INDIRIZZI

Dalla moderna Tunisi ai remoti villaggi del deserto, passando per le selvagge isole Kerkenna e le mondane località costiere. E poi Djerba la douce, località turistica tunisina per eccellenza, che grazie al suo clima mite è una meta ideale per quasi tutto l’anno. Alberghi, ristoran

Pubblicità

ti, caffè tipici e negozi di artigianato.

Info:
Ente per il Turismo della Tunisia
www.tunisiaturismo.it

Cartagine

Pubblicità

The Residence
loc. La Marsa
tel. +216 71 910 101
camera doppia 250/350 euro prima colazione incl.
www.theresidence.com/tunis
albergo. Lusso e raffinatezza allo stato puro. Questo bellissimo hotel affacciato sulla Costa di Cartagine ospita in ampie ed eleganti camere dove tutto è curato fin dei minimi dettagli, dai dolcetti di benvenuto al profumato fiore di zagara sul cuscino, per garantire sogni dorati! Tra i tanti servizi a disposizione, piscina, spiaggia attrezzata per gli sport nautici, eccellente colazione a buffet e 4 ristoranti (di cui uno cinese e uno con cucina bio leggera), centro benessere termale, parrucchiere, caffè moro, diverse boutique.

Kerkenna

Seabel Grand Hotel
loc. Sidi Frej – Chergui
route touristique
tel +216 74 489 859
camera doppia 45 euro prima colazione incl.; appartamento da 25 euro a persona
www.grand-hotel-kerkennah.com.tn
albergo. Un po’ datato – soprattutto nell’arredamento delle camere, situate in alcuni blocchi di cemento poco attraenti – vanta tuttavia la posizione migliore dell’isola, affacciata sulla bellissima spiaggia. Spettacolari i tramonti che si ammirano dalla bella piscina a filo d’acqua, o dalla terrazza del bar. Ristorante con specialità locali e piatti di cucina internazionale, a cura dello chef Ali. Ci sono anche 3 graziosi appartamenti indipendenti con angolo cottura, di cui affacciato direttamente sulla spiaggia.

Residence Club Kerkennah
loc. Sidi Frej – Chergui
route touristique
tel +216 74 489 999
camera doppia 45/70 euro prima colazione incl.
www.residence-club-kerkennah.com.tn
albergo. Meno felice per posizione rispetto al precedente, questo hotel può vantare belle stanze e mini-appartamenti di recente costruzione che affacciano su graziosi vialetti fioriti. Ma in molti continuano a preferire le più spartane stanze pieds dans l’eau, direttamente sul mare (circa 30 euro a notte). Il delizioso ristorantino sul mare propone una buona cucina locale a prezzi modici.

Pubblicità

Dar El Fehri – Museo del Patrimonio Isolano
loc. El Abassya – Chergui
tel. +216 74 481 188
ingresso circa 2 euro
[email protected]
museo. Fehri Abdelhamid, appassionato storico del patrimonio popolare, ha fondato nel 2006 questo singolare museo, che offre la ricostruzione degli ambienti di una tipica casa locale e delle tradizioni e attività economiche isolane, dalla pesca alla lavorazione delle corde. Nel cortile si trova perfino lo scheletro gigante di una balena arenatasi su una spiaggia dell’isola nel 2003! La struttura è anche un centro di ricerca universitario che ospita convegni e progetti di ricerca: al primo piano ci sono alloggi gratuiti per gli stageurs.

Djerba

Dar Dhiafa
Dar Dhiafa, 4146 – Erriadh
tel. + 216 75 671 166
camera doppia 102 euro prima colazione escl.
www.hoteldardhiafa.com
albergo. Nel tranquillo villaggio di Erriadh, al centro dell’isola, un piccolo hotel de charme che può essere una valida alternativa ai grandi alberghi della zona turistica per chi cerca pace un’atmosfera più autentica, ma non vuole rinunciare alle comodità e alla vicinanza di strutture come il Golf Club di Djerba. Si dorme in 9 camere e 5 suite disposte intorno al patio interno, tutte ben attrezzate e arredate con gusto. Alcune hanno anche una piccola terrazza privata. A disposizione degli ospiti,
2 piscine, café maure, sala lettura e TV, bar ristorante, piccolo centro benessere con possibilità di massaggi e gommage tradizionale.

Haroun
Porto di Houmt Souk
tel. +216 75 650 488
20 euro vini escl.
ristorante. Rinomato come “il miglior ristorante di pesce dell’isola”, accoglie in un ambiente informale e caratteristico, e propone discreti piatti di cucina tipica marinara e non: ojia, insalata di melanzane grigliate e tonno, couscous, pesce alla griglia. In estate si mangia all’aperto, sulla terrazza che riproduce l’ambientazione del ponte di un veliero: di dubbio gusto, forse, ma divertente!

Yadis Djerba Maritim
route touristique – Midoun
tel. +216 75 747 235
camera doppia 100/180 euro prima colazione incl.;
www.yadis.com
albergo. Bell’hotel 5 stelle (appartenente a una catena internazionale, ma a gestione tunisina) nella zona turistica di Djerba, affacciato sulla spiaggia di sabbia bianca e ben mimetizzato nel verde. Interni curati con diversi servizi a disposizione (dall’ Internet Point alla sala biliardo) camere eleganti e dotate di ogni comfort; ampia piscina con solarium e spiaggia attrezzata, centro di talassoterapia, ottima colazione a buffet, ristorante a buffet e à la carte, grazioso café maure per narghilè, té e caffè.

Töpfer
avenue Salah ben Youssef – Guellala
tel. +216 97 202 548 (cellulare)
ceramica. Il laboratorio-negozio del simpatico Mahmoud Habib merita una sosta non solo per acquistare i graziosi oggetti in ceramica e creta locale – dalle belle anfore da giardino ai variopinti piatti decorati con motivi tradizionali – ma anche per dare un’occhiata al cortile dove accanto ai prodotti in vendita ci sono oggetti d’antiquariato locale e antichi utensili.

Nabeul

Slovenia
Hotel les Jasmins
tel. +216 216 72 285 343
20 euro vini escl.
www.hotellesjasmins.com
ristorante. Il ristorante dell’hotel situato lungo la strada tra Nabeul e Hammamet è il regno dello chef Rafik Tlatli, il più noto esponente della cucina “creativa” tunisina, soprattutto grazie alle sue frequenti presenze televisive. L’ambiente è singolare, e non eccessivamente formale, mentre la cucina propone piatti a base di prodotti locali, con presentazioni fantasiose. Tra le specialità, le quenelle di formaggio fresco di Cap Bon, i gamberi croccanti, l’agnello con il tonno, la zuppa di melone alla noce di cocco e la couseïla, couscous con agnello, pollo, frutti di mare e pesce, creazione dello chef.

Sidi Bou Said

Café des Nattes
rue Habib Thameur
caffè. Uno dei luoghi più noti di Sidi Bou Said, frequentato da vip e turisti. Il nome di questo caratteristico locale in tipico stile arabo si riferisce alle tradizionali stuoie sistemate sulle panche di pietra su cui ci si accomoda. Veniteci a bere un caffè o un tè alla menta, e ad ammirare il tramonto (se trovate posto).

Dar Said
rue Toumi
tel. +216 71 729 666
doppia 180 euro prima colazione incl.
www.darsaid.com.tn
albergo. Una dimora ottocentesca della ricca borghesia tunisina è stata restaurata con cura e trasformata in questo raffinato hotel de charme, affacciato su Cartagine e il golfo di Tunisi. Le 24 camere sono dislocate intorno a quattro cortili interni tra fiori e fontane, per la massima privacy. Piscina con solarium e terrazza per la colazione, hammam, sala lettura.

Dar Zarrouk
rue Larbi Zarrouk
tel. +216 71 740 591
25 euro vini escl.
www.darzarrouk.com
ristorante. Della stessa proprietà di Dar Said, ristorante raffinato ma informale, con una bellissima terrazza panoramica. In menu piatti tunisini in chiave moderna, soprattutto a base di pesce: insalate di verdure, uova e tonno con harissa, dita di Fatima e bricks danouni (specialità di Tunisi),
pesce e crostacei alla griglia, couscous di pesce, zriga. Il tutto accompagnato da vini locali.

Sfax

Les Oliviers Palace
avenue Hedi Chaker, 25
tel. +216 74 201 999
camera doppia 220 euro prima colazione incl.; cena 20 euro vini escl.
www.goldenyasmin.com
albergo. Migliore indirizzo dell’austera città, completamente restaurato di recente sulla falsariga di un tipico palazzo in stile neo-moresco. Non è particolarmente suggestivo, ma le camere sono accoglienti e il ristorante à la carte propone eccellenti piatti di pesce: uova di seppia, cozze, insalata di polpo, pesce con salsa al limone. Per chiudere, uno squisito tè ai pinoli o un bicchiere di Thibarine, tradizionale digestivo a base di datteri.

Tataouine

Mabrouk
avenue Hedi Chaker
pasticceria. In questa semplice pasticceria troverete un’accoglienza cordiale e sorridente e, soprattutto, tra le migliori cornes de gazelle della Tunisia!Oltre al dolce per eccellenza di Tataouine, ci sono poi specialità del resto del paese, dai makroudh di Karouan (biscottini farciti ai datteri) alle Oudnin El Kadhi (orecchie del giudice), coreografiche frittelle di sfoglia che si mangiano soprattutto a Tunisi durante il Ramadan. Se siete fortunati, potrete anche sbirciare nel laboratorio sul retro.

Tunisi

Ben Yedder
rue Charles de Gaulle, 7
tel. +216 71 327 717
pasticceria. Fondata nel 1957, è la più antica maison tunisina, la prima ad aver avviato la produzione artigianale su larga scala della deliziosa patisserie locale: baklava, kaak (ciambelline ripiene di frutta secca), datteri farciti ai pistacchi, alle mandorle o alle nocciole, e tanti tipi di pâtes, dolcetti simili alle nostre paste di mandorle come i Kaaber di Cartagine. Altri indirizzi a Tunisi e a Le Bardo.

Café des Chaouachines
Petit Souk des Chechias – Medina
caffè. Ormai nella Medina abbondano locali e caffè più moderni e curati, ma questo rimane il luogo di ritrovo preferito dai tunisini, che vengono qui per bere il caffè turco preparato in maniera tradizionale, il tè alla menta o ai pinoli e per fumare il narghilé.

Dar Bel Hadj
rue des Tamis, 17
Medina
tel. +216 71 200 894
25 euro vini esclusi
www.darbelhadj.com
ristorante. Meno lussuoso di Dar El Jeld e di più recente apertura, questo ristorante è un altro esempio di trasformazione di una casa privata borghese in ristorante. I tavoli sono sistemati nel patio centrale coperto, dove c’è anche un musicista che suona musica tradizionale, e sui ballatoi del primo piano, mentre alcune sale laterali conservano mobili d’epoca ed antiche piastrelle in ceramica artistica. Il menu contempla diverse specialità tunisine, di discreta esecuzione: antipasti molto vari, couscous (alla tunisina, con pomodoro e verdure), bricks, mosli, agnello al vapore alla menta, assida de zgougou.

Le Diwan
rue Dar El Jeld
La Kasbah – Medina
tel. +216 71 560 916
30 euro vini escl.
www.dareljeld.tourism.tn
ristorante. A pochi passi da Dar El Jeld – e di fronte alla galleria d’arte della casa – gli stessi proprietari hanno aperto in un’altra lussuosa casa borghese questo insolito ristorante-museo. Nelle sale al piano inferiore infatti sono conservati mobili d’epoca, gioielli e oggetti d’antiquariato e artigianato, di cui alcuni sono in vendita; qui si tengono anche incontri letterari e scientifici. Al piano superiore c’è il ristorante con cucina tradizionale, che nel periodo di Ramadan è aperto solo di sera e offre soprattutto caffè e dolci. Ogni sabato mattina, si organizzano visite guidate alla Medina guidate da un’esperta storica e urbanista.

Dar El Jeld
rue Dar El Jeld, 5
La Kasbah – Medina
tel. +216 71 560 916
menu da 25 a 45 euro vini esclusi
www.dareljeld.tourism.tn
ristorante. Nel cuore della Medina, uno dei migliori ristoranti del paese, frequentato da ospiti illustri. Nelle raffinate sale dell’antica dimora, al suono delle melodie arabe eseguite dal vivo, serve eccellenti piatti tipici come mosli d’agnello, couscous, boeuf alle olive e assida de zgougou, tradizionale dolce della festa del Mouled (l’equivalente del nostro Natale) composta da una crema scura a base di pinoli del Pino d’Aleppo e crema bianca ai fiori d’arancio. Della stessa proprietà il vicino Le Diwan, sorta di museo-ristorante. Particolare venirci nelle sere durante il Ramadan, per la rottura del digiuno. Se non vi va di avventuravi per i vicoli della Medina a tarda ora, una comoda golf caddy vi accompagnerà nella piazza di fronte alla Porta di Francia.

Dar El Médina
Rue Sidi Ben Arous, 64
La Kasbah – Medina
tel. +216 71 563 022
camera doppia 125 euro prima colazione incl.
www.darelmedina.com
albergo. Nelle suggestive dimore della Medina di Tunisi stanno nascendo anche piccoli hotel di charme. Dar El Médina è il più antico: 12 camere e suite ben restaurate e arredate in un sobrio stile tunisino che conserva il fascino dei tempi passati. Begli ambienti comuni, terrazzo e patio, caffè moro per rilassarsi con un buon thé à la menthe.

Mahdaoui
rue Jamaa Ezzitouna – Medina
5 euro bevande escl.
ristorante. Semplice e spartano Restaurant Populaire di fronte alla grande Moschea, propone autentico cibo tunisino a prezzi bassissimi: couscous d’agnello, pesce fritto, ojia. Aperto solo a pranzo, chiuso la domenica.