Londra: HIX Belgravia, il nuovo tempio gourmand

20 Gen 2012, 16:56 | a cura di Gambero Rosso
[caption id="attachment_89136" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/01/300990_web.jpeg[/caption]

Tutto pronto per il grande opening di Hix Belgravia, il sesto ristorante firmato Mark Hix che aprirà i battenti il prossimo 1 febbraio, in una delle più esclusive zone di Londra, a due passi da Kensington e Chelsea, in Sloane Street. 

&nb

Pubblicità

sp;

Uno dei paladini della cucina britannica, lo chef-ristoratore che ha creato nel giro di quattro anni un piccolo impero proponendo piatti semplici e genuini (quasi una rarità in una cucina anglosassone piena di creme e di burro) in location ricercate, famoso per i suoi oyster & chop bars, punta ora a conquistare la clientela più internazionale proponendo piatti ispirati ai suoi viaggi intorno al mondo. Nel menu, anche specialità della tradizione vietnamita, italiana e giapponese.

 

Pubblicità

Parola d'ordine? "Qualità, cortesia e servizio- ci spiega lo chef- ecco la ricetta per scongiurare la crisi". Spettro che al momento non pare spaventare il pluripremiato Hix che con ben sei locali in giro per Londra (Hix Oyster & Chop House, Hix Oyster & Fish House, HIX Restaurant, Champagne & Caviar Bar HIX at The Albemarle, Mark’s Bar e l'ultimo, appunto in Belgravia) punta a divenire lo chef piu' popolare del Regno Unito.

 

Ma cosa c’è veramente di nuovo in questo progetto? “Il ristorante HIX Belgravia, all'interno del Thompson Hotel Belgravie – spiega il co-proprietario Jason Pomeranc- unisce ospitalità britannica e mood americano bohemienne”. E' l'eclettismo, infatti, a fargli da padrone: il ristorante, pronto ad ospitare fino a 80 coperti, è un vero tributo all’arte ed è stato progettato dall’architetto e interior designer Tara Bernerd. Al suo interno, opere d'arte commissionate appositamente da artisti britannici tra cui Miranda Donovan, Rachel Howard e Mat Collishaw.

 

Pubblicità

Al suo interno, anche una saletta privata (ideale per riunioni, prima colazione, pranzo e cena, per un massimo di 20 persone), una terrazza all’aperto per chi non osa rinunciare ai sigari (passione dei british gentlemen), e un bar, il Mark’s Bar (il gemello di quello aperto nel 2009 in Soho, pluripremiato) dai cocktail invidiabili. 

 

Michela Di Carlo

20/01/2011

 

>Volete conoscere gli ultimi progetti di Mark Hix? Tenete d’occhio i prossimi numeri del mensile Gambero Rosso. 

 

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X