[caption id="attachment_92298" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/06/315925_web.jpeg[/caption]

Presentata a Roma, presso la sede della stampa estera, la nuova edizione di “Le strade della Mozzarella”: la manifestazione che, nel mese di maggio, riunirà a Paestum i grandi nomi dell'enogastronomia nazionale intorno a una protagonista: la mozzarella di Bufala Campana Dop.

Dal 20

Pubblicità

05 a oggi l’iniziativa ha consolidato il suo tema centrale: il rapporto tra prodotti di qualità e territorio. Una relazione stretta che richiede un lavoro collettivo. Il legame tra chi produce, chi cucina, chi scrive, è una delle chiavi di volta della valorizzazione dell’eccellenza: fare sistema diventa un obiettivo oltre che una necessità per creare una crescita condivisa dell’intera regione – che muove dalla gastronomia al turismo – oltre che per divulgare e tutelare un prodotto ormai simbolo della Campania e dell’Italia intera: la mozzarella di bufala.

Fare rete –  spiega Albert Sapere,  ideatore dell’iniziativa con Barbara Guerra  – significa “favorire quanto più possibile l’agricoltura di qualità, facendone il biglietto da visita dei vari territori”. Per questo insieme al meglio della produzione locale a Paestum ci saranno anche i nomi più importanti della nostra ristorazione, che di quei prodotti si fanno portavoce nelle tavole dentro e fuori i confini nazionali. Chef e non solo (ci saranno anche i blogger ai fornelli il 7 maggio) per interpretare alcuni dei prodotti del sud Italia, in un’alternarsi di appuntamenti e degustazioni. Con un approfondimento sulla pizza, l’8 maggio, con tre sessioni di lavoro dedicate all’impasto, alla farcitura, alla cottura. Un focus su uno dei prodotti iconici dell’Italia a tavola, simbolo di un artigianato che si fa arte nella ricerca del prodotto e nell’affinarsi della tecnica.

Nei tre giorni della manifestazione, organizzata con il contributo del Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana Dop, si alterneranno degustazioni, incontri, momenti di riflessione e occasioni per raccontare il meglio di un territorio ricco e generoso. Tanti i nomi degli chef presenti, tra loro Gennaro Esposito, che ha preso parte anche alla conferenza stampa di presentazione, Heinz Beck, Massimo Bottura, Ciccio Sultano, Niko Romito, e moltissimi altri: una sintesi dell’alta ristorazione italiana chiamata a raccolta a Paestum. Giovani e meno giovani esponenti dell’eccellenza a tavola. 

Pubblicità

 

Proprio ai giovani è dedicato un appuntamento dal titolo “Trentenni Generazione Perduta?” che riunisce 15 chef del Centro e del Sud Italia per raccontare il loro percorso professionale. Fare rete significa anche individuare il profilo di una professione che, in un momento economico particolarmente difficile per l’Italia, riesce a dare spazio ai più giovani. Tanti sono i cuochi non più solo emergenti, ma già affermati, che ben al di sotto della soglia dei 40 anni hanno trovato il loro spazio. In cucina esiste realmente il ricambio generazionale?Partecipano a questo appuntamento, tra gli altri, Cristian Torsiello, Giuseppe Iannotti, Roy Caceres, Luciano Monosilio, Nicola Fossaceca, moderati da Enzo Vizzari, Luigi Cremona, Luciano Pignataro, Francesco Aiello.

Le strade della Mozzarella

Pubblicità

dal 6 all’8 Maggio 2013
Le Trabe Parco Capodifiume, Paestum
www.lestradedellamozzarella.it