Assaggi, competizioni, show cooking, mostre e spettacoli musicali: è cominciata la sedicesima edizione del Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo, in scena dal 24 al 29 settembre 2013. Ecco alcuni appuntamenti da non perdere del ricco programma di quest'anno.

Pubblicità

È partito anche quest’anno il Cous Cous Festdi San Vito Lo Capo (Trapani), arrivato alla sua sedicesima edizione. Il Festival internazionale del cous cous e dell’integrazione culturale, in scena fino al29 settembre 2013, ospita diversi eventi all’interno del suo folto programma: oltre alla nota gara gastronomica tra cuochi di nove paesi diversi, anche momenti di approfondimento dedicati al cous cous nel mondo, mostre, degustazioni, incontri culturali e concerti esclusivi. Cuore della manifestazione resta comunque proprio la gara tra chef di nove differenti nazioni, cominciata il 24 settembre: a competere sono Costa d’Avorio, Egitto, Israele, Italia, Marocco, Palestina, Senegal, Tunisia e, per la prima volta nella storia della manifestazione, anche gli Stati Uniti. I piatti proposti durantela sfida sono giudicati da una giuria di esperti del settore, presieduta dal giornalista Roberto Perrone(Corriere della Sera), affiancato da chef, giornalisti internazionali e una giuria popolare, composta da visitatori dell’evento. La gara è raccontata in diretta dall’attore e cuoco italo-americano Andy Luottoe da Eliana Chiavetta, showgirl siciliana, ma anche da Tintodel duo Fede&Tinto, protagonista di Decanter, programma che va in onda su Rai radio 2.
Oltre alla gara, chi vuole dedicarsi allo shopping può visitare l’expo village, e per gli tutti i golosi c’è il villaggio gastronomico aperto da mezzogiorno a mezzanotte con trenta ricette di cous cous diverse da provare; senza dimenticare le versione gluten free. Tra gli assaggi sono previsti anche dolci della tradizione siciliana, abbinati ad etichette selezionate: il biglietto per la degustazione costa 10 euro e comprende un piatto di cous cous a scelta, un dolce siciliano e un bicchiere di vino.
Nel programma del Cous Cous Lab è possibile inoltre assistere ed assaggiare dal vivo le preparazioni delle ricette di cous cous realizzate da grandi chef (appuntamenti sono gratuiti fino all’esaurimento dei posti disponibili): tra i protagonisti di questa edizione Ciccio Sultano, chef e patron del ristorante Duomo di Ragusa Ibla, e la chef sanvitese, Piera Spagnolo, che presenta una ricetta di cous cous senza glutine, a base di mais.
Uno degli appuntamenti più attesi del festival, sabato pomeriggio, metterà a confronto rappresentanti ed esperti di cristianesimo, islamismo e buddismo, sui temi della convivialità, a cominciare dal cous cous, come piatto che unisce i popoli, un argomento a favore del dialogo interreligioso fra cristiani, musulmani ed ebrei. Tra le mostre della manifestazione in scena quest’anno c’è “Colori in gioco”: gli scatti firmati da Giovanni Pepi, condirettore del Giornale di Sicilia, dedicati a Santa Margherita, un arcipelago tra Castelluzzo e Macari che esplora un tratto di costa quasi ignorato; la mostra è allestita per le strade di San Vito Lo Capo fino a domenica. In via Savoia alta, in via Arimondi e in via Immacolata vi è invece lo spettacolo degli artisti da strada: funamboli, artisti, acrobati e musicisti che danno vita a show su palchetti improvvisati.
Tra gli ospiti speciali della sedicesima edizione lo chef Filippo La Mantia, che firma una ricetta di cous cous a sostegno dei progetti di Medici Senza Frontiere per le popolazioni della Siria e dei paesi confinanti: il piatto si degusta al Palabia, sul lungomare di San Vito, a fronte di un contributo di 15 euro. Il ricavato sarà devoluto ai progetti dell’organizzazione medico umanitaria.
Non manca neanche lo spazio dedicato alla musica: a partire dal 24 con la performance di Francesco De Gregori, e continuando il 25 dalle ore 23 con lo show di Max Gazzè.
“La rassegna” ha spiegato Matteo Rizzo, sindaco di San Vito Lo Capo “è il fiore all’occhiello della nostra offerta turistica, capace di attirare in una sola settimana oltre 250mila visitatori. Un evento che è un volano economico di principale importanza per il nostro territorio, visitato da turisti da tutto il mondo, in primis nell’ultimo anno da Germania (20.540), Svizzera e Liechtenstein(10.573)e Regno Unito (6.514). Le nostre politiche di destagionalizzazione, anche grazie ad un calendario di eventi che si articola da maggio ad ottobre, unite al rispetto dell’ambiente e del mare, premiato anche quest’anno con le “5 Vele” della Guida Blu 2013 di Legambiente e Touring Club Italiano, hanno fatto sì che San Vito Lo Capo sia una meta in continua ascesa e tra quelle più gettonate per le vacanze”.

Cous Cous Fest 2013 | dal 24 al 29 settembre 2013 | San Vito Lo Capo | Trapani | www.couscousfest.it