[caption id="attachment_85814" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2010/02/237971_web.jpeg[/caption]

Dopo New York, è stata San Francisco ad ospitare i Tre Bicchieri e i migliori produttori italiani.

Il Gambero Rosso organizza ormai da anni eventi nella città del Golden Gate, che dalla sua mette un pubblico attento e sofisticato, forse il più acculturato degli Stati Uniti quando si parla di vino.

Il motivo &eg

Pubblicità

rave; semplice: poco lontano dalla baia di San Francisco ci sono la Napa Valley e la Sonoma Valley, le prime zone viticole californiane ad imporsi all’attenzione mondiale per la produzione vinicola di qualità…

Eccoci allora a Fort Mason, nell’Herbst Pavillion, a ricevere oltre 1500 visitatori in un flusso ininterrotto dalle 14 alle 19.

Il complesso dove si è svolta la manifestazione è un suggestivo bacino di carenaggio con i suoi arsenali, sulla baia, ed era il luogo dove attraccavano durante la Seconda Guerra mondiale le navi militari di ritorno dalle missioni nel Pacifico, ed offre un salone di grandissime dimensioni.

Pubblicità

 

Lo spazio giusto per ospitare la folla degli operatori e degli appassionati, dove tra i primi spiccavano numerosi produttori ed enologi della regione. 

Enotecari e ristoratori (gli italiani in questo momento vanno fortissimo a San Francisco) erano alla ricerca di nuove etichette di prestigio da inserire nelle loro selezioni, ma anche di bottiglie dal buon rapporto qualità/prezzo.

Questo e la ricchezza di uve autoctone, a detta degli operatori americani, sono i segreti del successo del vino italiano, che sta superando in modo brillante un periodo piuttosto difficile di congiuntura economica mondiale.

Pubblicità

Ma dopo un difficilissimo 2009 i consumi, in Usa e nel mondo, sono tornati a crescere, seppur lentamente.

E tutto questo sembrava ancor più evidente mercoledì sera…

Hanno scritto dell’evento
> Vinography di Alder Yarrow
Marco Sabellico

26/02/2010