Civitacampomarano

13 Dic 2011, 17:30 | a cura di Gambero Rosso
[caption id="attachment_83032" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2011/11/299360_web.jpeg[/caption]

In origine fu Campomarano.  Dal X secolo d.C in poi,  l'affluenza degli abitanti dei vicini casali, fece assumere al borgo la denominazione di "civitas". In questa "città" borgo domina il Castello Angioino: il suo lato occidentale è lungo oltre 50 metri. Suggestivi anche gli interni: dal cortile si accede a quelle che dov
Pubblicità

evano essere le camere per la sala d'armi, per il corpo di guardia, per le cantine, i granai, le stalle, le prigioni ed i trabocchetti. Vicino al castello sorge la Chiesa di Santa Maria Maggiore. Di notevole pregio è la pala settecentesca dell'altare, in legno intarsiato e oro zecchino. Oltre a ciò sono da visitare le case natali  di due tra i personaggi storici più significativi  del Molise: lo storico Vincenzo Cuoco e il patriota Gabriele Pepe. Civitacampomarano è ricco di campi di ulivo  (fa parte dell'Associazione Nazionale Città dell'Olio). Tra i piatti tipici vanno ricordati le "Screppelle", rustici fritti con pasta di pane, "le "Carogne", frittelle ricoperte di miele, i "Ciell", biscotti di pasta frolla ripieni di mosto cotto,  miele e spezie.

 

locale Nome Indirizzo Telefono WEB EMAIL
Albergo Il Riparo ad 1 Km dalla SS/647 Bifernina, sul Lago di Guardialfiera 3334799595 [email protected]
Ristorante La Passeggiata Contrada Crocella 0874748306
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X