Imprenditoria: serve più Valore D(onna)

16 Feb 2012, 16:56 | a cura di Gambero Rosso
[caption id="attachment_89427" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/02/302498_web.jpeg[/caption]

Si fa (finalmente) un gran parlare di donne e mondo del lavoro. E per fortuna, in modo (finalmente) serio. Una presenza che coinvolge non solo la politica, il welfare, la giustizia, l'economia (i nuovi ministri donna docent), ma anche l'enogastronomia, dove già da qualche anno vanno spopolando le imprese e le associazioni al femminile.

Pubblicità

/>
Basti pensare a realtà come l'Associazione Nazionale Le Donne del Vino, fondata nel 1988 e che oggi conta oltre settecento iscritte tra produttrici, ristoratrici, enotecarie, enologhe, sommelier e giornaliste, che promuovono in tutta Italia la cultura del vino nel senso più ampio, sfidando apertamente una tradizione, quella del settore vinicolo, notoriamente di linea maschile.

Discorso diverso per l'olio con cui, invece, le donne sembrano determinate a rivendicare il proprio legame storico e culturale: emblematico l'esempio di Pandolea, l'associazione fondata nel 2002 da un gruppo di donne produttrici con lo scopo di diffondere la cultura dell'oro giallo tra ristoratori e consumatori e che oggi conta oltre 40 associate tra produttrici, agronome e operatrici dell'ospitalità di tutta Italia.

Pubblicità

Tanto ci sarebbe da dire sulle donne chef - Cristina Bowerman, Valeria Piccini, Agata Parisiella, Nadia Santini, Aurora Mazzucchelli, tra le altre - , anch'esse in lotta continua per trovare il proprio posto di rilievo in mezzo a un esercito di uomini chef. Insomma, altro che casalinghe tutte figli e faccende domestiche: le donne nell'imprenditoria ci sono e si fanno sentire.

E lo hanno fatto ieri a Roma, in occasione del primo convegno nazionale di Valore D (Donne al Vertice per l'Azienda di Domani, la prima associazione di grandi imprese creata in Italia per sostenere la leadership femminile in azienda) dal titolo "Generare valore senza esclusione di genere", in cui si sono riunite manager, rappresentanti delle istituzioni, della cultura e dell'università per confrontarsi su come Valorizzare la competenza e il contributo delle donne.



Gambero Rosso
è stato presente al convegno realizzando un percorso gastronomico rappresentativo delle migliori realtà artigianali e dei prodotti del territorio, in un lunch veloce offerto dai Panificatori della CNA capitolina, attraverso l’Associazione Panificatori di Roma e Provincia, cui sono stati abbinati i vini offerti, ovviamente, dall'Associazione Donne del Vino del Veneto e gli oli offerti dall'Associazione Pandolea.

Flavia Rendina
16/02/12

Pubblicità
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X