In viaggio. Taiwan, l’isola che mangia di notte

10 Mar 2016, 14:00 | a cura di Lorenzo Ruggeri

Ossessionata dalla tecnologia e radicata in un vortice di tradizioni gastronomiche fatte di bancarelle e mercati brulicanti. Soprattutto di notte.

Pubblicità

Sono i mercati notturni a dettare i ritmi di Taiwan. Le luci sono intense, la calca ordinata ma pressante, l’atmosfera hot and noisy, dalle 6 pm a prima mattina. In cucina le consistenze spiazzano, proprio come gli abbinamenti. La separazione netta tra piatti dolci e salati si sfalda. Oltrepassato il primo momento d’impasse, c’immergiamo nel flusso di questi mercati che brulicano di vita, sono oltre 100 sull’isola. Protagonisti gli xiao chi, letteralmente piccoli bocconi, cucinati sul momento, che raccontano ancora le specialità del luogo. Grattacieli da 101 piani circondati da bancarelle e piccole botteghe con profumi che stridono con l’immagine di un’isola ossessionata dalla tecnologia. I taiwanesi amano stare insieme e spizzicare a tutte le ore, meglio quando il sole scende e la temperatura, seppure di poco, allenta la sua pressione.

 

Taipei & Surrounding area alla scoperta dei mercati

Storicamente i venditori si radunavano nelle piazze o nei dintorni dei templi. È il caso del Keelung Temple Night Market(40 km a nord di Taipei) dove si rifocillavano le persone che accorrevano per interrogare le divinità attraverso delle apposite tavolette lanciate in aria a mo’ di dadi. Keelung è una città portuale e il pescato la fa da padrona: frittelle di squalo (sapore tra pollo e maiale) con una salsa agrodolce che spezza la consistenza cartilaginosa. Poi un classico di Taiwan: le omelette di ostriche con salsa di soia o agrodolce a base di chili. Ancora, zuppa a base di riso e anguilla. E il PaoPao ice, uno splendido sorbetto, preparato all’istante con legumi e tuberi. Sapori intensi, mai particolarmente sapidi: in evidenza il dolce e le note farinose. “Alcuni piatti italiani risultano troppo salati per il palato locale e li ho dovuti riadattare”racconta infatti Marco Priolo chef del Marco Polo a Taipei.

Pubblicità

Gli occidentali che vivono sull’isola sono pochi, ma in costante crescita: l’offerta di lavoro è alta, il costo della vita basso. Nel centro di Taipei, c’imbattiamo in una montagna di gelato (shaved ice) alla papaya da Ice Monster, un’istituzione in città. Andiamo assaporare ottimi ravioli (xiao long bao) al vapore con gamberi al Din Tai Fung; la pasta è talmente sottile da rendersi quasi impercettibile, la versione grigliata con carne ha un contrasto croccante da manuale. Din Tai Fung ha aperto ristoranti in tutto il mondo: forse presto anche a Milano.

Taiwan è anche un ottimo posto per la cucina giapponese: un buon indirizzo è il Taipei Fish Market, recentemente ristrutturato, con un’infinità di tavole alternate a vasche, e ristoranti anche molto curati: sushi da mangiare rigorosamente in piedi. Oltrepassiamo lo Shilin Night Market, troppo turistico, e siamo al Ningxia Night Market: celebre qui il pollo barbecue, che viene prima fritto e poi ripassato sulla griglia con soia e altre spezie. Altre specialità: ali di pollo con il granchio, riso con le zampe di maiale, saltimbocca di erbe cipolline di yilan. I gaosembrano i nostri arancini: ripieni di ostriche, uova e chili. Chiudiamo con lo spauracchio, lo Stinky tofu: la fermentazione prolungata dona al tofu un carattere grasso ed evoluto strabordante: assaggiarlo è da coraggiosi. Tom Curry, canadese trapiantato a Taiwan e direttore della Taiwan Wine Academy, ci aveva avvisati: “Come riconosci di esserti fermato troppo a lungo a Taiwan? Quando inizia a piacerti lo stinky tofu!”.

 

La colazione di mare

Tainan, a sud, capitale gastronomica del Paese (“la città degli xiao chi”) è stato il primo centro abitato sull’isola, e conserva splendidi templi confuciani insieme a un traffico vitale, contiamo più motorini che persone. Qui è il trionfo della frutta. La colazione è il pasto principale della giornata, in tavola non arrivano cornetti o panckake, quanto il milkfish, in tutte le sue parti: si parte con un porridge di riso con la pelle del pesce, poi una zuppa con i filetti. Quindi le interiora fritte, con una spolverata di zenzero, pepe e limone. Il milkfish è caratteristico del nordest asiatico, al sapore sembra un salmone. A notte fonda si assaporano invece zuppe con noodle e anguilla e soprattutto polpette di maiale (goingwan)o di pesce spada, in un brodo a base di zenzero e coriandolo. Si chiude col bubble tea(o pearl milk tea): tè verde o nero con latte (o panna) e palline di tapioca.

Pubblicità

 

Oolong, lo Champagne del tè

L’oolong esprime al contempo una leggerezza e complessità aromatica senza paragoni nel mondo del tè. Conserva la fragranza e finezza propria del tè verde, da una parte, e l’apporto speziato, tipico del tè nero, dall’altra. Su questo sottile dualismo esiste un mondo di sfumature e tipologie. Rappresenta una percentuale minima del tè mondiale, il 2% appena, e di questa piccola fetta il 20% viene prodotto nella zona centrale di Taiwan.

Il tè, proprio come il vino, ha tante denominazioni e indicazioni. L’oolong d’alta quota (High Mountain Oolong) è il più pregiato, l’area di coltivazione è situata tra 1.000 e i 2.500 metri, più si sale, più il tè guadagna in fragranza e purezza nei profumi: si possono arrivare a pagare anche 400 euro per 500 grammi. Come un buon vino, i migliori oolong beneficiano dell’invecchiamento. E d’estate, grazie una lenta infusione a freddo, trovano una nuova dimensione.

 

La scoperta del vino

Sono 12 le aziende di vino a Taiwan: in un clima tropicale si può produrre grazie alla varietà resistenti frutto d’incroci tra vite europea e americana. È il caso del Domaine Shu-Heng, nella regione di Taichung, che ha iniziato a vinificare in proprio dal 1999, alla fine del monopolio di stato sugli alcolici, al quale conferivano le uve dagli anni ‘60. I vitigni sono golden muscat e black queen, con vigne disposte a tendone. “Solitamente facciamo 2 vendemmie, a metà luglio e a metà dicembre”ci racconta sorridendo il proprietario Chen. La qualità deve crescere, ma l’interesse è già alto. Gli addetti del settore sono giovanissimi e hanno potere di acquisto e fame di conoscenza. Le scuole di sommelier fioriscono, in tanti hanno studiato in Europa per poi tornare e aprirsi un wine bar o un’enoteca.

 

 

GLI INDIRIZZI

 

Ristoranti Taipei

 

 

Din Tai Fung

110, Taiwan, Taipei City, Xinyi District, City Hall Rd, 45號台北101購物中心

 

Senn 先酒肴

106, Taiwan, Taipei City, Da’an District, Section 1, Dunhua S Rd, 163號號2 樓

 

Dan Wan BBQ

 

Keelung Night Market

Aisan Rd, Ren’ai District, Keelung, Taiwan 200

 

Taipei Fish Market

No. 531, Wanda Rd, Wanhua District, Taipei , Taiwan 108

 

Ningxia Night Market

Ningxia Rd, Datong District, Taipei City, Taiwan 103

 

Ristoranti Tainan

Tu Hsiao Yueh 度小月

No. 16 Zhongzheng Rd. Tainan

 

A-sha

‪Lane 84, Section 2, Zhōngyì Road, Zhongxi District‬, Tainan

 

Tea House

Jioufen Teahouse

No. 142, Jishan St, Ruifang District, New Taipei City, Taiwan 224

 

a cura di Lorenzo Ruggeri
foto Andrea Ruggeri

Articolo uscito sul numero di Dicembre 2015 del Gambero Rosso. Per abbonarti clicca qui

 

Per leggere In viaggio. Valtellina e Valchiavenna: le terrazze sul mondo clicca qui

Per leggere In viaggio. Estremadura. Attorno al mito del Patanegra clicca qui 

Per leggere In viaggio. 24 ore a Cosenza clicca qui

Per leggere In viaggio. La Tunisia da gustareclicca qui

Per leggere In Viaggio. Matera, colazione nei Sassi clicca qui

Per leggere In viaggio. Calabria, sulla Sila, dove la neve guarda due mari clicca qui

Per leggere In viaggio. Cuba, il fascino dei Caraibi clicca qui

 Per leggere In viaggio. Il Sannio: una terra da scoprire e da gustare clicca qui

Per leggere. In viaggio. Atene: la cucina come simbolo di condivisione e coesione clicca qui

Per leggere In viaggio. Alla scoperta del Burgenland. E dei suoi vini (perfetti per le feste) clicca qui

Per leggere In viaggio. Ancora Roma per il Giubileo, in versione street food clicca qui 

Per leggere In viaggio. Roma al tempo del Giubileo, vol. 2: cucina creativa ed estro artistico clicca qui

Per leggere In viaggio. Roma apre le porte al Giubileo: l'itinerario della tradizione clicca qui

Per leggere In viaggio. Piccole delizie di Puglia in provincia di Bari clicca qui

Per leggere In viaggio. Ticino. Il sapore della natura, per Costituzione clicca qui 

Per leggere In viaggio. Amsterdam tra street food e degustazioni di Gouda clicca qui

Per leggere In viaggio. Puglia, autunno tra gli ulivi clicca qui

Per leggere In viaggio. Il nuovo volto di Riga che riscopre la sua identità clicca qui

Per leggere In viaggio. Colombia: la cucina mas rica del mondo clicca qui

Per leggere In viaggio. Imperdibile Göteborg clicca qui

Per leggere In viaggio. Mantova, non solo sbrisolona e tortelli clicca qui

Per leggere In viaggio. Aosta, 48 ore sulla cima del gusto clicca qui

Per leggere In viaggio. Umbria mistica tra olivi e vigne sulle Strade del Cantico clicca qui

Per leggere In viaggio. Gansu, la Cina dei monaci: spiritualità e sapori nel segno del Budda clicca qui

Per leggere In viaggio. Venezia: mangiare sulle isole per la Mostra del Cinema clicca qui

Per leggere In viaggio. Gallura, la Sardegna tra mare e cantine clicca qui

Per leggere In viaggio. Cicladi, il blu dell’Egeo e il verde degli orti clicca qui

Per leggere In viaggio. La costa dei trabocchi: l'Abruzzo che non ti aspetticlicca qui

Per leggere In viaggio. Il Val di Noto, tra barocco e tradizioni gastronomiche clicca qui

Per leggere In viaggio. Alla scoperta di Conegliano tra vini, formaggi e panorami da sogno clicca qui

Per leggere In viaggio. Cipro. L’isola dal sapore di fiaba clicca qui 

Per leggere In viaggio. 48 ore (ma anche di più) a Firenze. I consigli golosi di Leonardo Romanelli clicca qui

Per leggere In viaggio. Dolomiti Friulane: coltelli, selvaggina e salumi arcaici clicca qui 

Per leggere In viaggio. Genova, 48 ore nella città della Lanterna clicca qui

Per leggere In viaggio. Yorkshire, l'Inghilterra più foodie clicca qui

Per leggere In viaggio. Etna, Il sale del vulcano, il dolce del sole clicca qui

Per leggere In viaggio. Giro della Sicilia in 4 microbirrifici clicca qui

Per leggere In viaggio. Modena, ieri, oggi e domaniclicca qui

Per leggere In viaggio. Germania del Nord, sulle rotte della Lega Anseatica clicca qui

Per leggere In viaggio. Alla scoperta della Liguria di Ponente clicca qui

Per leggere In viaggio. Fusion madrileno: la new wave gastronomica ispano-asiatica in 4 indirizzi clicca qui
Per leggere In viaggio. Paesi Baschi vol. 2: tour alla scoperta dei pintxos di Bilbao clicca qui

Per leggere In viaggio. Cilento: terra di bufale, formaggi e dolci golosi clicca qui

Per leggere In viaggio. La Piccola Polonia da Cracovia ai Carpazi clicca qui

Per leggere In viaggio Dall'Appennino all'Adriatico nella Marca Fermana clicca qui

Per leggere In viaggio. Dove mangiare a Verona nei giorni del Vinitaly clicca qui

Per leggere In viaggio. Ginevra: verso l'Expo a passi ecosostenibili clicca qui

Per leggere In viaggio. Riga, la nuova cucina lettone clicca qui

Per leggere In viaggio. Agnone, nel paese delle campane tra soste golose e passeggiate nella natura clicca qui

Per leggere In viaggio. Sicilia d'inverno: nuovi locali e vecchie trattorie clicca qui

Per leggere In viaggio. Firenze: le belle arti… del quinto quarto clicca qui

Per leggere In viaggio. Bruges & Anversa: cioccolato, birra e la cucina dei Primitivi Fiamminghi clicca qui

Per leggere In viaggio. A Vienna per i 150 del Ring, tra caffè e giovani chef clicca qui

Per leggere In viaggio. Sapori di confine da Trieste al Carso clicca qui

Per leggere In viaggio. Cuba: racconto di una serata alcolica sulle tracce di Hemingway a la Habana clicca qui

Per leggere In viaggio. Paesi Baschi: tour alla scoperta dei pintxos di San Sebastian clicca qui

Per leggere In viaggio. Pantelleria. Alla scoperta della Figlia del Vento clicca qui

Per leggere In viaggio. Soave: a spasso tra vigneti e grandi tavole clicca qui

Per leggere In viaggio. La Piana di Sibari e i sapori del Pollino clicca qui

Per leggere In viaggio. Venezia: autunno in laguna clicca qui

Per leggere In viaggio. La Cina. Seconda tappa: Pechino e Shanghai clicca qui

Per leggere In viaggio. La Cina. Prima tappa: Xi’an, la capitale antica clicca qui

Per leggere In viaggio. Torino, il Salone del Gusto, la Reggia di Venaria clicca qui

Per leggere In viaggio. Il Frusinate: tesori d'Appennino clicca qui

Per leggere In viaggio. Val Tidone, quei sapori tra le vigne clicca qui

Per leggere In viaggio. Cadore: i sapori delle Dolomiti clicca qui

Per leggere In viaggio. Cosa porta con sé la Scozia se vota per l’indipendenza? Angus, whisky e ostriche clicca qui

Per leggere In viaggio. Conero da cima a fondo. Le sorprese delle Marche e della costa Adriatica clicca qui

Per leggere In viaggio. Il Sulcis Iglesiente, Carloforte e Sant'Antioco: la Sardegna tra mare e terra clicca qui

Per leggere In viaggio. Dove mangiareinLanghe, Roero e Monferrato. Consiglia Davide Palluda clicca qui

Per leggere In viaggio. In Salento tra panorami marini, vigneti, olivi secolari e arte barocca clicca qui

Per leggere In viaggio. A Genova e dintorni per scoprire i profumi e i colori di una terra stretta fra monti e mare clicca qui

Per leggere In viaggio. Dove mangiareinCosta Azzurra. Indirizzi golosi tra la Francia e l'Italia suggeriti da Mauro Colagreco clicca qui

Per leggere In viaggio. Dove mangiareinIstria. Itinerario goloso tra negozi e ristoranti suggeriti da Ana Roš clicca qui

Per leggere In viaggio. Dove mangiare a Formentera clicca qui

Per leggere In viaggio nel Pollino, il parco dei tesori clicca qui

Per leggere In viaggio da Trapani a Erice. Sale, aglio e genovese clicca qui

Per leggere In viaggio tra sassi e mare alla scoperta della provincia di Matera clicca qui

Per leggere In viaggio nella Penisola Sorrentina: oltre al mare c’è di più clicca qui

Per leggere nel cuore di Perugia. Indirizzi foodies e musica jazz clicca qui

Per leggere In Istria alla ricerca di sapori tra Croazia e Slovenia clicca qui

Per leggere In viaggio verso Foggia e la Daunia clicca qui

Per leggere In viaggio in Portogallo tra Porto e baccalà clicca qui

Per leggere In viaggio. InTrentino tra sapori di malga clicca qui

Per leggere In viaggio. Sulle strade della mozzarella clicca qui

Per leggere In viaggio nel Gran Paradiso tra fontina e ghiacciai clicca qui

Per leggere In viaggio.In Alsazia tra Reseling e foie gras clicca qui

Per leggere Piceno in tour alla scoperta di pecorino e olive ascolane clicca qui

Per leggere Sicilia occidentale in tour volume 1. Castel di Tusa, Palermo e Regale ali di Tasca clicca qui

Per leggere Sicilia occidentale in tour volume 2. Da Agrigento a Trapani passando per Marsala e la valle dei templi clicca qui

Per leggere Castellammare, Gragnano, Agerola, Furore, Amalfi. Storie, sapori e testimonianze dell'altra costiera clicca qui

Per leggere Molise panorami e sapori di una regione da scoprire clicca qui

Per leggere alla scoperta di una Puglia insolita clicca qui

Per leggere Vulture in tour un viaggio tra cantine e paesaggi straordinari clicca qui

 

 

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X