[caption id="attachment_86397" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2010/10/260979_web.jpeg[/caption]

Metti una fredda giornata d’ottobre a Zurigo; metti lo storico Gran Caffè del centro, rilevato all’inizio del 2010 da un'azienda italiana (Autogrill) e rinominato Gran Caffè Motta per esaltarne la profonda natura italiana; e metti infine il Parmigiano Reggiano, il Prosciutto di Parma

Pubblicità

e le altre specialità gastronomiche della città estense che proprio a partire dal Gran Caffè Motta di Zurigo vengono ora promosse in tutti i punti vendita Autogrill in Svizzera.

Da oggi e per due mesi il Parmigiano Reggiano, il Prosciutto di Parma, il Salame Felino e le paste fresche tipiche come i tortelli d’erbette o gli anolini da fare in brodo saranno commercializzati negli oltre 100 punti vendita in Svizzera, per offrire la possibilità ai viaggiatori della confederazione elvetica di avvicinarsi alla cultura alimentare parmense.

 

Pubblicità

 

L’idea (una collaborazione tra Autogrill e la società di promozione Parma Alimentare, la Camera di Commercio Italiana per la Svizzera, il Consorzio del Prosciutto di Parma e il Consorzio del Parmigiano Reggiano) sarà realizzata non solo con l’inserimento dei prodotti parmensi di qualità nei punti vendita sulle autostrade, negli aeroporti e nelle stazioni ferroviarie svizzere, ma anche tramite la creazione e la vendita per il periodo di panini speciali realizzati con i prodotti d’eccellenza della provincia di Parma. Qualcosa di analogo fu realizzato anni fa dagli stessi partner in Francia.

Dati alla mano, la patria del cioccolato risulta detenere il primato mondiale quanto ad importazione pro capite di prodotti alimentari italiani. Dal territorio di Parma, in particolare, i dati dimostrano che solo nel primo semestre del 2010 il valore delle importazioni agroalimenari si è attestato sui 10,3 milioni di euro, superando addirittura il valore delle importazioni nello stesso periodo negli Stati Uniti (attestato sui 9,7 milioni di euro). Nel 2009 sono stati esportati in Svizzera 119.000 prosciutti.

Un nuovo modo di diffondere all’estero la cultura gastronomica della regione di Parma, quindi: promuovere il consumo di prodotti eccellenti (tutti rigorosamente D.o.p. e I.g.p.) attraverso locations quali il Gran Caffè Motta di Zurigo e le vetrine Autogrill in Svizzera, nella convinzione che solo i sapori veri ed autentici dei prodotti italiani certificati permettono a tutta l’industria agroalimentare italiana di affermarsi all’estero (basti pensare che  nel 2009 il fatturato dell’esportazione di prodotti Dop e Igp è cresciuto ben del 15% rispetto al 2008).

Pubblicità

E chissà che anche in Svizzera si affermi il dolce curioso, ma davvero interessante come il Club sandwich con prosciutto di Parma caramellato, violette candite e salsa al Parmigiano Reggiano proposto dallo Chef parmense Alberto Rossetti, una delizia!

 

Letizia Cattaneo

21/10/2010