[caption id="attachment_86746" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2011/01/263612_web.jpeg[/caption]

Con la tappa di Berlino si è chiusa la quarta edizione del Tour con cui, da qualche anno, stiamo facendo conoscere al resto d'Europa e non solo, alcuni tra i maggiori produttori di vino italiani e le loro migliori "etichette". La grande degustazione e i seminari - condotti da Marco Sabellico e Paolo Zaccaria - che si son

Pubblicità

o tenuti a Berlino, hanno fatto seguito a quelli di Stoccolma (18 gennaio) e di Oslo (19 gennaio).

> blog.cibvs.com/ su Stoccolma

In Norvegia il vino italiano è di sicuro al top. Il pubblico si è dimostrato particolarmente competente e interessato. A Stoccolma la sede prescelta è stata come sempre lo storico Grand Hotel, dove si sono succedute quasi settecento persone nel grande salone delle feste, facendo registrare il tutto esaurito per quello che è ormai l’evento del vino dell’anno in questa città. Il pubblico era costituito principalmente da operatori del settore della ristorazione e sommelier, ma tra loro spiccavano i rappresentanti del Monopolio di Stato degli alcolici, il Sistembolaget. E accanto a loro importatori privati e distributori. Molti di loro hanno frequentato i tre seminari organizzati nei saloni adiacenti, dedicati a focus sulle principali zone vinicole italiane e tenuti da Marco Sabellico e Paolo Zaccaria.

Pubblicità

I produttori italiani presenti erano 56, e  tra gli ospiti più importanti, oltre a numerosi giornalisti e ai principali canali televisivi, sua Eccellenza l’Ambasciatore d’Italia in Svezia, Angelo Persiani (sopra, nella foto a destra).

Tutto questo per sottolineare il momento felice che il vino italiano sta vivendo sul mercato svedese.

21/01/2011

 

Pubblicità