La manifestazione anticipa i temi che la Toscana porterà a Expo, quando tutte le eccellenze enogastronomiche regionali saranno coinvolte nella valorizzazione del territorio e del sistema turistico locale. Per l'occasione Piazza del Campo si trasforma in un giardino all'italiana e ospita show cooking e spettacoli. Ricco il calendario Fuori Campo.
Pubblicità

Se in queste ore gli occhi sono tutti puntati su Firenze per l’imminente apertura di Taste, che festeggia i suoi primi dieci anni, la Toscana continua a ritagliarsi un ruolo importante nella valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche. E alla fine del mese, dal 27 al 29 marzo, l’attenzione si sposterà su Siena, dove per la prima volta Piazza del Campo ospita tre giorni di Buon Vivere Toscano.
L’iniziativa promossa dalla Regione Toscana in collaborazione con il Comune di Siena e la Camera di Commercio si propone come trampolino di lancio per la cultura enogastronomica regionale che confluirà ad Expo. Un’anteprima in grande stile visto lo scenario incomparabile che farà da palcoscenico alla manifestazione, con show cooking, degustazioni, wine tasting, chef e produttori tutti riuniti nella piazza simbolo della città, che sarà centro propulsore della rassegna; al calendario di appuntamenti con l’arte, la musica, il teatro e l’intrattenimento farà da contraltare la programmazione gastronomica, che può contare sulla collaborazione con l’associazione Jeunes Restaurateurs d’Europe, arbitro della sfida Cucina con il vino toscano, di cui saranno protagonisti i ragazzi degli Istituti Alberghieri della Regione, e direttamente in prima linea per l’elaborazione di un piatto dedicato all’iniziativa, quello del Buon Vivere Toscano.
In rappresentanza della compagine europea, ca va sans dire, i quattro volti dell’alta ristorazione toscana: Marco Stabile (testimonial della manifestazione), Filippo Saporito, Cristiano Tomei e Gaetano Trovato. Il piatto realizzato in squadra sarà cucinato dagli chef presso la mensa universitaria e proposto in menu per tutta la giornata del 27 marzo.
Nel frattempo la piazza del Campo si trasformerà in giardino all’italiana per accogliere le cucine live – con tanti chef in arrivo dalla regione, Senio Venturi, Deborah Corsi, Davide Canella, tra gli altri – la Piazza del Mercato vedrà protagonisti i produttori del “contado” per la spesa etica e sostenibile, il Tartarugone sarà palcoscenico di dimostrazioni, lezioni e esibizioni. Mentre la Loggia dei Nove nel Museo Civico sarà destinata ai wine tasting dopo le visite guidate nel museo.
Se non bastasse gli appuntamenti di Fuori Campo coinvolgeranno tutta la città in questa festa del cibo e del buon vivere, dai musei ai palazzi nobiliari, dalle botteghe alle osterie e persino le case private, scenario dell’iniziativa Uno chef a tavola, che porterà gli chef nelle cucine delle famiglie senesi.

Buon Vivere Toscano | Siena | dal 27 al 29 marzo, dalle 10 alle 20 | ingresso gratuito | Per informazioni tel. 055 570627 | www.buoviveretoscano.it