Chef, pizzaioli e pasticceri insieme per una sera con l'obiettivo di raccogliere fondi per un macchinario utile ai malati di Sla, sclerosi laterale amiotrofica. E per dare loro una vita dignitosa. Ecco chi animerà la serata del 13 luglio. 

Pubblicità

Con il cuore nel piatto

Il titolo della serata non è affatto un semplice slogan. Qui a metterci il cuore sono tutti i cuochi partecipanti, ma anche gli sponsor e l’intera macchina organizzativa che per il quarto anno consecutivo ha dato anima, corpo ed entusiasmo per la buona riuscita della serata. Il progetto è di quelli da premiare per la voglia di fare bene e aiutare il prossimo, che siano i bambini dell’ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma, i genitori dei bimbi nati prematuri, della cui assistenza si occupa la Genitin Onlus, o delle persone meno abbienti che attraverso la ristrutturazione di un laboratorio di pertinenza della Caritas ora hanno la possibilità di frequentare dei corsi di cucina. Quest’anno la causa (e l’intero ricavato) è destinata ai malati di Sla. Niente soldi in ballo, ma un macchinario richiesto esplicitamente dal Centro Clinico Nemo (centro specializzato in patologie neurodegenerative di Milano) che serve a garantire una vita dignitosa agli assistiti. Sergio Bruschetti e Laura Marciani, i portavoce dell’iniziativa, specificano che il macchinario costa 15.000 €, ma se il ricavato della serata dovesse superare l’importo, il restante servirà a pagare le borse di studio di due figure professionali. “La trasparenza viene prima di tutto. La nostra associazione ogni anno inizia e finisce senza fondo”. Oltre alla trasparenza, il leitmotiv dell’iniziativa è la spontaneità. Spontanee sono state le autocandidature dei cuochi partecipanti e spontanea è la scelta della realtà a cui devolvere il ricavato. “Dopo aver conosciuto Paolo Palumbo, un giovane chef sardo a cui hanno diagnosticato la Sla a soli 17 anni, ci è sembrato doveroso dedicare a lui il macchinario”. Oggi Paolo, che per via della malattia ha dovuto lasciare l’Alma dopo solo tre mesi, è autore del libro Sapori a colori, edito Arkadia, scritto in collaborazione con lo chef Luigi Pomata, in cui si raccontano ricette semplici per aiutare i familiari a cucinare per chi soffre di problemi di deglutizione, disfalgia o per chi è alimentato tramite sonde. E continua a cucinare attraverso le mani e le braccia del fratello Rosario, il quale ha imparato a muoversi dietro i fornelli grazie alle istruzioni del fratello minore. In pratica Paolo dà la ricetta e Rosario esegue in base alle sue indicazioni. “Una storia, la loro, che ci ha emozionato e spronato a portare avanti Il Cuore nel Piatto anche quest’anno”.

L’edizione del 2017

Nel 2017 l’evento pensato e voluto da un gruppo di chef laziali – Laura Marciani, Davide del Duca, Roberto Campitelli, Marco Claroni e Michele Papagno per aiutare chi ha bisogno, ritorna alle origini, nel Ristorante degli Angeli, il bellissimo relais della Marciani a Magliano Sabina. La serata comincerà alle 20, per poi continuare fino a notte inoltrata, in fondo più che una cena sarà una grande festa, le cui carte vincenti sono rappresentate dagli stessi protagonisti, ovvero colleghi che lavorano ogni giorno in e con la cucina, chef, artigiani, produttori, addetti ai lavori. A confermare il buon funzionamento di questa macchina solidale, moltissimi professionisti del settore hanno già confermato la propria adesione:

Paolo Bianchini – Osteria Del Vecchio Orologio, Viterbo

Pubblicità

Roberto Campitelli – Osteria di Monteverde, Roma

Giovanni Cappelli – Le Tamerici, Roma

Chiara Caruso – Cafè Merenda, Roma

Giancarlo Casa – La Gatta Mangiona, Roma

Pubblicità

Giovanbattista Chiodetti – Chiodetti Formaggi, Civitacastellana (VT)

Marco Claroni e Mauro Secondi – Osteria Dell’Orologio, Fiumicino (RM)

Massimiliano Cotilli – Il Satricvm, Latina

Simone Curti – Molo Diciassette, Lido di Ostia (RM)

Marco Davi – Perbacco, Roma

Iside De Cesare – La Parolina, Trevinano, Acquapendente VT

Ornella De Felice – Coromandel, Roma

Davide Del Duca – Osteria Fermanda, Roma

Andrea e Emiliano Di Lelio – Pizzeria Sancho, Fiumicino (RM)

Mirko Di Mattia – Livello 1, Roma

Andrea Dolciotti – Pigneto 1870, Roma

Pierluigi Gallo – Greg Ristorante, Tivoli (RM)

Antonio Gentile – Red Fish, Lido di Ostia (RM)

Elia Grillotti – Ristorante La Corte, Rieti

Vitantonio Lombardo – Locanda Severino, Caggiano (SA)

Riccardo Loreni – Cuoco e Camicia, Roma

Laura Marciani e Marilena Piacenti – Ristorante degli Angeli, Magliano Sabina (RI)

Riccardo Mattoni – it. Italian Restaurant, Roma

Marco Moroni – Bistrot Bio, Roma

Luciano Natili – Pasticceria Natili, Civitacastellana (VT)

Andrea Palmieri – Bucavino, Roma

Davis Paolocci – Forno Caporicci Luana, Civitacastellana (VT)

Michele Papagno e Giuseppe Garozzo

Gianfranco Pascucci – Pascucci al Porticciolo, Fiumicino (RM)

Paolo Proni – Bar gelateria Roma, Magliano Sabina (RI)

Andrea Riva Moscara

Fabrizio Sepe – Tre Zucche, Roma

Maurizio e Sandro Serva – La Trota, Rivodutri (RI)

Massimo Viglietti – Enoteca Achilli al Parlamento, Roma

 

Con il cuore nel piatto | Magliano Sabina | Ristorante degli Angeli, Località Madonna degli Angeli (RI) | il 13 luglio, dalle 20.00 | www.conilcuorenelpiatto.it

 

Modalità di prenotazione: Occorre effettuare un bonifico di minimo 60 euro all’IBAN IT14L0200873670000104314974 destinato all’Associazione Culturale Con il Cuore nel Piatto. Nella causale indicare: nome, cognome e un recapito telefonico di chi prenota specificando per quante persone si intende prenotare.
Per attivare la prenotazione occorre inviare la ricevuta del bonifico all’indirizzo: [email protected]

 

a cura di Annalisa Zordan

foto di apertura: Claudio Cardinali e Mauro Frezza