[caption id="attachment_89437" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2011/12/299954_web.jpeg[/caption]

Il turismo enogastronomico, balneare e naturalistico della Regione Campania in vetrina alla BIT di Milano (Borsa Internazionale del Turismo). 



Pubblicità

Quest’anno la sfida della Regione viaggia anche sui binari della tecnologia, in partnership con Unioncamere Campania e il gruppo editoriale “Gambero Rosso”. Capofila di un progetto di comunicazione integrata, dedicato a dieci Regioni italiane nell’ambito dei progetti interregionali: “Ospitalità nei borghi”, “Approdi di Ulisse” e “L’Isola che non c’è”, la Campania cambia strategia e punta anche sulle “app” per promuovere un paniere d’eccellenza. L’iniziativa  coinvolge dieci Regioni italiane nell’ambito dei progetti interregionali – di cui la Campania è capofila – “Ospitalità nei borghi”, “Approdi di Ulisse” e “L’Isola che non c’è”.  Vere e proprie azioni di cross promotion dell’Emilia Romagna, la Basilicata, la Liguria, il Friuli Venezia Giulia, la Toscana, il Molise, la Sardegna, la Sicilia e la Calabria (e appunto anche la Campania) attraverso pubblicazione di inserti speciali, la messa in onda di speciali televisivi, la definizione di applicazioni per Iphone e smartphone.

Pubblicità
alt

“Partecipiamo alla BIT – commenta l’Assessore Giuseppe De Mita – per la prima volta insieme ad Unioncamere Campania e quindi insieme al tessuto imprenditoriale della Campania. Vuole essere un esperimento che intendiamo ripetere anche per altri importanti eventi di promozione che ci vedranno impegnati. E’ così che, attraverso le nuove modalità organizzative, intendiamo partecipare agli eventi fieristici, e cioè come strumento di supporto al tessuto imprenditoriale della Campania, nel tentativo di avviare l’organizzazione di un sistema turistico maturo e competitivo. Sarà questa la linea strategica che, anche plasticamente intendiamo rappresentare in fiera. Spazio e protagonismo agli operatori, a chi deve lavorare per far emergere, insieme alle istituzioni, la dimensione economico-produttiva del sistema turistico”.

Tra le novità presentate alla BIT 2012, anche il matrimonio di sapori tra Penisola Sorrentina e Costa d’Amalfi. Due realtà non più in competizione che giocano la carta della sinergia: “turismo-territorio tra memoria, identità e futuro”. Ecco allora i produttori delle eccellenze casearie di Agerola a fianco dei migliori interpreti della salumeria della Costa D’Amalfi, il tutto annaffiato da limoncello e pasticceria “made in Sorrento”.

Pubblicità

“La promozione integrata del turismo tra l’amministrazione regionale e il sistema  delle Camere di Commercio della nostra regione – afferma il vicepresidente vicario di Unioncamere Campania, Maurizio Maddaloni – è il primo passo importante che anticipa lo spirito della riforma legislativa regionale del comparto. Attraverso il coinvolgimento pieno della rappresentanza istituzionale delle imprese è possibile puntare ad un nuovo modello di sviluppo delle attività di rilancio del turismo campano, evitando la polverizzazione delle iniziative e garantendo così un’immagine unitaria e forte della Campania sui mercati internazionali. Puntiamo – conclude Maddaloni – a replicare questa collaborazione anche in occasione degli eventi fieristici all’estero”.

Michela Di Carlo

17/02/2012

bit campania