[caption id="attachment_83996" align="alignnone" width=""]http://med.gamberorosso.it/media/2009/02/211657_web.jpeg[/caption]

Altri duemila ospiti alla serata di New York (dopo Los Angeles e San Francisco) per la presentazione della guida e per la degustazione dei migliori vini italiani.

Si è conclusa così, davvero alla grande, la missione negli States organizzata da Gambero Rosso e Slow Food, come leggiamo dal "diario" di Nerina Di Nunzio.

Pubblicità

>

 

La photogallery

Pubblicità

Nuova location per la Tre Bicchieri che si svolge da 11 anni negli States: Metropolitan Pavillon grande spazio multifunzionale nel cuore di NY (125 West 18th Street).  

Grandissima affluenza di trade e di pubblico ma, questa volta anche moltissimi giornalisti delle più importanti testate americane, NY infatti è pur sempre l’ombelico del mondo.

Possiamo contare oltre 2000 presenze, interessante paragonarle alla tappa di San Francisco che ogni anno cresce sempre di più. Quindi splendido epilogo per questa tappa americana dei Tre Bicchieri italiani.Siamo stanchi e contenti e così i produttori.
Ci sono tantissimi progetti per il futuro tra cui una tappa sicuramente in Asia appena possibile.

New York ci ha regalato un tempo fantastico, sole, primavera, jazz e amicizia, abbiamo anche toccato con mano la crisi che ovunque imperversa e sentiamo di doverci impegnare tanto, soprattutto ora.

Pubblicità

La nostra sala era davvero gremita, abbiamo realizzato oltre 1200 braccialetti brendizzati, per permettere a chi aveva avuto l’accesso di entrare e uscire indisturbati, e alle 15 30 erano già terminati.
Abbiamo potuto apprezzare molto il lavoro degli importatori che ringraziamo e siamo felici di tornare a casa con l’orgoglio di aver portato ancora una volta la marca italia oltreoceano.
Cheers!

Nerina Di Nunzio