La guida per i piccoli: Ristoranti baby-friendly

6 Feb 2012, 15:29 | a cura di Gambero Rosso
[caption id="attachment_89288" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/02/302050_web.jpeg[/caption]

Fare i genitori è un felice lavoro a tempo pieno: chi lo è lo sa. E sa anche che tempo libero, hobby e passioni non possono che essere vincolate ai bimbi, a meno che non si propenda per l'opzione baby-sitter/nonna/collegio svizzero. Anche per chi ha il pallino del ristorante non sempre le cose si mettono bene, soprattutto per chi h

Pubblicità

a generato bimbi allegri e iperattivi o smaniosi e inappetenti (tranquilli, passa!). Ma non tutti i locali sono uguali e, se si sceglie seguendo regole semplici ma indispensabili, i rischi di trasformare il vostro giorno libero in un incubo sono ridotti al minimo.

 

Proprio da qui è partita la rivista Giovani genitori per la redazione della guida Ristoranti baby-friendly. Il volume, suddiviso in comode schede da staccare e portare in giro, riporta 400 indirizzi di Torino e provincia, suddivisi fra ristoranti, trattorie, pizzerie e bar in cui fermarsi a fare merenda. La prima caratteristica ricercata è la cucina semplice, o comunque la possibilità di ordinare piatti come pasta al pomodoro, cotoletta alla milanese e patate al forno. La seconda prerogativa dei locali è l'ambiente rilassato, gioviale e informale: di sicuro l'atmosfera intima e i piccoli clienti vanno d'accordo come cani e gatti. Infine, la cosa più importante: le attenzioni destinate a loro. Dal seggiolone, al fasciatoio, dai giochi all'aperto, all'album con le matite colorate. Una guida indispensabile per chi vuole trasmettere ai figli l'amore per la tavola facendo vivere loro delle esperienze positive e divertenti.

Pubblicità

 

06/02/2012

c.pa.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X