[caption id="attachment_90206" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/05/309089_web.jpeg[/caption]

Sarà tutto bio e a chilometro zero il menu di Natyral, il nuovo ristorante che verrà inaugurato il 10 maggio nel pieno centro di Tirana. Nel Blloku, un tempo quartiere chiuso dell'oligarchia dittatoriale di Enver Hoxha e oggi fulcro della movida tiranese.

 

Con uno stile sobrio ed elegante, l'att

Pubblicità

enzione del nuovo ristorante sarà sulla provenienza delle materie prime e sulla loro genuinità; l’obiettivo è quello di spianare la strada alla cultura del biologico e dell’ecosostenibile in un paese che già da qualche anno sta abbracciando le ultime tendenze enogastronomiche con incoraggianti risultati. Il fatto che sia proprio il centro di Tirana ad ospitare un vero e proprio ‘avamposto del mangiar sano’ ne è una prova evidente.

 

A capo di questa avventura e consulente gastronomico un uomo che l’Albania la vive già da tre anni, stiamo parlando dello chef Ignazio Campanale. La sua filosofia? Si rifà ad un’idea di fruizione delle risorse compatibile con i ritmi della natura. Essenziale, secondo Campanale, è fornire la consapevolezza critica necessaria ad orientarsi verso un’alimentazione sana, servendosi di quello che la natura offre, evitando le sofisticazioni offerte dalla globalizzazione e puntando all’innalzamento degli standard qualitativi.

Pubblicità

 

Col nuovo Natyral si punta a riportare in voga i vecchi valori dimenticati dell’alimentazione tipica balcanica, con proposte e rivisitazioni moderne. Altro obiettivo fondamentale di Campanale e di Natyral è colmare le distanze tra la città e la campagna. In Albania la differenza tra la vita urbana e quella rurale è ancora marcata, ma con la progressiva modernizzazione del paese, il trend è quello di un avvicinamento. I prodotti agricoli delle campagne limitrofe divengono così il miglior mezzo per avvicinare le due realtà e Natyral si vuore porre come punto d’incontro. Le forniture arriveranno dalla Natyral Farm, azienda agricola delle campagne appena fuori Tirana e appartenente alla stessa proprietà del ristorante.

L’azienda da ormai otto anni si preoccupa di diffondere la cultura del bio ed il ristorante Natyral è la sua più recente scommessa in questo senso. Questo filo diretto che unisce il produttore al consumatore, con il solo intermediario nelle cucine, consentirà di ridurre gli sprechi e accorciare la filiera, fornendo materie prime sempre fresche e di stagione, di cui è certa la provenienza. Qualcosa che da noi appare ormai scontato, ma che è inedito al di là dell’Adriatico.

 

Pubblicità

La prima volta di un ristorante dal concept italiano a Tirana? In realtà no: qualche anno fa i pionieri furono i consulenti della Laurenzi Consulting i quali, per conto di un cliente albanese, concepirono due ristoranti nella torre Aba, avveniristico grattacielo sempre al centro della città.

 

Saverio De Luca

09/05/2012