Canapa Mundi 2016: il festival dedicato ai diversi usi di una pianta discussa. E in cucina...

19 Feb 2016, 14:30 | a cura di Michela Becchi

Inizia oggi Canapa Mundi, la fiera dedicata alla filiera della canapa in tutte le sue declinazioni. Fino al 21 febbraio, tre giorni alla scoperta dei suoi usi più comuni, settore alimentare compreso.

Pubblicità

La canapa

Si parla della pianta di canapa, una delle più produttive nel mondo vegetale, impiegata in svariati ambiti. Anche in cucina, dove rappresenta un elemento versatile, dal quale si ricavano oli, farine, decotti e tanti altri prodotti che vi avevamo raccontato qui. Cresce il numero di realtà che utilizzano sostanze derivate da questa pianta, dai panifici ai ristoranti, così come aumenta la tutela da parte dell'ente specializzato, Assocanapa, ma resta ancora un feroce pregiudizio da parte della maggior parte degli italiani.

Prima di introdurre l'evento, dunque, occorre fare un po' di chiarezza sul tetraidrocannabinolo (THC), molecola responsabile degli effetti psicologici della marijuana. Quando si parla di canapa industriale ci si riferisce, è vero, alla demonizzata e disprezzata cannabis, ma limitatamente ad alcune sostanze derivate da semi e olio, entrambi privi di THC, la più nota fra le sostanze psicotrope. Ricordiamo, inoltre, che tutte le varietà attualmente registrate per l'utilizzo industriale devono contenere un livello di THC inferiore allo 0,2%. Nonostante questo, la canapa deve ancora lottare contro un preconcetto infondato e profondamente radicato per essere accettata come una risorsa naturale utile all'uomo.

L'evento

Inizia oggi il festival dedicato a questa pianta e i suoi vari utilizzi. Tessuti, carta, combustibili, bio-edilizia, cosmesi e, non ultimo, alimentazione, questi sono solo alcuni degli impieghi della canapa. Tre giorni alla scoperta delle sue proprietà, dei benefici e della filiera di questo prodotto, insieme a esperti del settore presso il Pala Cavicchi di Roma. Oltre 150 stand commerciali, aziende, operatori e associazioni internazionali per spiegare e illustrare le diverse tecniche di coltivazione, le varietà della canapa e chiarire ogni dubbio e preconcetto circa le sue proprietà.

Pubblicità

Alimentazione

Ma veniamo al cibo. Il seme di canapa sembra essere uno dei più nutrienti che ci sia, con un contenuto proteico pari a circa il 20/25%. Aiuta, inoltre, ad abbassare il livello di colesterolo e rafforzare il sistema immunitario, grazie alla presenza di tutti i 9 amminoacidi essenziali (fenilalanina, isoleucina, istidina, leucina, lisina, metionina, treonina, triptofano, valina), base delle proteine. Come per gli altri oli di semi, anche quello di canapa può essere estratto con solventi chimici o per spremitura: tutte queste e molte altre informazioni saranno al centro di dibattito di domenica 21 febbraio, giornata dedicata alla canapa in cucina.

A guidare le discussioni, il pediatra Lorenzo Cristiani, il presidente dell'associazione IVegan Andrea Biello, Alessio Petulla della srl CanapAroma e l'educatore alimentare Giuseppe Nicosia. Il seminario è condotto da Franco Casalone, coltivatore, attivista, ricercatore sul campo e scrittore, che spiegherà quali sono le potenzialità della canapa in ambito medico e gli aspetti tecnici della sua coltivazione.

Canapa Mundi 2016 | Roma | 19-21 febbraio 2016 | tel. 06.88.80.99.57 | biglietto: 8,00 Euro | canapamundi.com/

a cura di Michela Becchi

Pubblicità
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X