si lancia nel settore con l’apertura a Milano del fusion restaurant Hashi.
Inaugurazione prevista per i primi giorni di settembre nel quartiere Isola, nel cuore della movida milanese, a due passi da Corso Como, dove sorgerà uno spazio caratterizzato da interventi di design che declinano il tema etnico attraverso l’utilizzo di legno, bronzo, argento e piante tropicali. Il ristorante aprirà esclusivamente a cena indirizzandosi a una clientela desiderosa di sperimentare l’incontro tra tradizioni culinarie in prevalenza extraeuropee: molte spezie e cotture in latte di cocco, profumi e colori dello Sri Lanka, della Thailandia e dell’Estremo Oriente, con particolare riferimento alla cultura giapponese (numerose le zuppe di ramen e miso in carta, oltre alla classica tempura giapponese).
Non stupisce quindi la decisione dell’azienda di puntare sulla ristorazione per legarsi a doppio filo al settore dell’ospitalità, in una congiuntura estremamente favorevole per il gruppo, che continua ad ampliare la propria rete di strutture recettive sul territorio, come spiega il Presidente di CHC Roberto Ciapparelli: “Il Gruppo CHC guarda sempre avanti ed è in continua evoluzione, con tantissime idee che si vogliono tramutare in progetti e concreti risultati. Per il momento siamo presenti nel Nord Italia fino alla Toscana ma non escludiamo nel prossimo futuro di arrivare a coprire anche altre zone del territorio e far conoscere lo stile dell’ospitalità, che ci contraddistingue”.

www.gruppochc.it