Produttori biologici laziali riuniti per portare in città i prodotti della filiera corta... all'interno della Stazione Tiburtina! Un modo diverso di interpretare la pausa pranzo dei viaggiatori in transito, con la possibilità di acquistare tutti i prodotti assaggiati.
Pubblicità

L’Associazione Alimenti Autentici di Qualità Superiore

Agricoltori in marcia su Roma. Più di preciso alla volta della nuova Stazione Tiburtina. Non parliamo dell’ennesima manifestazione di protesta per le quote latte, ma del progetto ideato dall’Associazione Alimenti Autentici di Qualità Superiore (3 AQS) che ha trovato un partner ideale in Grandi Stazioni. Così dalla prossima settimana il piano ammezzato dell’importante snodo ferroviario capitolino ospiterà Farmers, la prima Sosteria Agricola. Un nome, un intento, un piano d’azione.
Nel locale di un centinaio di metri quadri (con possibilità di sedere all’esterno, nell’area allestita per l’uso) confluiranno i prodotti di alcune realtà artigianali del territorio laziale, produttori identificabili, fautori di un’agricoltura sostenibile in rappresentanza di una filiera corta a km 0 che si presenta ai viaggiatori in transito senza intermediari.

Come sarà la Sosteria Agricola

Lo spazio arredato con materiali ecocompatibili si trasformerà nel corso della giornata – con orari d’apertura da maratona, che rispondono alle esigenze di una stazione, 6-24 – presentandosi di volta in volta come caffetteria, wine bar, ristorante e soprattutto punto vendita per l’acquisto delle specialità in arrivo dalle campagne laziali (non solo i prodotti delle aziende coinvolte nel progetto) esposte nelle scaffalature che circondano il bancone. All’interno anche due o tre tavoli per consumare i piatti in arrivo dalla cucina: non solo taglieri, panini gourmet o insalate, ma anche una piccola carta con pietanze calde (un paio di primi e altrettanti secondi) sempre diverse che rispondono al principio di stagionalità.
Non trattandosi di una cooperativa ogni azienda manterrà la sua fisionomia ben precisa e potrà usufruire dello spazio romano per organizzare eventi, degustazioni e corsi per scoprire le piccole realtà presenti sul territorio.

Le aziende laziali coinvolte

Ma quali sono le aziende che hanno aderito al progetto? Presso la Sosteria Agricola sarà possibile assaggiare i vini biologici (da vitigni autoctoni), l’olio e il miele dell’Azienda Agricola Trebotti di castiglione in Teverina (VT), la farina bio semintegrale macinata a pietra, l’olio e la birra artigianale di Treefarm (la stessa azienda dietro al Treebar di via Flaminia), il caffè della torrefazione Haiti (a Roma dal 1950), i prodotti genuini dell’agriristoro Il calice e la stella di Canepina (VT), ancora una volta alle pendici dei Monti Cimini per trovare castagne e nocciole da trasformare in creme spalmabili e olio.
Per un format chiaramente replicabile con la possibilità di coinvolgere sempre nuove realtà. In attesa della prima inaugurazione è già è al vaglio una seconda location romana e lo stesso gruppo potrebbe essere protagonista anche di un’apertura sul territorio laziale. Guardando anche alla Toscana, dove alcune realtà regionali sembrerebbero già pronte a sposare il progetto.

Pubblicità

Farmers – Sosteria Agricola | Stazione Tiburtina, Roma | www.facebook.com/pages/Farmers-Roma/636302383110547

3 AQS | www.facebook.com/pages/3AQS/306589459473413