Siamo andati a trovare Giorgio Barchesi, volto del Gambero Rosso Channel che con il suo “Giorgione - Orto e cucina” racconta i segreti della cucina più verace. La stessa che abbiamo assaggiato a Montefalco, nel suo nuovo ristorante Giorgione Alla Via di Mezzo.
Pubblicità

È uno dei volti del Gambero Rosso Channel: Giorgio Barchesi, per i molti fan semplicemente Giorgione, è lontano anni luce dall’immagine patinata degli chef televisivi più fashion. E dalla cucina gourmet, fatte di minuterie e cesello. Il suo stile è generoso e pieno: tutto “orto e cucina” come recita il titolo della sua trasmissione. Sapore e natura, e poi il gesto del cuoco e il lavoro del fuoco. Al grido di “Laidi e corrotti per voi è finita!” racconta in tv una cucina genuina, golosa, tradizionale; la stessa che si ritrova sulle tavole – questa volta reali – del suo ristorante di Montefalco, di cui vi avevamo già detto qualche mese fa, per l’apertura. Vi avevamo già detto di questa nuova avventura, dell’Antico Frantoio Brizi che lo ospita, del nome ereditato dal precedente ristorate di Bevagna, dell’ambiente caldo, accogliente e informale. Ma ora vogliamo raccontarvi la nostra esperienza.

Entrando nel regno di Giorgione e della moglie Marianna, subito si percepisce che la rustica atmosfera che vi si respira è specchio di una cucina altrettanto semplice e verace. Non si vuole stupire con effetti speciali o mise en place lussuose. Nulla di tutto ciò. Ogni cosa è basilare: tavoli in legno, tovagliette in carta riciclata, colorati sottopiatti in ceramica. Forchetta, coltello, bicchieri da acqua e vino e nulla più. Essenziale come nella miglior tradizione delle trattorie italiane.

Giorgione, sempre presente nel locale, accoglie con un calice di benvenuto e invita gli ospiti a servirsi al buffet degli antipasti. Una sequenza di proposte robuste: peperoni gratinati al forno, peperoncini ripieni, radicchio in tanti modi, carciofini sott’olio, olive all’ascolana e al naturale, capperi, acciughe, ceci e nervetti, “cotti più di 72 ore con continuo ricambio d’acqua” come Giorgione tiene a precisare; una cottura lenta che regala una consistenza deliziosa. Salumi e formaggi completano il ricco buffet degli antipasti: pecorini umbri di diverse stagionature, ottima gorgonzola e ricotte salate; salame di Norcia e altri affettati. Dopo un inizio del genere per qualcuno sarà difficile continuare, ma preparatevi e sappiatevi regolare, perché Giorgione è tanto abile in cucina quanto convincente in sala. E non accetterà nessuna rinuncia dei piatti in degustazione: anche solo un piccolo assaggio ma diventerà impossibile rifiutare. Per fortuna!

Pubblicità

In sequenza vi arriveranno piatti gustosi, appaganti, di chiara impronta territoriale e che cambiano quotidianamente: tagliatelle al ragù bianco di cinghiale o con i broccoli, ravioli ai funghi porcini e tartufo, o fettuccine con sugo di carne. Per proseguire con i secondi piatti: ancora un continuo rimando ai sapori della tradizione. A seconda dei mesi dell’anno verrà proposta cacciagione o carne bovina, stinco di vitello, arista di maiale, arrosti, quaglie ripiene, spezzatino di cinghiale e ancora capocollo e faraona al forno. Tutto accompagnato da patate al forno e insalate di stagione, ça vasans dire.
No, non è ancora finita, perché il menu degustazione prevede, dopo il buffet di apertitivi, due primi piatti e due secondi con contorno, anche un tris di torte fatte in casa, solitamente una al cioccolato, una alle mandorle e una più soffice. Caffè, grappa e una bottiglia di Rosso di Montefalco della casa completano la proposta degustazione (25€) ma dalla cantina si può scegliere tra diverse referenze, locali e nazionali.

Giorgione Alla Via di Mezzo | Montefalco (Pg) | via Santa Chiara da Montefalco, 52 | tel. 0742.362074 | email: [email protected]

a cura di Stefania Bobbio