[caption id="attachment_93205" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2013/04/336411_web.jpeg[/caption]

Extrascape è il premio-concorso dedicato all'olio extravergine di oliva che tiene insieme come valori inscindibile qualità del prodotto, qualità dell'ambiente in cui l'olio di oliva è prodotto e uso turistico dell'ambiente e del paesaggio rurale.

 

Pubblicità

336413_web.jpeg” alt=”” />

Un olivo secolare fotografato da Guerino Trivisonno (che firma anche la foto di apertura)

 

Pubblicità

L’evento, in programma dal 27 al 30 aprile a San Martino in Pensilis (Campobasso), all’interno del Palazzo Baronale, è alla sua seconda edizione e rappresenta una sorta di unicum nel panorama dei concorsi e dei premi dedicati all’olio di oliva. Anche perché cavalca una tendenza che, partita dal mondo del vino, si sta allargando a macchia d’olio (è il caso di dire!) anche ai settori limitrofi, quello dell’olivicoltura in primis: l’agriturismo, il turismo rurale, è un fenomeno in grande crescita tanto che a Pasqua ha fatto segnare un + 35% rispetto allo scorso anno. 

 

Il paesaggio dell’azienda di Marina Colonna

 

Pubblicità

Durante il concorso-evento molisano, si parlerà di turismo dell’olio: fenomeno in crescita, ma ancora tutto da scoprire e da percorrere. San Martino in Pensilis, ad esempio, è di per sé un primo esempio di paesaggio olivicolo e di eccellenza produttiva: ha sede lì l’azienda di Marina Colonna che produce ottimi extravergine e che quest’anno si è aggiudicata le Tre Foglie nella guida Oli d’Italia 2013 del Gambero Rosso. Pubblicazione che parte proprio dal legame stretto tra eccellenza dei prodotti e uso del territorio, avendo un ampio corredo di consigli per la sosta ed essendo consultabile anche come una vera e propria guida al turismo rurale in Italia.

 

 

Le foto delle aziende olearie vincitrici del concorso dello scorso anno, entrambe spagnole: La Casas de Hualdo a Toledo e, sopra, il Castillo de Canena a Jaen

 

Interessante è la logica del premio Extrascape, che attribuisce all’olio extravergine di oliva proprio la duplice valenza organolettica e paesaggistica: la votazione è doppia e si unisce in un risultato unico, partendo dall’assunto che “da un buon paesaggio deve venire un olio buono”.

 

Vedi il programma di Extrascape

 

 

22/04/2013