[caption id="attachment_91571" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2012/01/300772_web.jpeg[/caption]

Anche nella provincia di Brescia soffia inesorabilmente aria di crisi. Il settore della ristorazione non si sottrae a questa insalubre situazione e registra due vittime illustri nella provincia della Leonessa. E' di questi giorni, infatti, la notizia della chiusura di due insegne importanti, da anni nell'Olimpo della ristorazione della

Pubblicità

zona e in generale della Penisola. Parliamo dell’Ortica di Bedizzole e del Quintessenza di Moniga del Garda.  

 

Per il primo si tratta purtroppo di un evento ciclico. Il locale si era trasferito anni fa da Lonato a Manerba del Garda, chiudendo dopo alcuni anni per problemi legati ai costi di gestione. Lo spostamento nell’arco di dodici mesi nella nuova location di Bedizzole aveva riacceso le speranze di dare continuità a una tavola che si era già distinta per la qualità della sua proposta e per l’innegabile valore dello chef (Piercarlo Zanotti). Purtroppo la proprietà pare abbia deciso di investire all’estero aprendo in Olanda (Eindhoven) una nuova insegna con il marchio Ortica e affidando in queste settimane la cucina e l’avviamento proprio al cuoco bresciano Zanotti. Al momento il locale di Bedizzole è chiuso e si attendono comunicazioni ufficiali al riguardo.  

Pubblicità

 

Discorso diverso per il Quintessenza di Moniga, nato per precisa volontà dello chef Fabio Mazzolini che, dopo gli anni passati nelle cucine dell’Esplanade di Desenzano, aveva deciso di imbarcarsi in un progetto tutto suo. A distanza di un decennio, nonostante l’annuncio del trasloco in una sede prestigiosa, Fabio ha ritenuto di chiudere la sede di Moniga e di trasferirsi dal primo ottobre presso l’agriturismo Dalie e Fagioli di Manerba. Qui continuerà a proporre la sua cucina affiancato dal giovane personale di sala che da sempre è al suo seguito. Staremo a vedere che colore avrà la metamorfosi “agreste” della sua proposta. Intanto, come sempre, in bocca al lupo obbligatorio a entrambi.

 

Michele Turelli

Pubblicità

3/10/2012