[caption id="attachment_85839" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2009/04/212604_web.jpeg[/caption]

E dopo il “mese dell’olio”, il Sirena d’Oro si avvia a diventare un’occasione di promozione dell’olio italiano lunga 365 giorni l’anno

Con la premiazione finale al Teatro Tasso di Sorrento, si è conclusa l’edizione 2010 del PREMIO SIRENA D'ORO, il Con

Pubblicità

corso nazionale degli oli Dop giunto all’ottava edizione, promosso dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania e dalla Città di Sorrento con la partecipazione dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, Oleum, Federdop e ICE.

La kermesse sorrentina è stata il momento clou di un intero mese dedicato alla promozione della cultura dell’extravergine nel territorio campano.

Tappa speciale a Napoli, il 20 e 21 febbraio, dove tutti gli oli finalisti sono stati presentati al pubblico e agli addetti ai lavori al Salotto degli Oli Dop d’Italia, nel bel Palazzo San Teodoro, insieme a momenti di approfondimento, lezioni di cucina a base di extravergine e la suggestiva performance di un gruppo teatrale di attrici “pazze per l’olio”.
Come di consueto, sono stati premiati i migliori extravergine Dop per le tre categorie fruttato leggero, medio e intenso.

Pubblicità

Il premio Sirena d’Oro fruttato leggero è andato all’Azienda Agraria Calvarone con la DOP Umbria (già bronzo nel 2009). L’Azienda Merlino si è aggiudicata l’oro per il fruttato medio per la DOP Monte Etna mentre l’Azienda Agricola Terraliva con la DOP Monti Iblei ha conquistato il premio per il fruttato intenso.

Argento per la Dop Veneto degli Olivicoltori Associati Colli del Basso (fruttato leggero), la DOP Tuscia dell’Oliveto Matarazzo (fruttato medio, oro nel 2009) e la Dop Monti Iblei dell’Azienda Rollo (pluripremiata negli anni scorsi) per il fruttato intenso.

Bronzo per la DOP Brisighella della Cooperativa Agricola Brisighellese (fruttato medio) e la Dop Garda dell’Agraria Riva (fruttato intenso). Per la categoria fruttato leggero ha vinto la Dop Penisola Sorrentina della Coop Innovazione e Tradizione.

Una realtà particolare, come ha spiegato Graziana Santamaria – architetto specializzato in geo-biologia e medicina dell’habitat – durante uno degli incontri organizzati a Sorrento. Con i suoi studi, l’architetto Santamaria ha dimostrato come alcuni terreni siano particolarmente carichi di energia, dando frutti molto speciali. Lo dimostra appunto l’ottimo risultato ottenuto da questo extravergine (per la prima annata con il riconoscimento Dop) ottenuto da un antichissimo uliveto che sorge su un fondo comunale nel sito archeologico Regina Giovanna, rimesso in produzione dalla Cooperativa. Ulteriore prova degli elementi positivi anche per la salute legati all’extravergine DOP, un prodotto “vivo”, ricco di polifenoli, strettamente legato la territorio e alla sua storia, e in grado di fornire energia positiva all’organismo.

Pubblicità

Considerazioni valide naturalmente per tutti gli extravergine di qualità, inclusi quelli che sono arrivati quarti e quinti classificati, a ridosso del podio: La Canaiella – DOP Riviera Ligure – e Pruneti – DOP Chianti Classico – (fruttato leggero),  D’Alì – DOP Valle del Belice – e Mascio – DOP Umbria – (fruttato medio), Titone – DOP Valli Trapanesi – e l’Accademia Olearia – DOP Sardegna – per il fruttato intenso.

Il Sirena d’Oro, oltre ad essere un momento di riconoscimento e confronto per i produttori, è anche un’importante occasione di divulgazione e promozione per le Dop italiane, garanzia di qualità. Proprio per questo l’Assessore all’Agricoltura della Campania Gianfranco Nappi ha firmato un documento d’intesa tra Regione, Associazione Nazionale Città dell’Olio e Federdop dichiarando: “Il Premio Sirena d’Oro vuole essere il concorso di tutti i produttori d’olio DOP, per valorizzare coloro che della qualità fanno una scelta di vita. E proprio per rafforzare ancora di più tale iniziativa mi impegno personalmente a confermare l’attività profusa fino ad oggi nella valorizzazione delle DOP e nell’organizzazione del Sirena d’Oro di Sorrento, affinché questo Premio possa diventare un evento annuale per una promozione delle DOP continuativa e duratura”.

 

ELENCO VINCITORI SIRENA D’ORO 2010

FRUTTATO LEGGERO

ORO Azienda Agraria Calvarone – Spello (PG) – DOP Umbria

ARGENTO Olivicoltori Associati Colli del Basso Vicentino S.c.a. – Nanto (VI) – DOP Veneto

BRONZO  Coop Innovazione e Tradizione – Sorrento (NA) – DOP Penisola Sorrentina

FRUTTATO MEDIO

ORO Azienda Merlino Antonio – Santa Domenica di Vittoria (ME) – DOP Monte Etna

ARGENTO  L’Oliveto Matarazzo – Viterbo – DOP Tuscia

BRONZO Cooperativa Agricola Brisighellese – Brisighella(RA) – DOP Brisighella

FRUTTATO INTENSO

ORO Azienda Agricola Terraliva di Frontino Giuseppina – Buccheri (SR) – DOP Monti Iblei

ARGENTO Azienda Rollo Giorgio – Chiaramonte Gulfi (RG) – DOP Monti Iblei

BRONZO Agraria Riva del Garda – Riva del Garda – DOP Garda

 

Luciana Squadrilli
02/03/2010