[caption id="attachment_90593" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/06/316560_web.jpeg[/caption]

Gli emiliani non vogliono darla vinta al terremoto. “Siamo più forti, abbiamo voglia di ricominciare”. E dall'agroalimentare – anima economica e culturale di questa parte d'Italia – vengono alcune tra le iniziative più belle e coinvolgenti per la rinascita.

Il 15 giugno "Una grande se

Pubblicità

rata per un grande scopo” – progetto nato 12 anni fa da tre amici imprenditori, Patrizio e Maurizio Neri, alla guida del Consorzio Frutteto (Cesena) e Mauro Casadei – mette a disposizione della ricostruzione grandi vini e creazioni gastronomiche dei più importanti chef del nostro territorio.

 


 

Pubblicità

“L’incasso sarà interamente devoluto alla protezione civile in favore dei terremotati. Sarà una serata di solidarietà che in questi momenti diventa indispensabile, quasi vitale. Ci tengo a dire che tutti gli chef si sono compattati e hanno risposto prontamente con grande spirito umano ancor prima che professionale.” ci spiega Claudio Amadori, patron del Ristorante Le Giare (foto qui sopra) dove si terrà la serata.

 

 

Altro appuntamento è previsto a Bologna il 18 giugno: per l’intera giornata si alterneranno moltissimi chef, tra cui Massimo Bottura, Piergiorgio Parini e Filippo Chiappini Dattilo (rispettivamente primo, secondo e terzo da sx), che soddisferanno i palati più esigenti e, in questo caso, anche i più sensibili. La giornata è stata organizzata dall’associazione Chef to Chef Emilia Romagna, in collaborazione con Jeunes Restaurateurs d’Europe, Le Soste, Modena a Tavola, Unione Ristoranti Buon Ricordo, Accademia Italiana della Cucina, Slow Food, Associazione Italiana Sommeliers, Unione Italiana Ristoratori e Il Lavoro dei Contadini.

Pubblicità

 

 

A partire dalle 11.00 del mattino saranno allestiti stand di produttori che offriranno ogni genere di prelibatezza e degustazioni. Inoltre gli chef dell’Associazione Chef to Chef saranno all’ Osteria di Porta Europa e al Ristorante Leoni (foto qui sopra) con i 5 ristoratori ‘storici’ dell’area colpita che sono stati e devono ridiventare il simbolo della cultura e dell’identità del territorio. ‘Buriani’ di Pieve di Cento, ‘Osteria La Rosa’ di S.Agostino, ‘Osteria La Fefa’ di Finale Emilia, ‘Il Rigoletto’ di Reggiolo e ‘Il Don Giovanni’ di Ferrara; ai quali sarà devoluto il ricavato netto della manifestazione. La giornata si concluderà con una cena a più mani, dove gli chef si rimboccheranno le maniche e collaboreranno per la creazione del menu solidale.

 

Una giornata all’insegna del gusto, gusto per le papille, gusto di stare assieme per una causa comune, gusto di non abbondare nessuno. A volte è più appagante alimentare la coscienza piuttosto che il corpo, e quando si ha l’opportunità di alimentare entrambi non c’è cosa più soddisfacente.

Cena del 15 giugno (costo 90 euro):
Info e prenotazioni 
Le Giare | Ristorante Le Giare – Tel 0547 51430
Via Al Castello, 368
47020 Montenovo di Montiano (FC) 
> Scopri il menu e gli chef protagonisti


Cena del 18 giugno
(offerta minima 125 euro):
Info e prenotazioni
Ristorante Leoni – Tel 051 700102
Via Stalingrado / Porta Europa
40128 Bologna (Bo)
> Scopri il menu e gli chef protagonisti 

Per le donazioni
:
Associazione CheftoChef emiliaromagnacuochi

 

 

Annalisa Zordan

13/06/2012