Dopo i classici piatti della tradizione natalizia e i ricchi menu del veglione, arriva il nuovo anno, a ingolosire le tavole di gennaio un fiume di prodotti di stagione.
Pubblicità

Felice anno nuovo. È questa la frase che celebra l’arrivo di gennaio, un mese che sancisce l’inizio di un nuovo percorso, di nuove avventure e che chiude definitivamente l’annata appena conclusasi. Un mese che, appena passati i veglioni di Capodanno e a un passo dai pranzetti dell’Epifania, apre le porte alla convivialità, allo stare insieme attorno a una tavola calda ed accogliente: insomma, apre le porte al gusto. E alla voglia di casa dopo le tante occasioni festose di fine anno.
Cercando tra le nostre tradizioni si scoprono tante ricette legate a determinati periodi dell’anno: da questo punto di vista gennaio segue la scia degli altri mesi invernali con una grande ricchezza di prodotti. Indispensabile scegliere un’ottima materia prima: fresca buona ma soprattutto di stagione. Solo così si avrà il massimo risultato nei nostri piatti e anche un tesoro dal punto di vista nutrizionale, fondamentale per resistere al clima rigido di questa stagione.
Tra le verdure ci sono bietole, tutta la famiglia delle crucifere – broccoletti, verza cavolfiori, cavolini di Bruxelles, cavolo rosso – poi cardi, carote, carciofi (è tempo di mammole, i cosiddetti carciofi romaneschi), cicoria, cipolle, finocchi, indivia riccia, lattuga romana, patate, porri, scarole: una vasta gamma di sapori e colori protagonisti di leccornie come i carciofi alla romana, cardi gratinati e la gustosa minestra maritata.

Oltre ai dolciumi che la Befana porta nelle nostre case, il mese di gennaio apre le porte anche a tantissima frutta di stagione: mele, pere e kiwi sono accompagnati da profumatissimi agrumi: limoni, cedri, mandarini, arance e pompelmi; qualora si volessero preparare degli ottimi liquori fatti in casa, uno su tutti il limoncello, questo è il momento giusto: gli infusi ottenuti con gli agrumi di questo particolare periodo dell’anno doneranno ai vostri liquori aromi delicati ma intensi.
Prima di lasciarvi vogliamo ricordare, come sempre, di rispettare anche la stagionalità delle specie ittiche. Nel mese di gennaio i nostri mari abbondano di sarde, sogliole, triglie, merluzzi e rane pescatrici: orientarci verso queste particolari specie marine ci permetterà di gustare al meglio le loro caratteristiche, rispettandone allo stesso tempo la riproduzione.

a cura di Giuseppe Buonocore

Pubblicità