[caption id="attachment_90984" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/07/320837_web.jpeg[/caption]

Rieti è pronta a essere invasa, per la seconda volta, da centinaia di peperoncini di ogni genere, forma e provenienza. La seconda edizione della Fiera Campionaria Mondiale del peperoncino, in programma dal 26 al 29 luglio, si preannuncia un appun

Pubblicità

tamento interessante e quantomeno singolare per gli appassionati di cibo.

 

L’elemento più interessante di questa rassegna è il suo respiro internazionale: saranno in esposizione e in vendita i peperoncini coltivati in ogni parte del mondo, da quelli dolci utilizzati in alcune zuppe sudamericane, sino a quelli così piccanti da poter essere consumati solo in minime quantità. Arrivano a Rieti delegazioni da paesi come Messico, vera patria del peperoncino, Ghana e probabilmente India, mentre i tanti stand presenti lungo le vie del centro sono il teatro di un incontro tra culture. Il peperoncino è infatti uno degli alimenti più diffusi del mondo e riesce a creare un naturale ponte comunicativo internazionale, partendo dalla storia più antica per arrivare ad oggi, oltre che essere un vero e proprio legame tra i popoli più differenti e, solo in apparenza, distanti culturalmente.

Pubblicità

 

Si parte quindi giovedì 26 luglio con un incontro sulle strade più piccanti del mondo: “Vino, peperoncino e turismo: quali itinerari?” cui partecipano il curatore della guida Vini d’Italia Marco Sabellico insieme a Daniele Maestri dell’AIS e Paolo Valdastri, vero cultore e rappresentazione vivente dell’incontro vino-peperoncino. Altro appuntamento interessante, venerdì 27, con la presentazione di uno studio dell’Università di Perugia, e ancora in corso, sulla misurazione scientifica del grado di piccantezza del peperoncino.  

 

Domenica 29 alle ore 21.00 invece, gara per appassionati di cucina e peperoncino che vede protagonisti tutti coloro che vogliano cimentarsi con i fornelli (fino a oggi è ancora possibile iscriversi all’indirizzo mail [email protected]).

Pubblicità

 

Sempre giovedì 26, alle 19.30 presso Largo San Giorgio, spazio a un’esibizione di danza tipica del Ghana e in contemporanea, a Piazza Cesare Battisti, suonano i Mariachi Romatitlán, un ensamble messicano a presentare balli folkloristici locali. Venerdì 27 tocca al tenore messicano Hugo Daniel, ma ogni giorno sarà interessante scoprire le tante suggestioni folkloristiche e musicali proposte dal vivo.

 

Durante tutte le giornate ci sono mostre ed esposizioni, alcune delle quali sembrano molto interessanti, come la mostra fotografica “Piccantezza selvaggia: peperoncini selvatici del Sud Est del Brasile” a Piazza Vittorio Emanuele II.

 

Noi vi daremo notizia di qualche assaggio particolare e di improbabili abbinamenti, statene certi…

> PHOTOGALLERY PEPERONCINO

 

Alessio Noè

25/07/2012