[caption id="attachment_83988" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2009/02/211657_web.jpeg[/caption]

Soprattutto traders, ristoranti, enoteche, hotel, café e wine bar  della California arrivati da San Francisco, Napa Valley, Sonoma, Sausalito  e...dintorni, poi giornalisti e ospiti e alla fine 250 wine lovers che hanno acquistato il loro biglietto per la prima volta nella storia dei tasting Gambero Rosso  Slow Food in

Pubblicità

  USA.
Si, abbiamo aperto al pubblico, perché sono loro quelli che bevono, che scelgono e che fanno la differenza.

La photogallery 

Tantissimi i ristoranti Italiani presenti e alla domanda sulla crisi, facce contente, perché la California, con l’Arizona e dall’altra parte la   Florida sono alcune delle poche regioni dove si sente meno.
 
Le trattorie però stanno crescendo proprio grazie ad un’offerta mirata, dove il rapporto qualità – prezzo fa la differenza.

Pubblicità

I produttori hanno risposto alle domande e versato fiumi di vino, alla fine a Fort Mason Center non era quasi possibile trovare un taxi e 1200 bicchieri previsti sono stati lavati per ben 3 volte.

Ottimo lavoro dello staff della Jenkins Street Catering di Nick Otis che mi fa piacere salutare e ringraziare e molta cuorisità per il lancio della   Gambero Rosso I-Phone Edition, tutti i vini che vuoi da scaricare con un apps su I-Tunes.
 
Dopo la fatica di Los Angeles questa tappa incorniciata dal Golden Gate è stata un vero successo e una ricompensa.
 
Nerina Di Nunzio