[caption id="attachment_91659" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/10/328956_web.jpeg[/caption]

Era cibo per porci. E' cibo da re. E ora diventerà anche cibo di strada... a Pergola, nelle Marche, una delle terre di eccellenza storiche del prezioso tubero. Sua Maestà il Tartufo è una delle ricchezze di molti comuni d'Italia. A parte i veri e propri marketing territoriali che ne hanno fatto il simbolo (e la ricchezza) di

Pubblicità

realtà come Alba nelle Langhe e Acqualagna nelle Marche o Gubbio in Umbria, sono molti i comuni che hanno da qualche tempo cominciato a valorizzare come elemento identitario il prezioso tubero, bianco, nero o estivo che sia. Così ci sono i casi di Brisighella (in Romagna) o di Fragno (nel Parmense), ma insieme a loro molti altri… Vi raccontiamo uno di questi paesini, che detiene – tra l’altro – il primato per il più esteso territorio da caccia al tartufo. Ha un nome evocativo, Pergola. Ecco allora, i tartufi di Pergola.

 

 

Pubblicità

Pergola, piccolo comune in provincia di Pesaro Urbino, ha ben 113 chilometri quadrati, alla confluenza dei fiumi Cesano e Cinisco, da dedicare al goloso e profumatissimo tubero. Sarà lui il protagonista dei prossimi due weekend, accompagnato dalle eccellenze marchigiane e in particolare alle etichette dei vini del territorio, con una kermesse curata dall’Istituto Marchigiano di Tutela Vini (IMT). In centro è stato montato il ristorante temporaneo “Marche da Mangiare”, curato da Flavio Cerioni (ristorante Alla Lanterna di Fano), che propone al pubblico le specialità tipiche abbinate al tartufo: tagliatelle, riso, frittate e, grande news, il pesce fresco dell’Adriatico. 
Ma Pergola merita la visita anche per lo straordinario gruppo scultoreo dei bronzi dorati: unici al mondo, risalgono al I secolo a.C. e raffigurano un gruppo familiare di alto rango (probabilmente la famiglia imperiale della Dinastia Giulio Claudia) composto da due figure femminili e da due cavalieri con cavalli riccamente ornati.

 

 

Proprio la sala superprotetta che ospita i bronzi (nella foto), sarà il teatro della premiazione degli studenti degli istituti alberghieri sul tema “Un panino tutto d’oro”, ossia la creazione di un panino gastronomico a base del profumato tartufo nero di Pergola. “Con questo concorso – spiega il giovane sindaco Francesco Baldelli – vogliamo creare una sorta di cibo di strada ad alto valore aggiunto: si tratta della prima competizione di questo genere e soprattutto di una formula che lega un prodotto di nicchia non costoso (solo il bianco tuber magnatum pico raggiunge ogni anno cifre ragguardevoli) ad un ingrediente povero come il panino”.

Pubblicità

 

 

Una carrellata dei più importanti appuntamenti dedicati a sua maestà il Tartufo da nord a sud

Alba (CN) | 8 ottobre – 18 novembre

Acqui Terme (AL) | 27 Novembre

Moncalvo (AT) | 21 e 28 Novembre

Civitella di Romagna – Cusercoli (FC) | 11 e 18 novembre

Brisighella (RA) | 18 novembre

Calestano (PR) | 14-21-28 ottobre | 4 e 11 novembre

Camugnano (BO) | 4 novembre

Lizzano in Belvedere, Monzuno, San Benedetto Val di Sambro, Vergato (BO) | 13-14 ottobre | 20 e 21 novembre

Castel di Casio (BO) | 27 e 28 ottobre    

Sasso Marconi (BO) | 27 e 28 ottobre | 1, 3 e 4 novembre

Savigno (BO) | 11 e 18 novembre 

Acqualagna (PU) | 28 ottobre | 1,2,3,4,10,11 novembre

Pergola (PU) | 14 e 21 ottobre

Sant’Agata Feltria (RN) | 14, 21, 28 ottobre

Sant’Angelo in Vado (PU) | dal 13 ottobre al 4 novembre)

Camerino (MC) | dicembre

 

 

Città di Castello (PG) | 4-6 novembre

Gubbio (PG) | 31 ottobre – 4 novembre

San Pietro Avellana (IS) | 1-4 novembre

Bagnoli Irpino (AV) | 26-28 ottobre 2012

 

 

 

11 ottobre 2012