Fu edificato tra gli anni ’20 e ’30 del secolo appena trascorso. L’idea era quella di dare nuova vita ad un territorio arido e brullo. A raccontarlo oggi si
Pubblicità

fa fatica ad immaginarlo eppure proprio della Val d’Orcia stiamo parlando. Pienza in particolare. Il Dopolavoro La Foce serviva da punto di incontro, di convivio e dato il periodo di riferimento, anche un po’ di propaganda. Mezzadri, coloni e braccianti confluivano anche da molto lontano per bere vino in compagnia e raccontarsi la giornata. In poche parole nacque per innovare e per unire.

 

Oggi, a più di 70 anni di distanza, non ha perso il suo spirito, rinnovarsi per innovare è la parola d’ordine, la famiglia Origo, proprietaria del complesso, è il mandante, la Laurenzi Consulting l’esecutore e noi del Gambero Rosso ve ne offriamo un’anticipazione. Già agriturismo e azienda olearia, aprirà presto i battenti il nuovo ristorante, molto presto dato che l’apertura al pubblico è prevista per il prossimo 5 giugno.

Pubblicità

 

Altro dato fondamentale, tra i fornelli uno chef che di progetti innovativi ne ha visti tanti, solo per fare qualche esempio, è passato per Gusto, a piazza Augusto Imperatore a Roma, il ristorante stella Michelin “Il Convivio Troiani”, fino all’Antico Arco. Ebbene si, sarà proprio Paolo Anelli ad aggirarsi tra i fornelli della cucina.

 

Ma, come dicevamo, questa è solo una anticipazione. Per cui, se proprio non si resiste alla curiosità, o non si vuole aspettare fino al 5 giugno, ecco a voi una > photogallery d’anteprima.

Pubblicità

 

 

Saverio De Luca
22/05/2012

 


Dopolavoro La Foce
Ristorante Bar

Strada della Vittoria, 90  
Località La Foce (SI)
Tel./Fax: 0578 754025