In antitesi con la tendenza minimal, il bar manager Luca Manni è strenuo sostenitore di cocktail curatissimi anche nell'aspetto. Ne parla nel suo libro Cocktail Estetica.
Pubblicità

Qualche anno fa andava di gran moda la frase “se non è su Google, non esiste”, a simboleggiare con un’esagerazione il paradosso di una società ormai totalmente votata alla ricerca virtuale delle informazioni. La versione 2021 di questo concetto che all’epoca veniva pronunciato come sinonimo stesso della modernità, potrebbe essere traducibile in “se non sei su Instagram non esisti”. La concorrenza al motore di ricerca con la doppia O infatti non proviene da altri strumenti analoghi, ma viaggia sul filo delle immagini social. Anche e soprattutto nel mondo del food&beverage. Prima di prenotare e scegliere un ristorante o un bar sono sempre di più i consumatori che cercano immagini che raccontino cosa aspettarsi una volta lì. Se nel mondo della ristorazione questa lezione sembra ormai acquisita e interiorizzata, con distorsioni come piatti “più belli che buoni” creati proprio per far bella figura davanti alla camera, anche il mondo del bar pare oggi dover scendere a patti con questa regola non scritta che vuole l’estetica nel bicchiere come elemento fondamentale.

cocktail estetica drink

Cocktail Estetica: il libro

Luca Manni, oggi bar manager di Move On, in piazza Duomo a Firenze, è uno dei volti più noti della miscelazione cittadina e italiana (non a caso nel 2019, quando era al bancone di La Menagere vinse il premio per l’Aperitivo dell’anno nella guida Bar d’Italia del Gambero Rosso), e da anni ha costruito il suo personale e riconoscibile brand intorno al motto “Se è bello, è anche più buono”. Se la tendenza internazionale infatti spinge in direzione minimal, dai bicchieri alle garnish, lo Sceriffo (com’è da anni soprannominato) è sempre andato in controtendenza, magari attirando dubbi e suscitando la perplessità di alcuni colleghi, ma senza dubbio conquistando i consumatori.

Proprio da qui nasce l’idea di racchiudere la sua “filosofia liquida” in un libro dal titolo emblematico: Cocktail Estetica scritto insieme ai giornalisti Federico S. Bellanca e Giacomo Iacobellis, con foto originali di Michele Tamasco e Davide Vecchio.

Pubblicità
cocktail estetica drink

Il volume: testi, foto, ricette

Presentato in anteprima nazionale presso il Caffè Concerto Paszkosky, uno dei fiori all’occhiello del gruppo Valenza (e di cui Manni si appresta a prendere in mano le redini, raddoppiando la propria responsabilità) il libro analizza nel dettaglio gli aspetti estetici connessi alla costruzione di un cocktail, dal tipo di bicchiere alla garnish fino al ghiaccio, comparati con le esperienze dei più importanti fotografi di food (Lido Vannucchi, Andrea di Lorenzo e Martino Dini solo per citarne alcuni) esperti di design, giornalisti e influencer del settore, ma soprattutto con il contributo di 10 bartender internazionali che vanno dal giapponese Hiroyasu Kayama, n. 9 in 50 Best Asia col suo Ben Fiddich a Tokyo, fino a Giorgio Bargiani, n. 1 al mondo con il suo Connaught Bar a Londra, passando da Parigi, Barcellona e Miami, per dare una prospettiva tutt’altro che autoreferenziale su questo argomento. La conclusione del volume sono 25 ricette inedite realizzate da Manni con i migliori distillati, quelli da lui scelti per la loro capacità d’ispirarlo e per la versatilità nel bicchiere.

cocktail estetica drink

“Ho individuato e approfondito alcune macrotematiche” spiega Manni “per dare al drink un’impronta visuale riconoscibile e marcata: dalla trasparenza del vetro e del ghiaccio fino all’esplosione cromatica delle polveri e dei liquori, passando per il complesso mondo delle garnish e del loro galateo, queste componenti devono lavorare di concerto, in armonia, con l’obiettivo di arrivare al tavolo ed essere apprezzate, ma soprattutto ricordate, dal cliente”.

cocktail estetica drink

 

Il messaggio di fondo è chiaro: educare il cliente a bere meglio, passa anche dal sapergli comunicare il valore di ciò che sta acquistando, e le volte una buona cornice è fondamentale per rendere più luminosa la tela.

Pubblicità
Alice in Sugarland dal libro Cocktail estetica

La ricetta. Alice in Sugarland

Ingredienti
4 cl Rum Don Papa Rye Aged
2 cl Lattofermentazione della fragola 5 cl Soda homemade al cetriolo

Bicchiere
Collins zigrinato verticale

Garnish
Spirale di cetriolo e fragola

Hora Dorada dal libro Cocktail estetica

La ricetta. Hora Dorada

Ingredienti
5 cl Pisco Portón Mosto Verde Acholado 2 cl Sciroppo di maracuja
2 cl Succo di limone

Bicchiere
Coppa media

Garnish
Oro edibile

 

Cocktail Estetica – Luca Manni. Con Federico S. Bellanca e Giacomo Iacobellis, con foto originali di Michele Tamasco e Davide Vecchio – Il Forchettiere – 160 pag. – 20€