[caption id="attachment_92804" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2013/02/334591_web.jpeg[/caption]

Tiziana Stefanelli, soprannominata fino all’esaurimento l’avvocato da Carlo Cracco, si è aggiudicata l’ambìto titolo nell’avvincente finalissima della seconda edizione di MasterChef Italia, andata in onda il 21

Pubblicità

febbraio su Sky Uno HD. Dati i precedenti record d’ascolti la finalissima non poteva che confermarli, durante la proclamazione di Tiziana come vincitrice, con un picco di share del 4,23%.

Tiziana si è aggiudicata la vittoria dopo un’incredibile rimonta prima su Andrea Marconetti, che ha sfidato e battuto all’Invention Race e poi sul favorito Maurizio Rosazza Prin, vincitore della prima Mistery Box. Con un sofisticato menu, dove ha mescolato i sapori del mare con fois gras e animelle croccanti, è riuscita a convincere definitivamente la severissima giuria, una proposta composta da golosi ricordi di una donna che ama viaggiare e comprare ingredienti che la colpiscono. Dichiara di cucinare spontaneamente nel privato in base alla Mistery Box di casa sua. Compra libri di cucina a non finire, poco importa la lingua, l’importante è che siano ricchi di belle immagini, adora la cucina giapponese (unica cucina light che la incuriosisce).

Si mostra una donna sicura, questo non dovrebbe stupirci dal momento che si è fatta le ossa tra uomini di legge e che è riuscita ad aprire il suo primo studio a soli 30 anni. Una donna di grinta ma non senza modestia, questa vittoria non la trasforma in uno chef, ma, per dirla con le sue parole, in una ‘dilettante talentuosa’. Una donna che vorrebbe magari un giorno aprire un ristorante, ma che in cucina metterebbe qualcun altro più adatto e preparato.

Pubblicità

 

Ha tentato di comprare il ristorante romano testimone del primo bacio tra lei e suo marito senza riuscirci: non vogliono venderlo. Ha molti progetti e sogni, maturati a mente fredda durante gli ultimi mesi, ricordiamoci che la vittoria reale di MasterChef è avvenuta ad agosto, in questo lungo periodo il risultato è rimasto segreto. La preparazione del libro che pubblicherà a breve, Avvocato in cucina, le ha dato modo di non distogliere l’attenzione dai fornelli e soprattutto finalmente di prendersi dei tempi umani per realizzare i suoi piatti non più schiavi dei ritmi stretti e stressanti di un talent show televisivo.
La migliore parte di me” definisce questo ricettario che comprende finalmente ingredienti come panna e burro un tempo totalmente banditi da questa donna tutta Sud (Calabria, Puglia, Sicilia). “Tornata a casa, noti che cucinare è diventato più stressante, famiglia e amici hanno aspettative che prima non avevano allora vien voglia di tornare in tv”, ci racconta. Tiziana non mollerebbe mai il suo lavoro ma non nega una tv-dipendenza che le fa sognare un programma tutto suo.

Alla faccia degli uomini in cucina. È stata senza dubbio il personaggio più discusso della seconda edizione di MasterChef. Ma alla fine lo ha vinto lei. Il suo carattere sicuro, l’ambizione ostentata, le discussioni con l’impietoso Carlo Cracco (“ci siamo scontrati diverse volte ma per lui ho stima e ammirazione e penso sia reciproco”) e lo scandalo “#oilgate“, con cui si è macchiata di scorrettezza, aggiungendo un giro di olio su un piatto, a tempo di prova scaduto, non promettevano bene. Ma se il pubblico non gliel’ha perdonata, i tre giudici decisamente sì. Il seguito è tutto da scrivere, ma l’antipatica Tiziana promette bene non solo ai fornelli, ma dietro la telecamera.

L’appuntamento con il talent show culinario dell’anno non finisce. Un’ultima puntata in onda giovedì 28 febbraio alle 21.00 su Sky Uno HD, conclude il percorso: MasterChef The Movie. Un viaggio che ripercorre tutte le tappe della vittoria di Tiziana, dal suo ingresso nella cucina al coronamento del suo sogno che ci viene rivelata da i back stage come il frutto di determinazione e un pizzico di strategia.

Pubblicità

In attesa del film, MasterChef scende in piazza per un originale live cooking martedì 26 febbraio dalle ore 18 presso il Punto Enel di Milano (Via Broletto 44), la neo vincitrice e Spyros Theodoridis il vincitore della prima edizione, realizzeranno live davanti al loro pubblico una delle ricette che li ha resi famosi.

a cura di Sofia Villa

25/02/2013