L'educazione alimentare comincia in età infantile ma parlare di cibo, delle abitudini di consumo e dell'importanza di una dieta corretta con i più piccoli alle volte può diventare un'impresa ardua. E allora vengono in soccorso i libri per l'infanzia dedicati a questo tema tanto delicato quanto complesso. 

Pubblicità

Educazione alimentare: il ruolo della cucina

A che età si può iniziare a parlare di dieta corretta e nutrizione con i bambini? Da subito, coinvolgendoli direttamente nelle scelte alimentari, a cominciare dalla spesa. Questa la risposta dei professionisti, che sottolineano l’importanza di una comunicazione chiara e diretta con i più piccoli, ponendo l’accento sulla centralità del ruolo di genitori e insegnanti nella formazione dei ragazzi. Perché non è mai troppo presto per iniziare a mangiare consapevolmente, e se trovare le parole giuste per affrontare il tema può risultare difficile, gli adulti possono fare affidamento su una ricca collezione di testi, italiani e stranieri, scritti appositamente per i bambini. “I volumi che si rivolgono direttamente ai ragazzi come lettori sono fondamentali per la loro consapevolezza alimentare”, spiega Giorgio Donegani della Fondazione Italiana Educazione Alimentare (Foodedu), e aggiunge: “Acquisire coscienza di ciò che si sta mangiando è un passo determinante per la crescita di un bambino”. Soprattutto oggi che i più piccoli stanno gradualmente perdendo il contatto con la realtà, la campagna e la cucina: “Spesso molti bambini non riescono a capire che il pollo comprato al supermercato è lo stesso che hanno visto nella fattoria, o ancora non vedono il nesso fra formaggio e latte. Fino a una ventina di anni fa questo non accadeva, perché si faceva esperienza diretta con gli alimenti assistendo la mamma in cucina, oppure, per i più fortunati, direttamente in campagna”. Perché in passato la cucina rappresentava “un luogo dove venivano tramandate ricette, tradizioni e la cultura del cibo”, un’usanza che si è andata gradualmente a perdere col tempo, “basti pensare anche alle architetture moderne, che spesso riservano alla preparazione dei pasti solo un ‘angolo cottura’”.

I programmi tv e i libri

Un vero paradosso se si pensa alla sempre più frequente divulgazione della cultura gastronomica che avviene attraverso i media, televisione in primis. O no? “In realtà i programmi tv parlano della figura dello chef e mettono in luce l’aspetto più negativo della cucina, quello competitivo. Per insegnare ai bambini a mangiare bene e sano occorre eliminare qualsiasi fattore di ansia”. Vietato, dunque, far vivere allergie e intolleranze come un limite, e lo stesso vale per le scelte etiche come il vegetarianismo: “La diversità è una risorsa ed è bene iniziare a trasmettere questo messaggio ai nostri figli, a cominciare dalla tavola”. E i libri sono un ottimo mezzo per comunicarlo: “I testi sono in grado di stimolare la curiosità dei bambini e spingerli a informarsi di più sugli ingredienti che mangiano quotidianamente e quelli che invece non conoscono”. Un consiglio per i genitori? “Mai snaturare il cibo dal suo ruolo di sano piacere. Mangiare deve essere prima di tutto una gioia e la cucina deve essere un luogo di convivialità e familiarità. Basta gare e basta anche con questo rapporto morboso tra chef e brigata”.

Dieta corretta, cibi biologici, esotici, buone maniera a tavola: gli argomenti da affrontare con i bambini sono molteplici e tutti fondamentali alla costruzione della loro consapevolezza alimentare, e per ognuno di questi esistono uno o più volumi dedicati. Qui, abbiamo cercato di raccoglierne una decina, ma la lista è destinata ad aumentare nel prossimo articolo.

Pubblicità

Aggiungi un gioco a tavola

Dal lavoro corale di psicologi, educatori, nutrizionisti, gastronomi e formatori nasce Aggiungi un gioco a tavola, libro suddiviso in due volumi, “Educare mangiando e crescendo insieme” e “Il mondo dei Govut”. Dedicato ai bambini ma anche agli adulti, affronta gli stessi argomenti con linguaggi paralleli in un percorso formativo per genitori e figli con un unico scopo: rendere i più piccoli protagonisti delle proprie scelte alimentari. Il punto di partenza di questo progetto è semplice: dire ai bambini di mangiare le verdure perché fanno bene significa creare, per sempre, acerrimi nemici delle verdure, mentre coinvolgerli giocando a riconoscerle, insegnando loro a toccarle, annusarle, tagliarle, abbinarle, cuocerle e degustarle insieme agli adulti, vuol dire trasmettere un’idea nuova del cibo come conoscenza e condivisione. E trasformare così le verdure, e più in generale una dieta sana, varia ed equilibrata, da antipatico obbligo a emozione e piacere.

Aggiungi un gioco a tavola | ed. Edueat | Euro 24,90

Frigorillo. Piccoli suggerimenti per una corretta alimentazione

Pubblicità

Indicato per i bambini di prima e seconda elementare, Frigorillo è un racconto divertente nato dalla creatività di Sandro Barbalarga, che affronta in maniera semplice e delicata il tema della dieta. Frigorillo è un grande goloso che non riesce a gestire la fame e continua a ingrassare: i compagni di scuola iniziano a prendersi gioco di lui, tanto da spingerlo a iniziare una dieta. Con i consigli del Signor Melo, Frigorillo impara a mangiare meglio, scegliendo e abbinando gli ingredienti in modo corretto e soprattutto capendo che si può mangiare bene e sano senza rinunciare al gusto. Una storia adatta ai bambini di tutte le età che spiega in modo chiaro e diretto le conseguenze di un’alimentazione sbilanciata. Della stessa edizione, esistono anche altri due volumi, dedicati all’attività fisica (Frigorillo ama lo sport) e al riciclo (Bravo Frigorillo!).

Frigorillo | Emme Edizioni | Euro 12,33

Siamo quello che mangiamo

Una tazza di insetti potrebbe essere uno snack appetitoso? I succhi gastrici sono abbastanza acidi da dissolvere un chiodo di ferro? È vero che l’80% del sapore è dato dall’odore? A queste e altre domande si propone di rispondere Siamo quello che mangiamo, libro pensato per spiegare il funzionamento della macchina del corpo umano e ideato da più autori. Quale cibo ci fa crescere sani? Quale ci fa ammalare? Con un percorso didattico studiato su misura, il volume aiuta i bambini a capire come gestire i pasti, selezionare gli alimenti evitare o contenere e quelli da assumere quotidianamente per avere un apporto nutrizionale sufficiente.

Siamo quello che mangiamo | Ed. Giribaudo | Euro 12,90

Piccole Olive

Dalla raccolta al frantoio e dal frantoio all’imbottigliamento, passando per tutte le fasi di lavorazione, dalla frangitura alla gramola fino al filtraggio: Piccole Olive fa luce sul complesso universo dell’olio extravergine di oliva attraverso un racconto simpatico e alla portata di tutti, con un linguaggio semplice e diretto. Protagoniste di questa insolita storia sono proprio le olive, quelle buone e sane destinate a diventare dell’ottimo olio, ma anche quelle meno belle, non adatte alla frangitura. E sono le stesse olive animate a descrivere ai bambini tutta la filiera produttiva e le differenze fra le diverse varietà del frutto. A ideare il libro, le sorelle Monica e Simona Cognoli e Gianluca R. Mastronardi. Simona è proprietaria di un’oleoteca, Oleonauta, nel quartiere di Ostia Lido (Roma) ed è anche assaggiatrice e sommelier di olio extravergine di oliva.

 

Piccole Olive

Piccole Olive | ed. Libreria Efesto | Euro 15,00

Yum! Il cibo in tutti i sensi

Quando viene da lontano si dice che è esotico, quando viene da vicino è a chilometro zero, ma il cibo ha mille sfaccettature, colori e sapori, storie e tradizioni. Giancarlo Ascari e Pia Valentinis hanno cercato di radunare tutte le declinazioni del cibo in un unico volume che racconta curiosità e aneddoti legati al mondo della gastronomia, a partire dai cinque sensi. Valore aggiunto del libro sono le immagini dettagliate e curate da Pia Valentinis, illustratrice vincitrice del premio Andersen (più ambito riconoscimento attribuito ai libri per ragazzi) 2015. Origine e caratteristiche delle pietanze, storie delle ricette e dei luoghi che danno vita agli ingredienti: questi e molti altri i temi affrontati dagli autori per mostrare ai più piccoli quanto è ampio l’universo del cibo.

Yum! Il cibo in tutti i sensi | Ed. Franco Cosimo Panini | Euro 14,00

Ravanello cosa fai?

Per un bambino l’orto è l’ambiente ideale per apprendere non solo forme, colori, sapori e odori, ma anche per imparare la pazienza. È questo il concetto di base da cui Emanuela Bussolati è partita per scrivere il suo libro, che parla sì di coltivazione, ma abbracciando anche tempi più ampi come quello dell’attesa, la cura, la costanza e la pazienza. Perché seminare, curare i germogli, aspettare la nascita di una piantina significa imparare a rispettare i tempi della natura ed è proprio questo il messaggio che il volume si propone di diffondere: quanti giorni devono passare prima che un ravanello possa essere colto? Per scoprirlo, i più piccoli possono piantare i semi seguendo le istruzioni del libro e, nell’attesa, leggere le storie. Un racconto al giorno, ambientato nella campagna, accompagna il corso della natura, oltre a una serie di ricette a base di ravanello.

 

Ravanello cosa fai?

Ravanello cosa fai? | Editoriale Scienza | Euro 9,90

Mi piace piacermi

Si rivolge ai bambini ma coinvolge direttamente anche gli adulti: Mi piace piacermi è un volume pensato per rendere i più piccoli autonomi nelle loro scelte alimentari attraverso degli spunti originali e interessanti per favorire l’acquisizione di sane abitudini alimentari. Un testo ampio, articolato in nove unità, ognuna dedicata a una tematica specifica, dalla distinzione tra fame e “voglia” all’importanza dell’attività fisica, dal ruolo della frutta e verdura al bilanciamento dei vari ingredienti. Nessun conteggio delle calorie o dei grammi e soprattutto niente divieti: si possono mangiare i gelati e i dolci, ma con consapevolezza, decidendo se, quando e come fare determinate scelte alimentari in un percorso formativo e cognitivo rivolto a genitori e figli.

Mi piace piacermi | ed. Franco Angeli | Euro 41,00

A tavola con Verdeconiglio. Per scoprire l’alimentazione biologica

Nella fattoria di Verdeconiglio ci sono frutti profumati e dal sapore intenso, animali allevati con amore e insetti, piante, alberi che convivono in armonia nei campi, dove nascono prodotti sani e naturali. Il libro illustrato di Luca Novelli pone l’accento sull’agricoltura biologica e, ancor prima, sul rispetto della natura e l’ambiente che ci circonda. Invita bambini e adulti a scegliere materie prime coltivate secondo parametri che rispettano il territorio, attraverso filastrocche e immagini semplici e immediate in grado di coinvolgere i più piccoli. L’autore è laureato in agraria e si occupa da anni di libri educativi a tema scientifico per bambini.

A tavola con Verdeconiglio. Per scoprire l’alimentazione biologica | ed. Giunti | Euro 4,50

È ora di… mangiare sano!

Il topolino più amato della letteratura infantile questa volta sceglie di affrontare il tema della corretta alimentazione: Geronimo Stilton, noto personaggio fantastico nato dalla penna di Elisabetta Dami, ha appassionato ragazzi di età diverse con i suoi racconti avventurosi. In questo, il topolino non riesce più a indossare i suoi pantaloni e capisce così di doversi rimettere in forma. A scuola di Benjamin, il suo nipote prediletto, incontra la dottoressa Bilancina Pesogiusto, che gli dà qualche consiglio su come perdere peso in modo giusto. Calorie, cibi sani e non, quantità di grassi necessaria, acqua e attività fisica: con le dritte del medico, Geronimo Stilton riesce a eliminare i chili di troppo e tornare in forma, vivendo un’esperienza formativa e “stratopica”.

 

Geronimo Stilton

È ora di…Mangiare Sano! | ed. Piemme | Euro 6,50

Cosa fanno i dinosauri quando è ora di mangiare?

Una collezione di libri pensata per insegnare in maniera originale e semplice le buone maniere ai bambini. Come comportarsi prima di andare a dormire, come gestire i capricci e, naturalmente, come stare a tavola: questi i temi affrontati dai tre volumi della collezione Cosa fanno i dinosauri? Il libro dedicato all’atto del mangiare descrive l’ora dei pasti nelle case di 10 diversi dinosauri: mangiano con le mani? Poggiano i gomiti sul tavolo? Si puliscono la bocca dopo ogni morso? Attraverso 10 situazioni immaginarie e divertenti, Jane Yolen e Mark Teague spiegano ai più piccoli quali sono i comportamenti corretti da tenere nelle situazioni di convivialità e qual è l’approccio migliore al cibo. Consigliato per bambini dell’asilo, dai 3 ai 5 anni.

Cosa fanno i dinosauri quando è ora di mangiare? | ed. Il Castoro | Euro 11,00

a cura di Michela Becchi