[caption id="attachment_88587" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2011/11/298174_web.jpeg[/caption]

Una settimana per promuovere il patrimonio agroalimentare, artistico e culturale di Roma e della sua Provincia. Una settimana per scoprire il bello e il buono del territorio, i luoghi di produzione delle eccellenze agroalimentari, i gioielli d’arte, nonché gli indirizzi “giusti” per lo shopping d’autore.

Pubblicità

p> 

La Provincia di Roma, gli Assessorati alla Politiche del Turismo,alle Politiche Culturali e alle Politiche dell’ Agricoltura in collaborazione con Gambero Rosso propongono, dal 18 al 27 novembre, “La settimana del Bello e del Buono” all’interno dell’iniziativa “ La Provincia delle meraviglie – alla scoperta dei tesori nascosti”. 

 

Pubblicità

Tutti i dettagli della kermesse sono stati illustrati alla Città del Gusto, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento, da Nicola Zingaretti, con gli interventi di Paolo Cuccia (presidente Gambero Rosso),Valter Giammaria (presidente Confesercenti Roma e Lazio) e David Granieri (presidente Coldiretti Roma). 

 

“Vogliamo portare l’attenzione di tutti sul bello e sul buono- ha spiegato Cuccia- È un’iniziativa che guarda non solo all’Italia. Io sono sempre affascinato dalla sfida di far sì che un turista venga a Roma e ci resti almeno tre notti, anche perché una media di 2-2,5 giorni non basta per vedere Roma e Provincia. I turisti – ha aggiunto Cuccia – devono tornare anche per gustare le stagioni nel nostro Paese, che in alcune aree del mondo sono difficili da distinguere (come ad Hong Kong, ad esempio, dove il clima è più o meno lo stesso tutto l’anno)”.

 

Pubblicità

Per il presidente di Coldiretti Roma, David Granieri, “di fronte ad un momento così instabile l’unica cosa vera e reale secondo noi è l’enogastronomia: abbiamo riscontri riconosciuti in tutto il mondo, ma non riusciamo ancora a trovare il meccanismo per autoriconoscerci. Questo potrebbe essere un momento importante di confronto. Noi siamo pronti a fare di più e ad aspettarci di più, siamo ottimisti”.

 

Walter Giammaria, Presidente di Confesercenti, ha infine rivolto parole di apprezzamento ai suoi colleghi auspicando una forte sinergia tra le varie azioni al fine del raggiungimento dell’auspicato obiettivo, dichiarandosi certo che le 420mila imprese aderenti alle organizzazioni di categoria (75mila delle quali del settore commerciale, 25mila dell’ambito della somministrazione e oltre 1500 alberghi) collaborando insieme saranno senz’altro in grado di esprimere buoni auspici per l’avvenire.

 

Ha preso poi la parola il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti: “Questa iniziativa vuole essere un segnale di ottimismo e di reazione in un momento di difficoltà. La ‘settimana del bello e del buonò per me è come tirare un sasso in uno stagno per attirare l’attenzione, ma è anche un segnale e un messaggio culturale: un vecchio modello di sviluppo è finito, la scommessa è costruirne uno diverso, migliore, più competitivo e che parta dal valore aggiunto che è il sistema Italia. Questo richiede amore, cura, capacità di renderlo fruibile e una voglia di scommettere sulle nostre vocazioni produttive, oltre che culturali”.

 

La settimana del “Bello e del Buono” prevede itinerari enogastronomici, corsi di cucina e conoscenza dei vini del territorio presso la Città del gusto di Roma, menu con prodotti tipici in ristoranti selezionati a tariffe agevolate.

 

Insomma, una Provincia delle Meraviglie 2011 che si arricchisce anche dei tesori enogastronomici a firma Gambero Rosso dove il Bello promuove il Buono e il Buono promuove il Bello.

 

Michela Di Carlo

11/11/2011

 

 

{slide=Video – La settimana del bello e del buono}{bo_videojs width=[590] height=[443] autoplay=[false] loop=[false] flash=[http://med.gamberorosso.it/media/2011/11/298163.flv] image=[http://med.gamberorosso.it/media/2011/11/298167_web.jpeg]}{/slide}