[caption id="attachment_91345" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/09/327143_web.jpeg[/caption]

Estate alle spalle, autunno alle porte. Settembre celebra uno dei principi del food, il pane, con tre eventi dedicati: a Senigallia (AN), a Savigliano (CN) e Bressanone (BZ), con tanto di forni all'aperto.


L'evento clou è

Pubblicità

get=”_blank”>Pane Nostrum, la festa internazionale del pane di Senigallia, dal 20 al 23 settembre, uno degli appuntamenti gastronomici imperdibili nel panorama italiano, alla sua 12ª edizione. Merito del prodotto festeggiato, alla base della cultura gastronomica globale, e del fatto che Senigallia è una Città del pane. Ma anche della location, i luoghi più belli di una delle località più vivaci e solari della riviera anconetana (piazza del Duca, piazza Manni, i Giardini della Rocca Roveresca, Palazzetto Baviera) e della stagione che consente di godersi la festa a cielo aperto. Ma soprattutto di una organizzazione che ogni anno amplia il pacchetto delle iniziative e sforna novità. Come ogni anno cambiano le aree di provenienza di pani e panificatori, con alcuni must che non possono mancare.

 

Nell’edizione 2012 si esibiranno nei “Forni a cielo aperto”, in piazza del Duca, i panificatori di Liguria (libretto ligure, focaccia ligure, pane del pescatore, baci di dama), Sicilia (pane etneo tradizionale, mafalda siciliana, pane con le olive, biscotti al sesamo), Lazio (pane di Genzano), Umbria (pane di Terni), Toscana (marocca di Casola, testarolo pontremolese, pane di patate della Garfagnana, tutti Presidi Slow Food, e pane di Altopascio), Val Gardena, Alto Adige (pane delle Dolomiti, shuttelbrot), Abruzzo (fiadoni), Calabria (pitta catanzarese), Marche (pane del Duca, pane al farro, pangallo, filone casereccio di Fabriano, calcioni di Serra San Quirico, paste di mosto, pizza al formaggi, ciambelline all’anice), con la partecipazione di ospiti internazionali (tra i quali i panificatori delle città gemellate con Senigallia: Sens in Francia e Lorrach in Germania).

Pubblicità

 

Altre novità il laboratorio dedicato alla preparazione del lievito madre e la pizza a km zero tutta esclusivamente regionale – dalla farina macinata a pietra agli ingredienti del condimento, come la mozzarella di bufala marchigiana di Trionfi Onorati – sfornata dai pizzaioli dell’Associazione marchigiana di categoria. Verrà ampliata la sezione del companatico con “I prodotti della Buona Terra” (alcune tra le migliori aziende agricole marchigiane, legate alle associazioni di categoria C.I.A. Copagri, Coldiretti, Terre di Frattula e alle produzioni bio).

 

E ci saranno due ritorni, tra i protagonisti di Pane Nostrum 2012: gli chef stellati e forchettati Moreno Cedroni e Mauro Uliassi. Cedroni accoglierà ad Anikò, la salumeria di pesce in piazza Saffi 10, con prelibatezze a base di pane. Uliassi si esibirà in “Tutto pane e pesce fritto” a Rocca Roveresca. E tornerà per il secondo anno Fiorfrì, azienda agricola di Ostra Vetere (AN) che produce fiori nella sua serra, li trasforma nel suo laboratorio e li propone poi fritti al momento (per l’occasione: tagete, bocca di leone, crisantemo, begonia, fiore di carota selvatica).

Pubblicità

Poi come ogni anno, sempre gettonatissimi, i corsi gratuiti di panificazione per adulti e bambini, il laboratorio dedicato alla celiachia in collaborazione con l’AIC (degustazioni e corso di cucina gluten free), i percorsi degustativi di birra (pane liquido…) con la partecipazione dell’Associazione Amici della Birra Marca Gallica di Senigallia, serate di degustazione enogastronomiche sorseggiando vini marchigiani con la complicità di IMT, Istituto Marchigiano di Tutela Vini, laboratori del gusto in collaborazione con Slow Food e i menu “Pane in cucina” proposti da alcune trattorie e osterie del centro storico di Senigallia.

 

La festa del pane di Savigliano, dal 20 al 23 settembre, è un evento più locale ma non per questo meno interessante. Savigliano è una di quelle piccole città piemontesi che sanno riservare belle sorprese. Un centro storico autentico, una piazza, piazza Santa Rosa, che è un piccolo gioiello di case antiche, le meridiane dipinte sulle facciate, piazzette-teatro, palazzetti nobili e giardini, torri medievali e chiese. E un profondo legame con il territorio e le tradizioni.

Così la storica festa del grano è diventata festa del pane (anche Savigliano fa parte dell’associazione Città del Pane) con laboratori, incontri e banchi di assaggio allestiti nella splendida cornice del centro storico che si trasforma in un grande panificio all’aria aperta. Con tanto di regole precise: la “carta del pane”, ideata dall’Associazione Autonoma Panificatori di Cuneo in collaborazione con la Confartigianato, verrà presentata venerdì 21 settembre; per l’occasione porterà la sua testimonianza di imprenditore del settore agro-alimentare Oscar Farinetti, il patron di Eataly.

 

Il programma degli eventi si snoda tra le principali piazze della città. In piazza del Popolo verranno allestiti i forni di cottura: una enorme panetteria open dove vedere nascere il pane. Nella stessa piazza i banchi d’assaggio di altri prodotti a base di farina, dai biscotti alla pasta secca, e dei cibi di strada: tigelle, farinate e altre delizie, magari accompagnate da salami, marmellate e varie eccellenze della filiera agroalimentare del Cuneese e le birre delle migliori produzioni artigianali della Granda, da Cita Biunda, a Pausa Caffè e Trunasse.

L’area forni è il cuore dell’evento: tre laboratori di panificazione aperti al pubblico che può vedere in diretta la preparazione di eccellenze come i grissini stirati, i rubatà, la biova, il pan Barbarà impastato con lievito madre, farina di segale e mais… Il primo forno è dedicato alle lavorazioni preparate con l’utilizzo di Antiqua, una farina macinata a pietra, ottenuta con grani da agricoltura controllata, di origine piemontese a filiera corta certificata, prodotta da Molini Bongiovanni. Il secondo forno è riservato alla produzione di pane all’Alvà, ricchezza della tradizione locale, solo farina, acqua, e lievito madre, un “tesoro” che un tempo veniva conservato a turno dalle famiglie, che provvedevano poi a suddividerlo e a farlo crescere fino a ottenere la quantità necessaria. Il terzo forno è “occupato” dagli “ospiti”: panificatori dalle vicine province piemontesi e i Consorzi del Pane di Bra e di Alba. Una festa del gusto che è anche un progetto di difesa del territorio e dell’artigianalità grazie a laboratori di approfondimento e al progetto di Campagna Amica, una due giorni (sabato 22 e domenica 23), alla sua prima edizione, dedicata interamente alla campagna in città, a produttori che incontrano i consumatori all’insegna del cibo di qualità, della trasparenza e del prezzo equo.

 

 

Una curiosità finale: domenica 23 il pane diventa anche gelato, con i maestri gelatieri Alfio Tarateta, Andrea Olivero e Filippo Novelli, vincitore della 5ª Coppa del Mondo della gelateria al SIGEP di Rimini, che prepareranno il gelato al gusto di “pane e Nutella” e presenteranno in anteprima la prima pralina con ripieno al pane.

 

Il terzo evento, di cui abbiamo accennato sul nostro sito web nell’agosto scorso nell’ambito delle feste sudtirolesi, è il Mercato del Pane e dello Strudel Alto Adige a Bressanone, alla 10ª edizione. Dal 28 al 30 settembre piazza del Duomo sarà mercato e mostra del pane tradizionale regionale – pane alla frutta, pagnotte venostane in coppia (Vinschger Paarl), pagnotta pusterese (Pusterer Breatl), pane croccante di segale (Schüttelbrot) –, dello Zelten e dello strudel di mele.

 

Da non perdere il percorso storico dal grano al pane, la presentazione dei metodi di panificazione, il mercato in piazza con oltre 30 stand di specialità e attrazioni, il progetto Regiograno che promuove il pane locale fatto con il grano locale; l’obiettivo è dare nuova vita alla coltivazione dei cereali in Alto Adige creando una rete di collaborazione tra agricoltori, mugnai e panificatori. Durante l’evento sarà possibile assaggiare e acquistare i prodotti Regiograno come il pane venostano e la pagnotta pusterese.

 

Rosalba Graglia

Mara Nocilla

Caterina Pamphili

12 settembre 2012