Diageo Reserve World Class 2018. L'italiano Orlando Marzo è il miglior bartender del mondo

12 Ott 2018, 13:00 | a cura di Michela Becchi

Chiusa la gara di bartending internazionale più famosa al mondo: a vincere è Orlando Marzo del ristorante Lûmé di Melbourne. 

Pubblicità

 

La competizione

Erano più di 10mila, tutti schierati in nome della mixology di qualità, l'arte di creare drink d'eccellenza mescolando fra loro distillati di pregio e ingredienti di ogni tipo. Più di 10mila professionisti provenienti da ogni angolo del mondo, uniti nella valorizzazione del bartending attraverso la competizione internazionale più seguita del settore, il Diageo Reserve World Class. Una gara di alto livello che quest'anno, in occasione del suo decimo anniversario, ha alzato ancora di più l'asticella, aumentando le difficoltà delle varie competizioni. Sei mesi di sfide, centinaia di contest alla fine dei quali solo 56 addetti ai lavori ce l'hanno fatta e hanno preso parte ad altri quattro giorni di gara a Berlino. A vincere, però, è uno solo. Un italiano, un salentino doc da tempo in forze al ristorante Lûmé di Melbourne, in Australia. Con una serie di cocktail d'autore originali, equilibrati e ricercati, Orlando Marzo ha trionfato nella capitale tedesca, portando l'Australia, ma anche l'Italia, sul gradino più alto del podio.

Il vincitore

Originario di Castiglione d'Otranto, Orlando ha faticato molto per conquistare l'oro, e soprattutto il palato della giuria di esperti, che hanno trovato i suoi drink eccezionali, “fra i migliori mai assaggiati”, come ha affermato la giudice Lauren Mote, Diageo Global Cocktailian. Che ha aggiunto: “Tutti i finalisti hanno dato il massimo, ma Orlando ha raggiunto un livello superiore. E il modo in cui ha mantenuto i nervi saldi nella sfida finale 'Cocktail Clash' a mio avviso è la cifra di un vero bartender World Class”. Perché, per vincere il titolo di miglior bartender del mondo, occorre buona tecnica e una conoscenza profonda delle materie prime, ma anche uno stile creativo identificativo e un carattere deciso in grado di mantenere la concentrazione fino alla fine.

Pubblicità

Il ruolo del team

La reazione a caldo di Orlando, naturalmente, è quella di un professionista emozionato, felice del riconoscimento ottenuto dopo tanti sacrifici: “Non riesco a crederci! Già solo il fatto di trovarsi qui a competere con i miglior bartender al mondo, sotto lo sguardo di una giuria composta dai nomi più iconici del settore è un'opportunità che capita una sola volta nella vita”. E per il bartender salentino, quell'unica volta è stata fortuita: “Arrivare persino a conquistare la vittoria? Sono ancora sotto shock!”, ha dichiarato non appena ha ricevuto il premio. Per poi aggiungere la dovuta riconoscenza alla sua squadra: “Non avrei mai raggiunto questo traguardo senza il sostegno del mio fantastico team. Mi hanno sostenuto in ogni singola fase!”.

Il premio

E ora? A Orlando Marzo aspetta un anno ricco di avventure ed esperienze significative. A cominciare dal viaggio per il mondo in qualità di rappresentante Diageo, con la possibilità di preparare i suoi cocktail nelle località più prestigiose, e vestire il ruolo di giudice nelle varie competizioni di settore. Ma non finisce qui: il bartender fa ufficialmente il suo ingresso nell'olimpo dei maestri di mixology, diventando il decimo membro della Hall of Fame di Diageo Reserve World Class.

www.theworldclassclub.com/

a cura di Michela Becchi

Pubblicità
cross linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram
X
X