Campari vende Sella&Mosca e Teruzzi&Puthod al gruppo Terra Moretti (Bellavista)

25 Nov 2016, 14:00 | a cura di Livia Montagnoli

Operazione da 62 milioni di euro da chiudere entro l'anno. Il leader degli spirit esce definitivamente dal comparto dei vini fermi. Per il gruppo bresciano 650 ettari di vigneti. Nell'affare entrano anche i cinesi di Nuo Capital che garantiranno l'accesso ai mercati asiatici. 

Pubblicità

Il colpo grosso di Terra Moretti

Sella&Mosca e Teruzzi&Puthod passano di mano dal gruppo Campari a Terra Moretti, gruppo bresciano presieduto da Vittorio Moretti, tra i più importanti della Docg Franciacorta col marchio Bellavista. Operazione da 62 milioni di euro che consente a Campari di uscire definitivamente dal comparto dei vini fermi, percorso iniziato nel 2015 con la cessione del marchio Enrico Serafino. Il closing dell'operazione è previsto per fine anno. Venduti i marchi, i vigneti, gli impianti per la vinificazione e la produzione, il magazzino e l'attivo immobiliare. Nell’anno fiscale terminante il 31 dicembre 2015 le due società hanno registrato vendite nette complessivamente pari a 21,4 milioni di euro ed ebitda pro-forma complessivamente di circa 3,2 milioni di euro (margine operativo lordo).

Sella&Mosca, in Sardegna, vanta una delle tenute tra le più vaste in Europa (550 ettari vitati), è specializzata nella coltivazione delle uve e nella vinificazione di vini fermi e spumanti, con una crescente presenza nel comparto dei vini di alta gamma tra cui i rossi Marchese di Villamarina, Tanca Farrà, Cannonau e Terre Rare, e i bianchi Monteoro e Vermentino di Gallura, Terre Bianche e Torbato. Era in Campari dal 2002. Teruzzi&Puthod, in Toscana,rappresenta un'importante azienda del territorio di San Gimignano, ed è attiva nella Dop Vernaccia di San Gimignano. La sua gamma include vini di alta gamma quali Terre di Tufi, Arcidiavolo, Peperino. Era in Campari dal 2005.

L'accordo con Campari

L'accordo prevede la vendita del 100% del capitale sociale delle due società a Terra Moretti distribuzione srl, società partecipata da Terra Moretti spa e Simest spa, e nella quale entrerà a far parte anche Nuo Capital (compagnia di investimenti promossa recentemente col supporto della famiglia Cheng/Pao di Hong Kong). Il prezzo sarà corrisposto per 57 milioni di euro in contanti al closing e per la restante parte con un pagamento differito a 4 anni garantito da pegno sulle quote di Teruzzi&Puthod e fruttifero di interessi.

Pubblicità

Con queste due nuove prestigiose acquisizioni” commenta Francesca Moretti, ceo di Terra Moretti distribuzione “sottolineiamo con forza la strategia della nostra società, tesa a sviluppare un progetto legato alla valorizzazione a livello nazionale ed internazionale della tradizione vitivinicola italiana. Prima ancora dei brand, con questa operazione acquisiamo quasi 650 ettari di vigne, in due contesti tradizionalmente vocati, confermando come il nostro impegno in ambito vitivinicolo parta proprio dalla terra e dalla sua identità”. La sfida per il gruppo bresciano sarà “investire per contribuire a posizionare questi brand sullo scenario internazionale in modo coerente con la loro tradizione, accrescendo al tempo stesso il nostro portfolio di vendita in modo significativo a livello qualitativo e di volumi”.

Siamo lieti di avere siglato questo accordo con Terra Moretti Distribuzione” dice il ceo di Campari, Bob Kunze-Concewitz“ un'azienda ideale a garantire a marchi di grande valore e tradizione, quali Sella&Mosca e Teruzzi&Puthod, un’ulteriore valorizzazione su scala nazionale e internazionale, grazie anche all’accordo che la legherà a Nuo Capital. L'operazione conferma la strategia del Gruppo Campari volta a razionalizzare le attività non strategiche e aumentare il focus sul core business degli spirit”.

Per Nuo Capital, si tratta del primo investimento compiuto in Italia a fianco della famiglia Moretti: “Siamo certi” sono le parole del ceo Tommaso Paoli di poter contribuire, anche attraverso l’accesso privilegiato ai mercati asiatici, all’ulteriore successo di una riconosciuta eccellenza italiana nel mondo”.

 

Pubblicità

a cura di Gianluca Atzeni

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X