PizzaFestival. Parla Corrado Scaglione dell'Enosteria Lipen

29 Mag 2014, 10:54 | a cura di Giuseppe Buonocore
Incontriamo oggi Corrado Scaglione dell'EnosteriaLipen. È lui il settimo artigiano che vi presentiamo in occasione del PizzaFestival che, fino al 30 maggio, celebra in tutto il mondo i trenta anni dell'Associazione Verace Pizza Napoletana.
Pubblicità

Siamo al terzo giorno di Pizzafestival, manifestazione dedicata alla pizza che celebra il trentennale dell’Associazione Verace Pizza Napoletana. Le pizzerie affiliate di tutto il mondo (sono 400 dislocate nei 5 continenti) accoglieranno ancora per oggi e domani gli appassionati di questo prodotto con inedite rivisitazione e serate all’insegna del gusto e della vera pizza. Partner della manifestazione la Città del gusto di Napoli, sede del corso Professione Pizzaiolo e set di Margherita e le sue Sorelle, il programma di Gambero Rosso Channel (in onda dal lunedì al venerdì ore 17.30 e 23.00) in cui lo chef Andrea Golino incontra ogni puntata un diverso pizzaiolo per far conoscere i maestri artigiani, esattamente come stiamo facendo noi in questi giorni. Oggi vi presentiamo Corrado Scaglione dell’Enosteria Lipen in provincia di Monza e Brianza.48 anni, un passato da cuoco e un presente da pizzaiolo: quello di Corrado è un profilo diverso rispetto a quelli visti finora, perché non è cresciuto tra lievito e farina, ma si è letteralmente innamorato dell'arte bianca in età adulta e ha deciso di dirottare un poco il suo cammino. Diciamo che ha deviato di poco perché il percorso precedente non è certo stato accantonato ma si ritrova, a esempio, nelle proposte per il PizzaFestival con l'omaggio al maestro Gualtiero Marchesi o la degustazione di formaggi.

Caro Corrado Scaglione, fare la vera pizza napoletana non è un mestiere è un’arte! A che età ha iniziato a muovere i primi passi, o meglio ad avere le mani in pasta?
Sono diventato pizzaiolo a 36 anni per evoluzione: sono passato da cuoco a pizzaiolo napoletano per amore della pizza con la N maiuscola; nonostante abbia 48 anni, se mi confronto con i miei amici e colleghi dell’Associazione Verace Pizza Napoletana, in fin dei conti sono un pizzaiolo giovane…

Lenta lievitazione, ingredienti di prima qualità e giusta temperatura di cottura; principi semplici ma in grado di nascondere un coefficiente di difficoltà elevatissimo. Qual è il segreto per preparare una buona pizza napoletana?
A tutti gli ospiti del locale, dove ormai abbiamo una nutrita clientela innamorata della pizza napoletana, dico sempre che la pizza è così buona perché è pensata, strutturata e preparata a partire dal giorno prima; la qualità è implicita, doverosa, quasi maniacale.

Pubblicità

L'Associazione Verace Pizza Napoletana compie trent'anni; cosa significa far parte di un'associazione che da ormai tre decenni promuove, tutela e diffonde la vera pizza napoletana in tutto il mondo?
Per me far parte di questa grande famiglia è un gran piacere; mi diverto, mi esalto, ormai ci muoviamo tutti insieme seguendo un credo comune: diffondere la vera pizza napoletana. Poter portare avanti in prima persona questa tradizione genera in me una profonda autostima, e mi fa sentire un vero cittadino italiano.

Sappiamo che in occasione di PizzaFestival sarà possibile degustare inedite pizze e rivisitazioni speciali. Quali saranno le sue proposte?
Assieme a tutti gli amici lombardi associati all’AVPN abbiamo pensato a un omaggio al grandissimo Gualtiero Marchesi, proponendo una pizza inedita con la foglia d’oro; in onore delle tradizioni lombarde, invece, sarà possibile degustale la pizza Quater Stracc (una quattro formaggi in versione degustazione, dal formaggio più dolce a quello piccante, rifinita con miele d’acacia) e la Castaldina (una stella a quattro punte ripiene di stracchino, basilico, un cuore di uova strapazzate e bagòss invecchiato.

Enosteria Lipen | Canonica Lambro (MB) | via Taverna 114 | tel. 0362.919710 | www.lipen.it
PizzaFestival:http://pizzafestival.pizzanapoletana.org

a cura di Giuseppe Buonocore

Pubblicità

Per leggere la prima intervista di Aspettando il PizzaFestival: Parla Giovanni Improta della Pizzeria Al 22 clicca qui
Per leggere la seconda intervista di Aspettando il PizzaFestival: Parla Lello Surace della Pizzeria Mattozzi clicca qui
Per leggere la terza intervista di Aspettando il PizzaFestival: Parla Guglielmo Vuolo di Eccellenze Campane clicca qui
Per leggere la quarta intervista di Aspettando il PizzaFestival: Parla Gennaro Battiloro di Princi di Milano clicca qui
Per leggere la quinta intervista di Aspettando il PizzaFestival: Parla Salvatore Santucci di Totò Sapori clicca qui
Per leggere la sesta intervista di Aspettando il PizzaFestiva: Parla Enrico Lombardi della Pizzeria Lombardi clicca qui 

cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X