La Disfagia è un disturbo ancora poco noto ma che colpisce molti individui. Chi ne è affetto ha problemi nel deglutire in particolar modo cibi solidi ed è esposto a seri pericoli che derivano dal rischio di aspirazione tracheo-bronchiale.
Pubblicità

Agire sulle consistenze dei cibi per agevolare la deglutizione è solo una delle soluzioni. Un’altra è finanziare ricerche e indagini al fine di trovare una cura alla Disfagia. E la cena organizzata presso Corte Biffi, il nuovo centro polifunzionale dedicato all’enogastronomia a Piacenza, le racchiude entrambe. L’11 marzo, infatti, cinque chef rielaboreranno i piatti tipici della zona agendo sulle consistenze. Isa Mazzocchi, chef de La Palta , Ettore e Stefano Ferri, del ristorante La Colonna, Daniele Repetti, chef patron del ristorante Nido del Picchio, Carla Aradelli, del ristorante Riva proporranno una cena studiata nei singoli dettagli il cui ricavato sarà destinato a una borsa di studio per un logopedista dedicato ai pazienti con problemi di deglutizione. Il Gruppo Disfagia, multiprofessionale e interdisciplinare, è composto da medici, logopedisti, fisioterapisti e infermieri e coinvolge diversi specialisti, tra cui fisiatra, ORL-foniatra, pneumologo, nutrizionista, geriatra, neuropsicologo e neurologo. Tutte queste professionalità agiscono in sinergia per curare e portare alla luce un problema molto diffuso e trasversale che è spesso causa di malnutrizione, disidratazione, complicanze broncopolmonari e non ultima la restrizione della vita sociale.
La Disfagia è, infatti, una difficoltà o impossibilità di masticare il cibo, preparare il bolo e deglutirlo. Si tratta di un problema talvolta molto grave che coinvolge pazienti, bambini e adulti, affetti da diverse patologie come Ictus, Sclerosi Laterale Amiotrofica, Sclerosi Multipla, Parkinson, esiti Paralisi Cerebrali Infantili.
Questa cena si inserisce tra le iniziative di un progetto di più ampio respiro che punta alla creazione di un Centro per la Deglutizione ospedaliero dove gestire il percorso completo diagnostico-terapeutico con fisiatra, logopedista, foniatra-ORL, infermiere, fisioterapista e la possibilità di consulenze con altri specialisti dove coniugare al meglio le professionalità esistenti e dare risposte efficaci ed efficienti ai bisogni dei pazienti. Il menu della cena prevede un aperitivo di benvenuto e in successione: Tartara di salmone marinato con gelatine di frutta e verdura, Spuma di patate alla vaniglia con essenza di gamberi; Panzerotti a vapore con acquerelli di asparagi, Salsicciotto di tacchinella con verdure di stagione, Cubo al limone con mosto di fragole.

Cinque Chef per la Gola | 11 marzo 2014 | Corte Biffi | Via Piacenza, S. Rocco al Porto, Lodi | [email protected]