Si avvicina la finale del terzo concorso nazionale promosso da Birra Moretti e rivolto ai giovani chef e sous chef italiani under 35 con la passione della birra in cucina. Appuntamento alla Città del gusto di Roma.
Pubblicità

Si terrà lunedì 18 novembre presso la Città del gusto di Roma la finale del Premio Birra Moretti Grand Cru 2013, contest gastronomico, giunto quest’anno alla terza edizione, cha ha visto sfidarsi a tutta birra ben 156 giovani talenti del palcoscenico gastronomico nazionale per circa 197 giorni di gara. Le giovani promesse della cucina italiana si sono cimentate nella realizzazione di ricette innovative utilizzando una delle sei specialità della famiglia Moretti (Birra Moretti, Birra Moretti Zero, Birra Moretti Baffo d’Oro, Birra Moretti La Rossa, Birra Moretti Doppio Malto e Birra Moretti Grand Cru) come ingrediente base di un inedito menu, nel pieno rispetto dell’armonia dei gusti e dei sapori.

Il concorso si è articolato in due fasi eliminatorie: per superare il primo turno gli chef partecipanti hanno preparato una ricetta a scelta tra un primo, un secondo o un piatto unico utilizzando tra gli ingredienti, in concerto con spezie e aromi, proprio la birra Moretti. Delle 156 ricette pervenute a fine luglio soltanto 50 hanno avuto accesso alla fase successiva, fase che ha impegnato gli chef ancora in gara a presentare entro il 23 settembre la ricetta di un dolce, anch’esso a base di birra.
Ma finalmente siamo alla resa dei conti; dopo un’ulteriore scrematura sono stati individuati i 10 finalisti che lunedì 18 novembre si sfideranno presso la Città del gusto di Roma riproponendo le due ricette in gara ma in maniera consecutiva e in un’unica sessione. Ecco l’elenco dei partecipanti alla finale: Antonio Borruso, Federico Delmonte, Francesco Di Lorenzo, Francesco Ferrari, Giovanni Lorusso, Luca Caviola, Luigi Salomone, Massimo Larosa, Matteo Chiaudrero, Simone Nebbia.

A giudicarli i più importanti esponenti dell’alta cucina italiana: i top chef Claudio Sadler, Francesco Apreda, Fabio Barbaglini, Enrico Cerea, Simone Padoan e Antonella Ricci, i sommelier di fama internazionale Beppe Palmieri (Osteria La Francescana), Marco Reitano (La Pergola) e Giuseppe Vaccarini (Presidente ASPI). A loro si aggiungono Paolo Marchi, patron di Identità Golose – The International Chef Congress, e Alfredo Pratolongo, Direttore Comunicazione e Affari Istituzionali di Heineken Italia. Nel decretare il vincitore dell’ambìto contest (al quale verrà consegnato un premio in denaro di 10.000 euro), la giuria terrà conto di un parametro in particolare: la coerenza tra la prima e la seconda ricetta, nell’ottica di un menu completo e ben strutturato.

Pubblicità

Per il terzo anno consecutivo la rappresentanza emergente della cucina italiana ha accettato con entusiasmo la sfida lanciata da Birra Moretti, dimostrando che le sei specialità della famiglia di birre più premiata d’Italia ben si prestano alla preparazione di piatti, semplici oppure complessi, di ricette tradizionali ma anche ricercate; un risultato frutto di una precisa filosofia, di un lungo percorso che Birra Moretti ha intrapreso da circa 10 anni volto a migliorare la cultura della buona birra in Italia, promuovendone un uso consapevole sia in fase di creazione della ricetta che in quella di abbinamento.
Non resta che aspettare lunedì 18 novembre, magari sorseggiando, responsabilmente, una fresca Moretti.

Dal 4 al 14 novembre ogni giorno sulla pagina FB di Gambero Rosso troverete il profilo di uno degli chef finalisti

> Antonio Borruso

> Luca Caviola

Pubblicità

> Francesco Di Lorenzo

> Francesco Ferrari

> Luigi Salomone

> Massimo Larosa

> Matteo Chiaudrero

> Giovanni Lorusso

> Federico Delmonte

> Simone Nebbia

www.birramoretti.it

a cura di Giuseppe Buonocore